Assenze ed equilibri: i nodi da sciogliere per non fallire gli obiettivi

Assenze ed equilibri: i nodi da sciogliere per non fallire gli obiettivi

Tra campionato e Coppa Italia, Pioli deve sistemare alcune situazioni per puntare in alto

di Redazione VN

Stefano Pioli, condottiero viola dall’animo umano, si ritrova così a fare i conti con un mese di fuoco nel quale dovrà fare a meno del suo capitano Pezzella. Un’assenza pesante – scrive La Repubblica – non solo dal punto di vista tattico: perché se in difesa le soluzioni non mancano, con Laurini terzino, Ceccherini centrale oppure terzino oppure ancora Milenkovic al fianco di Hugo. Su tutti Federico Chiesa, che erediterà la fascia al braccio (con Benassi vice capitano) e che nonostante i suoi 21 anni, le voci di mercato e una valutazione destinata sempre più a lievitare, sta già trascinando i viola. L’altro leader riconosciuto dallo spogliatoio è Veretout, capitano senza fascia, silenzioso ma che incarna alla perfezione lo spirito della Fiorentina. L’obiettivo della difesa sarà quello di confermarsi come sesta del campionato, dietro soltanto alle big e al Torino in lotta coi viola per un piazzamento europeo. Questione di equilibri, come quelli del centrocampo che pare aver trovato la sua dimensione con Edimilson, Benassi e appunto Veretout. Semmai gli altri nodi da sciogliere, per Pioli, saranno sul fronte offensivo. Perché l’infortunio di Mirallas ha rimesso a centro dei pensieri del tecnico il destino di Marko Pjaca.

Violanews consiglia

Ceccherini c’è e non vuol far rimpiangere Pezzella. I suoi numeri: roccioso e pulito

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy