SimeOn(e) o SimeOff?

SimeOn(e) o SimeOff?

Simeone sta faticando a segnare, adesso anche le prestazioni sono in calo. Pioli ha rispolverato Thereau ma si aspetta un rinforzo dal mercato…

di Stefano Rossi, @StefanoRossi_

Stagione 2004-05: ricordate lo striscione ZOn-ZOff? Giocava col cognome del grande Dino, allora allenatore viola che ha coniato l’espressione “cattivi pensieri” rimasta nel grande vocabolario viola. Ecco, per Giovanni Simeone vale qualcosa di simile anche se per motivi differenti. L’allora tecnico della Fiorentina restava impassibile, davanti ai torti arbitrali e alle prestazioni di una squadra con evidenti limiti tecnici. Il Cholito invece si è ingolfato, non riesce più a segnare. Non una novità assoluta, visto che già lo scorso anno ebbe un lungo periodo di digiuno dal gol. Il male peggiore di un attaccante, ma pur sempre curabile.

Adesso Giovanni sembra cambiato anche nel linguaggio del corpo all’interno della partita. La garra, quella cattiveria agonistica che lo caratterizzava sembra allentata. In passato Simeone sbagliava la conclusione, adesso gli capita di non arrivare proprio a colpire il pallone. Paradossalmente tutto è iniziato quando è stato convocato per la prima volta in Nazionale. Una forte carica emotiva può averlo prosciugato? Può essere. Fino ad oggi ha realizzato soltanto due gol, troppo pochi per i 18 milioni che è stato pagato. “Giovanni lavora bene, non deve fare niente di diverso da quelle che fa” insiste Pioli. Che però non vuole ma, soprattutto, non può cambiare. Già, in panchina le alternative latitano. Vlahovic è giovane, forse troppo. L’allenatore lo ha inserito, per pochi minuti, solo due volte. Contro Bologna e Juventus ha rispolverato addirittura Thereau, cosa che non pare essere piaciuta a tutti i dirigenti viola.

Il mercato di gennaio, quello che è il caso di dirlo durerà quanto Natale e Santo Stefano, è ormai vicino. Corvino e Freitas stanno studiando e cercando i profili che possano fare al caso della Fiorentina, rispettando cifra tecnica e quella economica. Intanto Simeone continua ad allenarsi forte, la fame di gol e la voglia di mettersi alle spalle critiche e polemiche gli stanno dando la forza per non mollare. A Reggio Emilia una nuova prova d’appello.

Violanews consiglia

Castrovilli e Baez brillano, bene Venuti e Pinto: ecco il punto sui viola in prestito

Nardella: “Autori scritte su Scirea e Heysel nemici di Firenze e della tifoseria viola”

21 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

  1. Antonio da Papiano - 6 mesi fa

    Secondo me la proprietà si è fidata delle valutazioni dello staff tecnico basate sul “teniamo tutti” e prendiamo qualche prestito per integrare la rosa. Purtroppo questa valutazione non ha tenuto conto degli evidenti limiti di Simeone (costato 15 milioni + 5 di bonus) che da solo non è in grado di fare reparto e della rinuncia a giocare con Veretout dietro gli attaccanti per non acquistare un centrocampista di valore o confermare Badelj. Il problema adesso è che se la squadra si conferma nei bassifondi della classifica si svaluta tutto il parco giocatori e le ricche plusvalenze che pregustavano i proprietari andranno in fumo. Per noi tifosi invece nulla ma evidentemente visto lo stadio pieno va bene così.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  2. Gasgas - 6 mesi fa

    Sarà meglio on perché 18 milioni erano tanti… Ma anche lì, a suo tempo, guai a criticare l’acquisto…

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  3. davidebaso@gmail.com - 6 mesi fa

    Montiel è il leader della primavera quindi almeno lui la panchina non la vede

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. Horsenoname - 6 mesi fa

      Non lo faranno mai debuttare con questo allenatore , sconvolgerebbe troppo il suo modo di operare .

      Rispondi Mi piace Non mi piace
  4. robin.b_737 - 6 mesi fa

    Ragazzi, un paio di partire or sono il povero Simeone si controllava le pulsazioni con le dita sul collo, prima dell’inizio della partita: probabilmente ce le aveva a tremila per la tensione. Non è sereno e secondo me andrebbe fatto rifiatare, per il suo bene e per sbollire un po’ la tensione. Così non ci è di alcuna utilità. Mettiamo in campo i giovani perché peggio di così non possono certo fare.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  5. STEFANO - 6 mesi fa

    OFF SIMEONE, DA VENDERE SUBITI A GENNAIO AL PRIMO OFFERENTE

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  6. The Count of Tuscany - 6 mesi fa

    Per la redazione : perchè non fate un articolo sulla novità UEFA di oggi , che è passata in secondo piano ma che di fatto in teoria ci esclude dal 2021 anche dall’europa league ?
    Ad oggi la settima classificata accede ai plyoff di europa league dai quali è difficile essere eliminati ( solo quei fenomeni dell’atalanta ci sono riusciti ). Dal 2021 la settima finirà in Europa legue B , a giocare insieme alle squadre islandesi e armene alle 16 del pomeriggio. Visto che il nostro presidennte ha dichiarato che il nostro obiettivo è iil 7 posto, il futuro che ci attende SE ARRIVIAMO 7 è questa coppa di serie C alle 4 del pomeriggio.

    https://www.uefa.com/MultimediaFiles/Download/uefaorg/General/02/58/61/42/2586142_DOWNLOAD.pdf

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. Saverio Pestuggia - 6 mesi fa

      L’abbiamo scritto ieri sera alle 22.40 http://www.violanews.com/altre-news/uefa-ufficiale-la-terza-competizione-per-club-partira-dal-2021/ Comunque magari visto che era sera di domenica ci torniamo su. Grazie

      Rispondi Mi piace Non mi piace
    2. Alan1971 - 6 mesi fa

      …interessante, ma se continua così per il 2021 il 7° posto sarà distante come Alpha Centauri.
      Più probabile guardare come sarà la serie B del 2021…

      Rispondi Mi piace Non mi piace
    3. Larry_Smith - 6 mesi fa

      Non sono certo di aver capito bene, ma credo che le posizioni per accedere all’Europa League restino le stesse, cioè 5º e 6º più vincitore della coppa Italia (o 7º posto se il vincitore di coppa si qualifica via campionato). Quindi la nuova competizione offrirebbe un posto in più alle italiane. Ma si attendono chiarimenti

      Rispondi Mi piace Non mi piace
  7. Alan1971 - 6 mesi fa

    Cito: (…) “Corvino e Freitas stanno studiando e cercando i profili che possano fare al caso della Fiorentina, rispettando cifra tecnica e quella economica. ”

    I dv hanno 20 euri nella PayPal di Gnigni… il Minus Praescriptum gliel’ha ricaricata a fine agosto, avanzo della vendita di un paio di mocassini ad una 70enne cinese in un parcheggio di Moena.

    Con quei 20 euri devono comprare un vice Simeone, un vice-vice Pjaca, un vice-vice-vice Therròuù e un nuovo Badelj.
    Per questo stanno trattando le prestazioni di un gruppo musicale che fa la cover band degli Inti-Illimani ma al martedì gioca a calcetto al Circolo del Tennis: uno di loro per 3 euro pulisce anche i cessi dello spogliatoio, stanno definendo i dettagli.
    Se si può risparmiare almeno 1 euro e mezzo sarebbe meglio, ha detto il Prescritto.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. Horsenoname - 6 mesi fa

      Inutile lamentarsi , sarebbe bastato prendere a suo tempo un DG che sapesse fare veramente quel mestiere e , primo non avrebbe speso tutti quei soldi così male e forse avrebbe portato 4 nomi non dico buoni ma decenti a Firenze . Molti giornalisti dichiarano che il Conno sia bravo a vendere , io credo che sia mediocre anche in quello , la bravura non è vendere Bernardeschi a 45 mln o Ilicic a 9 ; la bravura è vendere pachi come Maxi Olivera che a tuttoggi riceve un bello stipendio facendo il turista a Firenze .

      Rispondi Mi piace Non mi piace
      1. Alan1971 - 6 mesi fa

        Non mi lamento affatto… la butto in vacca, perchè non ho voglia di mettermi a piangere.

        Quanto al resto, concordo da anni…. fosse per me, non avrebbe neanche quelle povere piantagione di uilvi, poveretti, altro che riprenderlo. Uno con un cv tra tra Lecce e Casarano poteva solo far gola a 2 che di calcio non capiscono una beneamata.

        Rispondi Mi piace Non mi piace
  8. redellamaratona - 6 mesi fa

    Caro Saverio ti scrivo per commentare l’attuale momento della Viola.Tutti parlano di mercato di giocatori da comprare senza mai analizzare il gioco.La fiore gioca con un 4/3/3 a dir poco anomalo senza esterni bassi che raddoppiano sulle fasce(Milenkovic non è un esterno)con un unica punta vera perchè Chiesa è in realtà un esterno che deve partire da dietro e e non stare alto(non vede la porta per ora e non fa movimenti giusti).Il centrocampo è messo malissimo con Benassi che in pratica gioca dietro Simeone e quindi se superato, nel pressing alto, non riesce a rientrare. Edmilson ancora non ha capito in che posizione stare, e, quindi con il solo Veretout in copertura.Nessuno degli avanti fa un movimento giusto nelle ripartenze,non c’è mai un cambio di fascia.Piaca tanto bistrattato non ha mai giocato nel suo ruolo tra le linee dietro Simeone.Lo stesso Simeone invece di stare davanti come si deve fare per allungare la squadra avversaria, è costretto a rientrare spesso nella nostra metà campo,consumando inutili energie.Per concludere non capisco perchè non si debba fare un gioco più adatto(esempio il 3/5/1/1) con 2 centrocampisti centrali incontristi con Piaca tra le linee e Chiesa nel suo ruolo di esterno a tutto campo.L’allenatore deve inoltre insegnare a dei gioveni come muoversi in campo e ,purtroppo,invece nessuno ha capito cosa fare.Esempio gol di Pellissier finta lo scatto centrale e poi allarga schema semplice ma mai visto da Chiesa e Simeone.Il bravo allenatore esalta le caratteristiche dei giocatori vedi Gasperini che quando vanno via dall’Atalanta sono giocatori normali e con lui dei fenomeni.Concludo questa lunga lettera salutandoti cordialmente.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. Saverio Pestuggia - 6 mesi fa

      Ciao Paolo, da buon redellamaratona, mi scrivi tante cose giuste e condivisibili a parte forse la posizione di Pjaca che ha sempre giocato esterno ma che potrebbe adattarsi a fare il trequartista. Il centrocampo della Fiorentina è praticamente inesistente e terra di conquista per chiunque e da sempre in mezzo al campo si costruiscono le vittorie e nascono le sconfitte. Vediamo cosa succede contro il Sassuolo squadra al nostro pari (sic) e se Pioli azzarderà qualcosa di diverso rispetto al classico 433 che ormai non gira più. Un abbraccio

      Rispondi Mi piace Non mi piace
      1. Antonio Capo d'Orlando - 6 mesi fa

        Dr. Pestuggia, ma perchè lo chiamate 433?? Noi giochiamo con un 3421 in fase di attacco ed un 451 in fase difensiva. Chiaramente l’allenatore ed i giocatori non svelano gli interscambi in campo, ma la verità è che le squadre avversarie, dopo i primi periodi, lo hanno capito. Adesso bisogna avere la forza e la capacità di cambiare schema ed inserire delle novità, come fan tutti. Non è facile, sopratutto perchè ciò deriva dalla bravura, dalla versatilità e dalle caratteristiche dei calciatori. Il calcio è semplice, sopratutto quando hai i campioni. E noi non li abbiamo…. Continuiamo a sostenere la nostra Viola!!

        Rispondi Mi piace Non mi piace
      2. redellamaratona - 6 mesi fa

        Secondo me Piaca non è un esterno,specialmente con il 4/3/3 perché non è velocissimo e non ama crossare,inoltre lui preferisce inserirsi centralmente con l’uno due e con il dribbling stretto.E’in realtà una seconda punta,anche perché non ama rientrare.Gli esterni del 4/3/3 sono molto diversi dai nostri 2.Inoltre vorrei far presente che gli esterni nel 4/3/3 devono stringere al centro quando c’è la sovrapposizione sulle fasce dell’esterno basso cosa che non avviene mai nella Viola.Quindi per concludere bisogna spostare Piaca tra le linee dietro Simeone per potere liberare un po’ Simeone costringendo il centrale ad uscire su Piaca,se no i centrali avversari vanno a nozze con un solo uomo da marcare.Mi sembra chiaro.A te una risposta un abbraccio Paolo.N.B fai qualche articolo parlando di calcio e non solo di mercato o di giocatori singoli perché questo è uno sport di squadra dove molto dipende dall’allenatore.

        Rispondi Mi piace Non mi piace
  9. mops - 6 mesi fa

    Ma Vlahovic, Montiel, Sottil, li pagano per scaldare le panche????? sfv’57….

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  10. mops - 6 mesi fa

    Ma Vlahovic, Montiel, Sottil, li pagano per scaldare le panche????? sfv’57

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  11. user - 6 mesi fa

    Pioli non cambia,insiste e fa bene a insistere piuttosto un errore che fa a mio modo di vedere è continuare con un tridente che è tutto fuorchè un tridente.Simeone.Chiesa-Pjaca-Simeone-Chiesa-Gerson.
    Dovrebbe giocare con una punta vera accanto a Simeone,cioè l’unica che abbiamo Vlahovic e Chiesa che essendo l’unico con i piedi buoni può fare il rifinitore dietro a loro ma NON esterno e semmai Sottil sulla destra con Veretout e Dabò e Benassi a centrocampo dietro Hancko Hugo,Pezzella e Milenkovic

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. Alan1971 - 6 mesi fa

      …visto che stiamo segnando 0 (ZERO) io giocherei col tridente Dabo, Laurini e Maxi Oliveira.

      Meno di 0 (ZERO) non possono fare, ma almeno sai le risate.

      Rispondi Mi piace Non mi piace

Recupera Password

accettazione privacy