Sousa: “Personalità da campioni. Al primo errore veniamo penalizzati”

Sousa: “Personalità da campioni. Al primo errore veniamo penalizzati”

Il commento di Paulo Sousa alla fine della partita contro l’Inter

9 commenti

L’allenatore della Fiorentina Paulo Sousa è intervenuto ai microfoni di Mediaset Premium: “Io sono molto orgoglioso dei miei ragazzi, abbiamo dimostrato qualità e personalità da campioni. L’arbitro? Non parlo dei questi, finita la partita finisce tutto. La curva ospiti ha meritato perché ci ha spinto per tutta la partita. Sono contentissimo per la squadra. Ambizioni? Lottiamo contro tutti e tutto, cercando di fare grandi prestazioni e fare i migliori risultati possibile. Gli avversari hanno avuto poche palle gol, credo in tutto quello che facciamo e con tutte le difficoltà che ci creano gli avversari noi cerchiamo di giocare al calcio fino in fondo. Ogni errore nostro veniamo subito penalizzati. I ragazzi continuano a crescere e ci battiamo con tutti per vincere le partite. Il modo in cui i ragazzi si allenano mi fa ben sperare sempre, si impegnano sempre. Complimenti all’Inter, ma abbiamo fatto una grande gara. Rapporto con i tifosi? Ne abbiamo già parlato, parliamo di calcio”.

– Ancora Sousa: “Orgoglioso dei ragazzi, siamo una grande squadra. Su Perez…”

9 commenti

9 commenti

Inserisci qui il tuo commento

  1. bati - 1 settimana fa

    Queste dichiarazioni sono una presa di giro per chi le ascolta. “i ragazzi continuano a crescere”? I ragazzi secondo me ne hanno le palle strapiene….

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  2. Barsine - 1 settimana fa

    Se dovevano essere i giocatori a decretare cosa fare di Sousa … Direi che il verdetto è servito. Chiesa e Perez in una partita che stava per essere recuperata sono due cambi intelligenti e lungimiranti. Un vero genio della lampada.

    Nessuno ha il coraggio di dire che l’anno scorso questo ha preparato la squadra per partire a mille sapendo che a gennaio la società non aveva i soldi per comprare praticamente nulla e da febbraio ad oggi è un allenatore da retrocessione!

    Riuscire a prendere 4 goal da una squadra di morti e essere umiliati in ogni reparto è una cosa di cui vantarsi.

    Ormai manca Babacar in porta e Lezzerini regista e poi le ha fatte tutte per dimostrare che vuole essere esonerato questo infame che sputa sul piatto dove mangia. Guardate la rosa del Milan della Lazio e dell’Atalanta e vediamo se sono superiori a noi. La differenza la fa l’allenatore. Loro hanno allenatori antipatici ma capaci … Noi solo un presuntuoso arrogante.

    Mi auguro un bel esonero il prima possibile. La Roma l’anno scorso mandando via Garcia è andata in Champions. Noi non saremmo lontani. basterebbe far giocare chi sa giocare nel suo ruolo!

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  3. click - 1 settimana fa

    in 10 contro 11 solo una quadra in campo. i goal loro? Dormite colossali. Espulsione? Inverosimile. Cambi? Ottimi. Chiesa ha preso 3 falli, 1 non dato. Potevamo pareggiare? Per quanto visto? Sì.
    Allenatore da esonerare? Ma fatemi il piacere…
    Squadra più debole? Non direi proprio.
    Tifosi da tastiera? Ahaihaihai…

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  4. ceruttigino - 1 settimana fa

    giornalisti la volete smettere con la solita domanda sulle ambizioni? basta avete stancato. ma chi se ne frega delle ambizioni? sono proprio necessarie? l’atalanta le ha le ambizioni? no eppure gioca vince e si diverte. noi invece se non dichiariamo le ambizioni sembra che non possiamo giocare. la nostra ambizione è avere una stampa che parli di tattica con l’allenatore. se è capace di farle questo tipo di domande.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  5. andre_stark86 - 1 settimana fa

    Vattene.
    Due nomi per riassumere la tua pochezza: tello r perez. Indegno di questa squadra.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  6. ilfiorentino - 1 settimana fa

    Cerchiamo di essere sintetici e schematici.
    1) La squadra è più debole di quella dell’anno scorso, che a sua volta era più debole di quella dell’anno prima. Ultimi mercati fatti solo per rientrare di prestiti fatti dai DV alla Fiorentina. Ergo, a questi della Fiorentina squadra non interessa un c…o.
    2) Portiere impresentabile in una prima serie di un qualunque campionato europeo.
    3) Sostituzioni senza senso, dovute a perseguimento vero obiettivo societario: valorizzare giovani per poi venderli bene (ovviamente senza reinvestire nulla, come da abitudine).
    4) Società che non conta nulla, pervasa da un buonismo tafazziano e fantozziano al tempo stesso. Ci facciamo prendere per il c..o da un minus habens senza neppure protestare. Chiellini se lo sarebbe mangiato vivo, con fischietto e tutto. E vedrete che i DV non apriranno bocca, dal momento che non gliene frega nulla e oltre tutto di calcio non capiscono nulla.
    5) Conclusione: siamo gravemente e, purtroppo, incurabilmente ammalati di “gnignismo”, la morte del calcio.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  7. Gio79 - 1 settimana fa

    Confermo tutto in toto!

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  8. Claudio50 - 1 settimana fa

    Ma cosa, hanno lottato dopo aver preso tre gol. E contro il Paok. Raccontala ai portoghesi

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  9. Slipperman1967 - 1 settimana fa

    La pochezza di quest’uomo è imbarazzante,la squadra è da ammirare finchè non ne avranno le palle piene

    Rispondi Mi piace Non mi piace

Recupera Password

accettazione privacy