Pioli: “Ci saranno dei cambi. E’ il momento di spingere e di recuperare punti”

Pioli: “Ci saranno dei cambi. E’ il momento di spingere e di recuperare punti”

Pioli: “Veniamo da due partite dispendiose sul lato fisico e mentale, ma la squadra sta bene, essere così giovani ci aiuta a recuperare meglio, è inevitabile per tutti pagare la terza partita”

di Redazione VN

Vigilia di campionato per la Fiorentina, impegnata domani alle 18 a Bergamo contro l’Atalanta. Il tecnico viola Stefano Pioli ha parlato così a violachannel.tv:

Si affrontano due squadre che si conoscono bene, che stanno cercando di privilegiare la fase offensiva. Ci dobbiamo aspettare una partita con tante emozioni, entusiasmante tra due squadre che cercheranno di vincere, abbiamo la stessa filosofia dell’Atalanta. E’ una partita importante per il campionato perché siamo vicini a loro, un risultato positivo significherebbe tanto.

Veniamo da due partite dispendiose sul lato fisico e mentale, ma la squadra sta bene, essere così giovani ci aiuta a recuperare meglio, è inevitabile per tutti pagare la terza partita, qualche cambio ci sarà, l’importante è essere pronti sul piano mentale. Interpretare bene le transizioni sarà molto importante.

Mercoledì sera abbiamo avuto uno spettacolo da parte dei nostri tifosi, è un pubblico caloroso, è bello vedere che gli sforzi della squadra sono ripagati dai tifosi. Non abbiamo fatto ancora niente, le prossime 4-5 partite saranno molto importanti per il nostro futuro. E’ il momento di spingere e di recuperare qualche punto, i nostri avversari sono molti forti, ma abbiamo dimostrato di avere delle qualità.

Astori? Ci manca tanto, ma allo stesso tempo è presente, è un punto di riferimento per noi, ci ha lasciato un esempio di serenità, lealtà e rispetto, spero che questo esempio venga portato avanti. Il ricordo di Davide è dovuto, anche su questo punto di vista per noi è una settimana impegnativa. Lunedì andremo a San Pellegrino Terme a trovarlo, è una settimana che ci vede tutti coinvolti.

vnconsiglia1-e1510555251366

“Felice di affiancare il Papa. Astori? Lo sport ci può donare figure sane. Quando gioca la Fiorentina…”

18 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

  1. antonio capo d'orlando - 3 mesi fa

    Per me, Pioli, degli allenatori avuti in serie A nell’era Della Valle, è secondo solo a Prandelli. Come uomo il numero uno di gran lunga su tutti! Forza Viola!

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  2. 29agosto1926 - 3 mesi fa

    Sempre tutti pronti a sparare su Pioli, pronti a fare le formazioni al suo posto e, soprattutto a criticare, solo la domenica sera. A me interessa soprattutto l’uomo e Stefano Pioli è UN UOMO non un quaquaraquà come quelli che non sanno fare altro che criticarlo.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. Pablo70 - 3 mesi fa

      Guarda che l’UOMO Pioli non lo ha MAI criticato nessuno, è una grandissima persona umana e con dei valori unici e come pochi in quel ruolo come lui.
      Personalmente ed in tutta franchezza la domenica e a volte il mercoledì mi interessa la parte Pioli Allenatore e in svariate occasioni è inconfutabile che non ci ha capito molto, Hugo su Ilicic a tutto campo è stata la ciliegina sulla torta.
      Per il resto Chapeau!!!
      Pablo70

      Rispondi Mi piace Non mi piace
      1. 29agosto1926 - 3 mesi fa

        Se Hugo gioca come sa la marcatura non è sbagliata. Ilicic ha fatto cose incredibili in positivo e Hugo in negativo. Il secondo tempo lo ha marcato un difensore (Ceccherini) solo che era più in palla di Hugo e lo ha limitato parecchio. Qui c’è gente che fa l’allenatore a tempo perso e non perde occasione (vero Folder?) Per infamarlo. Questa gente (ma sarà giusto chiamarla così?) è solo prevenuta nei confronti di una grande persona e di un ottimo allenatore. Vai a chiedere allo spogliatoio e senti cosa ti dicono.

        Rispondi Mi piace Non mi piace
    2. jordan - 3 mesi fa

      Nessuno mette in dubbio le sua qualità umane, solo che uno che mi fa seguire Ilicic a tutto campo da un marcatore puro come Hugo, per lo più mancino contro uno che va sempre via a destra, sarà una bravissima persona, ma di calcio capisce poco.

      Rispondi Mi piace Non mi piace
      1. 29agosto1926 - 3 mesi fa

        Quando hai fatto il supercorso?

        Rispondi Mi piace Non mi piace
  3. alesquart_3563070 - 3 mesi fa

    Tutti allenatori vedo. Ma se siete qui a commentare vuol dire che siete stati tutti esonerati?

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  4. user-13664476 - 3 mesi fa

    ILICIC e GOMEZ VANNO MARCATI NON DA DIFENSORI MA DAI 2 CENTROCAMPISTI DEL ROMBO CIOÈ DABO ED EDIMILSON LASCIANDO AGLI ALTRI 2 CIOÈ VERETOUT E BENASSI IL COMPITO DI FAR GIOCO E AIUTARE CHIESA E MURIEL. FUORI HUGO CON CECCHERINI E MILENKOVIC CENTRALI E LAURINI E BIRAGHI CHE POSSONO ANCHE SPINGERE.SIMEONE PUÒ SUBENTRATE

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. antonio capo d'orlando - 3 mesi fa

      Tornando alla partita di mercoledì, ti dico che abbiamo sofferto solo con Ilicic, di contro loro hanno sofferto contro tutti i nostri attaccanti. Come dici Tu, sembra che dovevamo giocare solo noi, non tenendo conto degli avversari. Ma Dabo (che ha chiuso la fascia destra al Gasp) e Edmilson, mica erano uomini in più. Ognuno aveva un ordine specifico. Affrontare l’atalanta è difficile per tutti, perchè giocano con molta fisicità ed hanno due mezzepunte rognose (Gomez ed Ilicic). A proposito di Ilicic, a Firenze non l’ho mai visto correre in mano a Montella e Suosa, l’altra sera sembrava una freccia…….che dici di questo? Buona serata!

      Rispondi Mi piace Non mi piace
  5. Fazio - 3 mesi fa

    Vista l’inter ieri sera..peraltro la stessa di Firenze..si può dire che hai buttato via gli ennesimi 2 punti della stagione.per bon parlare della formazione scellerata contro l’Atalanta con la marcatura a uomo di Hugo su Ilicic…roba da Oronzo Cana’..quindi cosa vuoi spingere e recuperare al massimo ne perdi altri..veranente allenatore scarso protetto da stampa e addetti ai lavori…

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. antonio capo d'orlando - 3 mesi fa

      Non capisco come mai parli sempre male di Pioli. Addetti ai lavori quali, dirigenti, allenatori, neo allenatori, calciatori e direttori sportivi vari, parlano del calcio di Pioli in modo positivo. Pensi che nessuno di questi ci capisca qualcosa e che solo tu ne capisca?? Fossi in te eviterei di fare simili affermazioni. Le partite di calcio sono come le partite a poker, si giocano a seconda delle carte che si hanno ed il bluff, non sempre riesce. Noi non abbiamo delle belle carte…… Non volermene! Forza Viola!!

      Rispondi Mi piace Non mi piace
      1. Marco.O. - 3 mesi fa

        Vista la partita con l’inter un punto è stato guadagnato, in quanto a pioli erano anni che non si vedeva un abbaglio del genere (vedi ruolo di hugo), è dall’inizio dell’anno che non fà una mossa che mette in affanno l’avversario. non sò che altro studiano pioli e i suoi strateghi prima delle partite.

        Rispondi Mi piace Non mi piace
      2. bianco - 3 mesi fa

        vedere giocare l’Inter e sentire Spalletti che bla bla bla bla parla di tutto all’infuori della partita vomitevole della sua squadra mi fa’ rivalutare alla grande il nostro mister considerando anche che lui e’ alla guida di giocatori strapagati e lui stesso ha uno stipendio 3/4 volte tanto quello di Pioli

        Rispondi Mi piace Non mi piace
      3. Ottavio - 3 mesi fa

        Diciamo allora che è il migliore allenatore d’ Italia, ma la marcatura di un centrale difensivo di stazza su una mezzapunta tecnica è una scelta aberrante, inspiegabile.
        Oltretutto un’ ulteriore assurdità è che Hugo è mancino di piede e quando Ilicic si accentrava andava sul suo destro e faceva quello che voleva, seppoi ci aggiungi che gli aiuti/raddoppi dovevano arrivare da Gerson che andava a due all’ ora, il frittatone è stato completo.
        Poi puoi avere anche pareggiato, ma per andare in finale adesso è parecchio difficile prorio per colpa sua… purtroppo.

        Rispondi Mi piace Non mi piace
        1. antonio capo d'orlando - 3 mesi fa

          Ti ricordo che ultimamente Gerson era la seconda scelta di Mirallas. Quindi a bocce ferme, non avrebbe giocato….

          Rispondi Mi piace Non mi piace
        2. Hatuey - 3 mesi fa

          Che un piede sinistro non possa marcare un piede sinistro perché gli va sul destro è una battuta da Zelig. Devi aver fatto il super corso a Coverciano.

          Rispondi Mi piace Non mi piace
          1. antonio capo d'orlando - 3 mesi fa

            …vuol dire che imparerò da Te che lo hai fatto (quello da tastiera). Buona serata e Forza Viola!

            Mi piace Non mi piace
        3. 29agosto1926 - 3 mesi fa

          Infatti il secondo tempo lo ha marcato un difensore, solo che più in palla, e le cose sono andate diversamente. Tutti bravi la domenica sera

          Rispondi Mi piace Non mi piace

Recupera Password

accettazione privacy