Corriere: ecco come la Fiorentina dribbla gli infortuni

Corriere: ecco come la Fiorentina dribbla gli infortuni

Ieri la Fiorentina si è sottoposta a esami ad hoc sulla mineralizzazione delle ossa, ma Pioli punta anche sull’alimentazione

di Redazione VN
Pioli, staff, Fiorentina

Sul Corriere Fiorentino si parla del metodo di lavoro di Pioli, maniacale nell’alimentazione e nella prevenzione degli infortuni. Ogni mattina, quando c’è allenamento, tutti insieme a fare colazione al tavolo centrale del Centro Sportivo. Vietati i piccoli gruppi. A seguire il pranzo insieme in modo che lo staff possa tenere d’occhio e organizzare in due pasti al giorno. Ieri, però, il programma ha subìto qualche modifica. In mattinata una dozzina di giocatori è stata sottoposta al MOC, esame di screening per valutare la mineralizzazione delle ossa. Si tratta di un test che serve a capire lo stato e la potenziale usura ossea. Un tipo di approfondimento che già in passato è stato effettuato dai tesserati viola.

Il lavoro sul campo, infatti, non è sufficiente a tenere sotto controllo lo stato fisico degli atletic, Se per i tessuti muscolari si può lavorare con esercizi di potenziamento. per rinforzare le ossa si interviene soltanto assumendo più calcio e vitamine, oltre che magnesio e zinco.

(…)

Il mister vuole tenere sott’occhio la percentuale di infortunio. E ridurla per quanto possibile. Lo scorso anno la squadra di Sousa raggiunse appena il 2% di indisponibilità complessiva contro una media generale attesa del 15%.

2 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

  1. acquacald_899 - 10 mesi fa

    Yest2

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  2. Il Viola di Gallipoli - 10 mesi fa

    D’accordissimo sull’importanza di dieta ed integrazione nella prevenzione degli infortuni ma, effettuare la MOC su soggetti sani, giovani e sportivi mi pare uno spreco di risorse e di tempo.

    Se non hai qualche patologia che ti espone alla demineralizzazione ossea o sei fortemente denutrito, si tratta di un esame che non fornisce alcuna indicazione utile, tanto più se parliamo di sportivi che sono già seguiti nell’alimentazione e che certamente sono sani.

    Rispondi Mi piace Non mi piace

Recupera Password

accettazione privacy