La possibile svolta tattica della Fiorentina: il campo chiama, Pioli risponde?

La possibile svolta tattica della Fiorentina: il campo chiama, Pioli risponde?

Le ultime due partite della Fiorentina offrono a Pioli una nuova idea tattica: da necessità a virtù?

di Simone Bargellini, @SimBarg

C’è un dato molto interessante che emerge dalle ultime due partite della Fiorentina contro Sampdoria e Chievo. In entrambi i casi i viola dopo l’espulsione hanno saputo rendersi pericolosi persino di più che in parità numerica. In poco più di 80′ complessivi con l’uomo in meno (gli ultimi 50′ con i blucerchiati e i 30′ abbondanti al Bentegodi) la squadra di Pioli ha prodotto 4 gol e 2 legni. Niente male. Merito dell’inferiorità numerica? Beh, secondo la teoria del grande Liedholm, in 10 uomini si gioca meglio. Sarà forse per questo oppure – più probabile – sarà merito del fatto che in entrambe le circostanze d’emergenza, Pioli ha abbassato il baricentro della Fiorentina, lasciando il pallino agli avversari e affidandosi alle ripartenze di Muriel e Chiesa, due che in campo aperto possono fare a pezzi le difese avversarie. E così è stato.

Ora però la domanda sorge spontanea: e se la necessità diventasse una stabile virtù? Del resto il progetto tattico adottato finora, con 3 attaccanti e la ricerca di un maggior possesso palla degli avversari – come spesso è accaduto, dati Lega Serie A – non è che abbia dato grandi risultati sia sul piano estetico che della concretezza. Anche perchè le caratteristiche dei mediani viola non si sposano con il palleggio. E allora magari un gioco più utilitaristico, con una rivisitazione del vecchio “difesa e contropiede”, sulla scia di quanto sta facendo il Parma rivelazione, potrebbe forse rivelarsi ben più fruttuoso. Con le due schegge là davanti e magari un Simeone sacrificato (almeno in certe partite) in favore di un centrocampista in più. Chissà che Pioli non ci stia seriamente pensando.

LEGGI DUE PARERI ILLUSTRI SULLA NOSTRA “PROPOSTA” TATTICA

vnconsiglia1-e1510555251366

Mencucci: “Chiesa per noi è come un figlio”. E poi apre alla seconda squadra

Il parere di Rialti: “Meglio giovani e imperfetti che menefreghisti”

8 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

  1. CippoViola - 3 settimane fa

    Palla lunga e pedalare e la Roma (non senza colpe) perde 7:1

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  2. bianco - 3 settimane fa

    per me come gioco la Fiorentina ha date il meglio di se il primo tempo contro la Samp eravamo con tre punte e a centrocampo Edimilson che fino alla cavolata che ha fatto era stato il migliore in campo

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  3. Up The Violets - 3 settimane fa

    Soluzione senza dubbio astutissima: come voi probabilmente saprete, per fare il contropiede bisogna prima DIFENDERSI (si parla giustappunto di “DIFESA e contropiede”); occorre avere un reparto arretrato pressoché impenetrabile e SOLO DOPO CONTRATTACCARE.

    Quindi voi mi stareste dicendo che vorreste giocare “DIFESA (ripeto) e contropiede” con una squadra che ha preso tre pappe più un rigore (fortunatamente parato) dal Chievo ultimissimo per distacco e che nelle ultime DIECI partite ha subito QUATTORDICI gol?

    Un’idea senz’altro brillante, non c’è che dire. Forse però sarà il caso di metterla in atto quando al posto di Vitor Hugo e Biraghi ci saranno due difensori capaci di difendere, quando in porta ci sarà un portiere e non Lafont e quando magari si sarà messo davanti alla suddetta difesa un mediano degno di tale nome, al contrario di quelli che ci sono ora…

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  4. Cinghialino - 3 settimane fa

    Questa squadra dovrebbe giocare così per le caratteristiche dei singoli, non abbiamo grandi doti di impostazione a centrocampo. Secondo me renderebbero meglio tutti, anche Simeone che qualche bella sgroppata di 50mt ce l’ha fatta vedere. Muriel poi per questo tipo di gioco è perfetto.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  5. bitterbirds - 3 settimane fa

    considerando che la difesa e il centrocampo non reggono neppure il semolino apprestiamoci quindi a vedere punteggi tennistici – che comunque mi divertono più di un pareggino fra due squadre impaurite

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  6. viola47 - 3 settimane fa

    conoscendo Pioli e’ proprio la sua idea di calcio anche perche’ ha dei limiti nel dare un gioco alla squadra….purtroppo questo e’ sempre stato il suo limite anche nelle altre squadre. E’ simile a Mazzarri e Donadoni ma niente a che vedere con Sarri e Montella

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. rudy - 3 settimane fa

      Scusa, ma con a disposizione i vari Noorgaard, Edimilson, Dabo quale gioco dovrebbe dare Pioli alla squadra. Quale sarebbe il rendimento di Gerson se potesse giocare con Pizarro vicino te lo sei mai chiesto.

      Rispondi Mi piace Non mi piace
  7. CippoViola - 3 settimane fa

    A Simò! Questa me l’hai fregata :)
    http://www.violanews.com/stampa/pezzella-e-il-crollo-del-reparto-difensivo-la-fiorentina-senza-certezze/

    Scherzi a parte con l’arrivo di Muriel è l’unica soluzione secondo me che non conto una cippaviola.

    Rispondi Mi piace Non mi piace

Recupera Password

accettazione privacy