Eriksson, l’algido svedese diventato latin lover

Eriksson, l’algido svedese diventato latin lover

David Guetta racconta la storia fiorentina di Sven Goran Eriksson

di Redazione VN

Chi lo avrebbe mai detto di ritrovarlo sulla panchina delle Filippine a 72 anni. Sven Goran Eriksson – scrive il Corriere Fiorentino – tanto schematico nelle sue idee che, per lui, Roberto Baggio serviva a poco, tanto da caldeggiarne il prestito al Cesena nel 1987. E se la sua carriera fuori dal campo si è consumata tra le lenzuola di qualche hotel londinese, in panchina era considerato un Sacchi scandinavo, forzato del lavoro. Ha allenato ovunque, tanto quanto ha speso per gli alimenti, da latin lover.

Violanews consiglia

Ultima chiamata per l’Europa, con Norgaard in mediana

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy