Cor Fio: qual è la strategia di Corvino?

Cor Fio: qual è la strategia di Corvino?

“Sembra che giocare nella Fiorentina e a Firenze non sia, di colpo, più così gratificante. Un virus pericoloso, quello che si sta diffondendo nello spogliatoio. Che Corvino e la proprietà farebbero bene a non sottovalutare”

4 commenti

Vi proponiamo il corsivo di Ernesto Poesio sul Corriere Fiorentino:

“Mancava giusto l’ultimatum di Gonzalo Rodriguez. Il dicembre di Pantaleo Corvino si preannuncia faticoso, più impegnato ad ascoltare le aspirazioni del proprio spogliatoio che a cercare di soddisfare le esigenze tecniche della squadra. Prima Sousa che di fatto ha derubricato il club viola a tappa di passaggio per chi ha grandi ambizioni, poi il capitano che, per restare qui, chiede si tenga conto degli ‘sforzi fatti per questa squadra’, come se non fossero già stati ampiamente ripagati oltre che dalla fascia al braccio anche dal milione e duecentomila euro che gli viene corrisposto. Due casi che, se anche non sono collegati direttamente, appaiono figli della stessa matrice, come se giocare nella Fiorentina e a Firenze non fosse, di colpo, più così gratificante. Un virus pericoloso, quello che si sta diffondendo nello spogliatoio. Che Corvino e la proprietà farebbero bene a non sottovalutare. A meno che, invece, anche il club viola abbia una sua strategia. perché nelle stanze del Franchi si sta diffondendo forte l’idea che il mercato della prossima estate dovrà portare ad una vera rivoluzione, sia in panchina che in campo. Solo così la Fiorentina potrebbe permettersi (e spiegare) l’addio di Gonzalo. Anche perché c’è il rischio che un sostituto all’altezza costi molto di più del milione e duecentomila euro destinati al capitano”.

4 commenti

4 commenti

Inserisci qui il tuo commento

  1. Manuel - 1 settimana fa

    Non mi fido di Corvino che compra. Ho paura che venda i migliori, ma che non sia in grado di ricostruire una squadra all’altezza. Nella sua precedente gestione pur avendo tanti soldi non ha fatto sfaceli. Comunque è stato chiamato per vendere e diminuire il monte ingaggi, quindi depotenziata la squadra.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  2. redstone5_162 - 1 settimana fa

    “come se giocare nella Fiorentina e a Firenze non fosse, di colpo, più così gratificante”.
    perché “di colpo”?
    Da Montolivo, Neto ecc. ecc. fino a Salah mi sembra che la lista di quelli non gratificati sia lunga e viene da lontano, non ci vedo una ragione contingente.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  3. BocaJunior78 - 1 settimana fa

    Rivoluzione che arriverà, purtroppo, con un anno di ritardo.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  4. Ghibellino viola - 1 settimana fa

    Tre cose: 1 Gonzalo è il capitano e spero resti. 2 Quest’anno si è visto un calo netto delle prestazioni. 3 Con la difesa a 4 fa vedere diverse difficoltà (ora come ora non ci sono paragoni con Astori per esempio).

    Rispondi Mi piace Non mi piace

Recupera Password

accettazione privacy