Sbilanciare la squadra e blindare la porta: la strana ricetta del partente Sousa

Sbilanciare la squadra e blindare la porta: la strana ricetta del partente Sousa

Nelle ultime tre partite la Fiorentina ha adottato un modulo apparentemente squilibrato, ma molto efficace. Merito o casualità?

4 commenti

Casualità, intuito e fortuna. C’è da mescolare un po’ tutto per ottenere il risultato. Quattro vittorie ed un pareggio, con una sola rete al passivo in 5 partite. Di che parliamo? Del modulo “squilibrato” adottato dalla Fiorentina nelle ultime uscite. Tre soli difensori di ruolo (considerando tale anche Sanchez), due esterni d’attacco e pure un paio di trequartisti a supporto di Kalinic. Sulla carta un assetto fin troppo azzardato, che però a conti fatti è stato efficace. I sette punti raccolti contro Atalanta, Cagliari e Crotone (con 0 gol subiti) parlano chiari, e si sommano alle vittorie 2-1 sul Palermo a dicembre e 3-0 al Bentegodi col Chievo a gennaio, le altre due partite in cui Sousa ha schierato questa formula.

Ci si è messa anche la buona sorte, dobbiamo dirlo, vedi i miracoli di Tatarusanu a Bergamo e i pali colpiti dagli ultimi due avversari. Ma la sensazione è che il tecnico portoghese abbia deciso di continuare così fino alla fine. Del resto l’affidabilità dei terzini sinistri è quella che è e inoltre da perdere, purtroppo, non è rimasto poi molto. Tanto vale giocare spregiudicati e vedere cosa succede, deve aver pensato Sousa che ha così adottato stabilmente un modulo sperimentato di tanto in tanto anche l’anno scorso con alterne fortune. Quasi come volesse congedarsi dalla Fiorentina a modo suo, danzando sul confine tra intuizione e follia.

4 commenti

4 commenti

Inserisci qui il tuo commento

  1. Gaetano - 6 mesi fa

    Se una partita non si sblocca dopo 60′ contro un avversario abbordabile, un buon allenatore fa tre sostituzioni e cambia il modulo con un altro già noto ai giocatori, disorienta gli avversari, mentre non capiscono le contromisure, finisce la partita. Olivera, Babacar, Saponara, li attendevamo tutti in campo già da molto…

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  2. ELROND - 6 mesi fa

    Dal mio punto di vista, che è fonte di Vera Verità, il Souza sta giocando a dadi con la sorte e per ora gli è andata di lusso a lui, ma prossimamente ci aspettano partite all’insegna di goleade, pallottolieri e risultati tennistici a favore degli altri.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  3. Axel - 6 mesi fa

    Ci si è messa principalmente la buona sorte. Non tanto per vincere, perchè anche noi ci meritavamo molti gol fatti in più, ma le occasioni avversarie in queste partite sono arrivate a decine. Forse solo col palermo non abbiamo concesso molto.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  4. kk53 - 6 mesi fa

    Per fortuna Sousa ci lascia,perchè è abbastanza stucchevole questa situazione,
    anche se ci gira bene da quattro partite,e non si prende gol,ora siamo squilibra
    ti,brutti e storpi,accadeva anche l’anno scorso quando pur vincendo il tormento
    ne era “si ma la prossima”poi sappiamo come è andata,anche se venisse Conte noi
    o per meglio dire l’opinione pubblica avrebbe sempre da contestare basta sentire
    Bucchioni il number one….!!!!

    Rispondi Mi piace Non mi piace

Recupera Password

accettazione privacy