Da Udine a Udine: quante cose sono cambiate in 11 mesi

Da Udine a Udine: quante cose sono cambiate in 11 mesi

Dopo il 4 marzo quella che tornerà oggi a Udine è una Fiorentina profondamente diversa

di Redazione VN

Udinese-Fiorentina resterà per sempre nel ricordo di Davide Astori e di quel nefasto 4 marzo che ha segnato per sempre il calcio intero (LEGGI QUI), ma 11 mesi dopo sono cambiate tante cose intorno alla squadra di Stefano Pioli. Il Corriere Fiorentino ripercorre il calendario che ci riporta a oggi, ripartendo dal saluto militare rivolto alla maglia con l’effigie del capitano dopo il gol vittoria sul Benevento, passando per quella fascia da capitano così diversa dalle altre grazie alla deroga e al buon senso concessi dalla Lega di Serie A, per il ritiro della maglia 13 e l’intitolazione del Centro Sportivo alla memoria di Davide. E poi c’è il campo, con una squadra che ha trovato in Chiesa il suo pastore e con Muriel un grande fermento nell’inizio del 2019. E ora la trasferta di Udine, con il ricordo a farla da padrone e la certezza di una gara da non sbagliare.

Violanews consiglia

Fuori Hugo, c’è Laurini: Mirallas più di Simeone. Udinese tra Lasagna e Okaka

Pioli: “Coppa Italia capitolo chiuso. Ci giochiamo tanto, settimana perfetta se faremo bene”

 

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy