Ferrara scrive: da Prandelli a Sousa, una storia di addii mai semplici che si ripete

Ferrara scrive: da Prandelli a Sousa, una storia di addii mai semplici che si ripete

I Della Valle non amano la parola “esonero”, ma alla fine il divorzio dagli allenatori arriva sempre in modo tribolato

di Redazione VN

Stefano Pioli è uscito allo scoperto e, come scrive questa mattina Benedetto Ferrara nell’edizione fiorentina de La Repubblica, adesso resta da capire come reagirà la squadra al fatto che il suo allenatore, molto probabilmente, a fine stagione se ne andrà. Di sicuro, fa riflettere come si consumino gli addi in casa viola tra i vari tecnici che si sono susseguiti sulla panchina gigliata e la società. Con una premessa che fa lo stesso giornalista: “Va detto che alla famiglia padrona non piace esonerare gli allenatori. Non è cool e fa troppo Zamparini style. Ma il modo per cambiare si trova sempre”. Così, da Cesare Prandelli in poi, il cambiamento è sempre arrivato in modo traumatico. Come non ricordare lo scambio di comunicati con Vincenzo Montella, ad esempio, oppure la conclusione del rapporto con Paulo Sousa. Adesso tocca a Pioli: vedremo come andrà a finire.

Violanews consiglia

Pioli vuole restare: incontro distensivo con i Della Valle

3 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

  1. fudo77 - 1 settimana fa

    Sousa, Montella e Prandelli … tutta gente, che ha fatto il passo più lungo della gamba, alla fine dei conti …!!!

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. user-2073653 - 1 settimana fa

      Eppure che siano loro tutti….troppo ambiziosi? Senza contare che Pioli mi pare parecchio lontanino in quanto a risultati dai vari Prandelli, Montella e Sousa….

      Rispondi Mi piace Non mi piace
    2. vecchio briga - 1 settimana fa

      Non significa niente, qui avevano trovato un ambiente dove si esprimevano bene.

      Rispondi Mi piace Non mi piace

Recupera Password

accettazione privacy