Veretout, regia fissa. A centrocampo sì alle modifiche, ma no alle rivoluzioni

Veretout, regia fissa. A centrocampo sì alle modifiche, ma no alle rivoluzioni

A centrocampo la Fiorentina ha bisogno di tempo: Veretout non ha funzionato bene da regista ma adesso è il momento di insistere…

di Stefano Rossi, @StefanoRossi_

Tutto secondo i programmi. Che servisse del tempo per trasformare il centrocampo era chiaro a Stefano Pioli. L’addio di Badelj, regista puro, sostituito da Veretout che per natura è portato a spingersi in avanti richiede tempo per essere assimilato. La Fiorentina inoltre ha perso gli inserimenti del francese ma allo stesso tempo dà più spazio in avanti a Benassi, che ha già realizzato tre gol. E poi si affida a Gerson. Il brasiliano ha un piede educato, forse il migliore del reparto dal punto di vista tecnico. E anche i cambi di gioco e le aperture per uno come lui sembrano giocate semplici.

Il ciclo di fuoco appena iniziato porterà Pioli a dover mescolare i suoi giocatori. Ci sarà spazio su tutti, ma vietato snaturare le proprie idee e i principi di gioco. Già, Veretout continuerà (e deve farlo) ad essere il regista della squadra. Una prestazione opaca a Napoli non è motivo sufficiente per tornare indietro. Non insistere su Jordan in mezzo al campo sarebbe un po’ come aver buttato mesi di esperimenti. Il francese è contento del suo nuovo ruolo, adesso deve ritrovare la forma fisica migliore e le misure nel suo nuovo ruolo.

I cambiamenti, piuttosto, saranno di un’altra natura: il turnover. Chissà che a Marassi mercoledì sera non possa toccare a Edimilson. Lui che di Veretout ha preso il posto nelle prime due gare, non facendo nemmeno male. Tra Sampdoria e Spal potrebbe essere proprio lo svizzero ad avere una nuova occasione da titolare, ma da mezzala. Pioli ci pensa, già dall’allenamento di oggi dovrà provare le soluzioni da attuare a Marassi. Qualche modifica sì, ma rivoluzioni no: non c’è tempo, nemmeno motivo per farne.

Violanews consiglia

Montella al miele: “A Firenze anni meravigliosi, la città è unica. Ritorno? Chissà in futuro…”

Turno amaro per i viola in prestito: solo Castrovilli titolare, debutto per Cristoforo

2 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

  1. massimo_383 - 6 mesi fa

    Veretout come regista non va bene, bisogna invece insistere con Edmilson che ha esordito nel ruolo molto bene.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. kk53 - 6 mesi fa

      L’ho già scritto ieri e lo riscrivo e sono daccordo con te la squadra che vince
      non si cambia,è inutile che dopo,dopo,Pioli ci dica che Veretut era fermo da 4 mesi,noi si sapeva ,lui forse se lo è dimenticato,con questo credo che era meglio partire con Edimilson,visto che con Gerson avevano fatto così bene nelle prime due partite e poi dare spazio al francese in corso d’opera,così come con
      Pjaca o ci si crede o non gli si può dare dieci minuti a partita,è grosso deve
      fare minutaggio più di tutti,peccato perchè il Napoli è ben poca cosa!!!!

      Rispondi Mi piace Non mi piace

Recupera Password

accettazione privacy