Piccoli campioncini crescono

Piccoli campioncini crescono

Continua la favola di Perez e Chiesa. I due giovani sono stati protagonisti nella vittoria della Primavera contro la Juventus in Coppa Italia. La Fiorentina se li coccola

I gemelli del gol. La favola di Joshua Perez e Federico Chiesa continua. Per l’americano, prima il debutto in Serie A a San Siro ad appena diciotto anni, poi il gol in Primavera negli ottavi di Coppa Italia contro la Juventus. Sono giorni speciali per il giovane classe 1998. La rete segnata oggi pomeriggio, quella dell’1-3, ha, di fatto, chiuso i giochi ed evitato alla Fiorentina minuti di sofferenza, vista la marcatura di Zeqiri al 61′. Un piattone mancino chirurgico arrivato dopo uno splendido assist di Chiesa.

E qui le note liete aumentano perché il figlio di Enrico è stato il trascinatore della formazione di Federico Guidi a Vinovo. Corsa, qualità, sacrificio, passaggi illuminanti e un gol. E che gol. Bellissimo, un cioccolatino. Dribbling su un paio di avversari saltati come birilli e tiro di destro a giro diretto all’incrocio dei pali. Un’opera d’arte dipinta al 90′, nel momento di maggior stanchezza.

La Fiorentina se lo coccola e non potrebbe essere altrimenti. Le stimmate del campioncino ci sono. Lo ha capito anche Sousa che non ha esitato un attimo a promuoverlo in prima squadra e a etichettarlo come futura bandiera.

Il club gigliato ha in casa due giovani dal potenziale notevole e con ampi margini di miglioramento. Il futuro è dalla loro parte. Perez – come scritto sopra – è nato nel 1998, Chiesa nel 1997. L’importante è non soffocarli di troppe, inutili pressioni. E poi chi lo sa: se son rose…

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy