Venerdì CdA in sede, lavori tecnici e ratifica dei ruoli. Laura Masi operativa a breve

Venerdì CdA in sede, lavori tecnici e ratifica dei ruoli. Laura Masi operativa a breve

Nel corso del consiglio verranno ratificate alcune cariche: tra circa 10 giorni Laura Masi dovrebbe insediarsi negli uffici viola

1 Commento

Venerdì 24 marzo, presso la sede della Fiorentina, ci sarà il consiglio di amministrazione della Fiorentina. I lavori dovrebbero iniziare intorno alle 15.00 e coinvolgeranno i consiglieri che regolarmente partecipano come Panerai, Borgomanero, Ostillio e Maffioletti. Nel corso del pomeriggio, alla presenza del Presidente Esecutivo Mario Cognigni, verranno ratificate alcune cariche societarie. Una di queste sarà Laura Masi, nuova figura che dopo una lunga esperienza al Milan e al Bayern Monaco (Clicca qui), entrerà a lavorare nella Fiorentina. Il CdA sarà l’occasione giusta per approfondire il lavoro che dovrà svolgere mettendolo in relazione con quello del Dg Andrea Rogg. La dottoressa Masi inoltre, secondo quanto raccolto da Violanews.com, si dovrebbe insediare negli uffici viola dai primi giorni di aprile. Ci sarà anche tempo per fare il punto sull’iter burocratico circa i lavori del nuovo stadio della Fiorentina il cui progetto è stato da poco presentato alla città di Firenze.

1 commenti

1 commenti

Inserisci qui il tuo commento

  1. isiraider - 2 giorni fa

    Oggi ho letto su “Business Insider” un articolo sulla lenta ma progressiva decadenza del calcio nostrano, sia a livello di dirigenza (con il mitico Beretta sostenuto da Unicredit, istituto bancario che è maggiormente in credito con le società calcistiche), sia a livello di appeal e di vendita del prodotto calcio /Italia a livello mondiale e sia, infine, con lo svuotamento inarrestabile degli stadi. Tra le varie cause di questo disastro multiplo e stratificato viene indicata la mancanza di vere ed efficaci strategie di marketing. Mi viene da pensare che chi scrive di marketing e di calcio ignori un fatto elementare: le strategie di marketing sono tanto più incidenti ed efficaci quanto più il prodotto / servizio incontra le esigenze del consumatore o, viceversa, ne stimoli la fantasia, la curiosità, la voglia di possederlo / provarlo / viverlo. Nel calcio tutto questo si traduce in alcuni assiomi: storia del club, patrimonio di vittorie sportive, promesse di spettacolo, rivalità da esaltare. In mancanza di questi aspetti è difficile poter sviluppare delle strategie adeguate. La Viola, in questo momento, non possiede nessuna di queste caratteristiche. Leggo che la Redazione spinge l’arrivo di questa signora aleggiandolo di un alone e di una aspettativa che sono poco credibili nella nostra realtà e nelle nostre prospettive di medio – lungo termine. Il marketing nello sport si basa sui fatti concreti e può essere vincente se messo al servizio dei presupposti di cui sopra. Viceversa, se deve muoversi nel nulla o nelle ipotesi più fantasiose o nelle intenzioni più fumose, il marketing non solo non vince ma si trasforma in un’arma contro. Spero che la signora in questione e chi l’ha assunta, si rendano conto di ciò. Ad majorem violae gloriam!!!!

    Rispondi Mi piace Non mi piace

Recupera Password

accettazione privacy