Norgaard avverte: “Non mi piace fare panchina. Se le cose non cambiano, succederà qualcosa”

Norgaard avverte: “Non mi piace fare panchina. Se le cose non cambiano, succederà qualcosa”

Altre dichiarazioni di Norgaard dalla Danimarca: “L’allenatore e il direttore mi dicono che hanno fiducia, ma voglio vedere cambiamenti a breve”

di Simone Bargellini, @SimBarg

Dopo l’intervista rilasciata ieri a La Nazione (LEGGI QUI), Christian Norgaard ribadisce alcuni concetti parlando in Danimarca, con qualche sfumatura diversa: “E’ stato un inizio di stagione difficile per me, avrei voluto più spazio ma sono paziente e lavoro al massimo. In questo periodo sto parlando anche con un mental coach, tanta concorrenza mi spinge a dare di più. Ci sono tanti centrocampisti di qualità nella Fiorentina, ma non devo cercare scuse se non gioco o pensare che vada bene così” ha detto Norgaard a Bold. “L’allenatore e il direttore sportivo dicono che vedono un grande futuro per me nella Fiorentina, questo mi dà fiducia. Sicuramente non rimarrò qui 4 anni in questa situazione. Mi aspetto che le cose cambino durante questa stagione, altrimenti la prossima estate succederà qualcosa”.

 

vnconsiglia1-e1510555251366

Il derby delle illusioni: quando una proprietà facoltosa non basta…

3 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

  1. user - 6 mesi fa

    Simone dai un 4 almeno a questi che non riesci mai a darlo neanche Pjaca nelle peggiori giornate!

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  2. Leo - 6 mesi fa

    questa testata sembra che a volte vuole più male che bene alla Fiorentina. Mi spiego, con certi titoli non fa altro che “aizzare” il tifoso, facendo passare uno ad uno i giocatori della rosa come ingrati, maleducati, svogliati, viziati e chi più ne ha o più ne metta. Non mi aspetto che faccia bei articoli su questioni tecnico tattiche, ma a volte sembra peggio delle riviste di gossip per come raffazzona titoli.
    Scrivere in rosso:” Ultimato, sentite Norgaard “Così non va bene, se le cose non compieranno…” Per poi aprire un altro virgolettato nel titolo “NOn mi piace fare panchina. Se le cose non cambiano succederà qualcosa” dà un senso completamente diverso a quelle che sono le parole riportate nell’articolo. Primo il vigolettato si usa per riportare le parole esatte e non per tagliare un pezzo qua e in là. Per secondo appunto, se si omette il periodo temporale “non rimarrò 4 anni in questa situazione, sembra che questo da qui a gennaio stia nello spogliatoio a far casino… Per favore, lo dico senza voler offendere, fate dei titoli consoni, che a pensar male (purtroppo) si fa tutti troppo in fretta.

    R: I titoli giornalistici estremizzano un po’ il concetto, sia in bene che in male. Non puoi però dire che il concetto è completamente diverso, Norgaard ha detto che se le cose non cambieranno, la prossima estate si comporterà di conseguenza. Ed è quello che c’è scritto nel titolo. Saluti

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. Aoi_Haru - 6 mesi fa

      Non è per nulla vero che sia quello che c’è scritto nel titolo. La situazione è quella descritta da Leo e nel sottotitolo specificate “a breve”, e a breve sfido a interpretarlo come “in estate”. Che marciate su titoli ingannevoli o che inganniate per errore/mancanza di chiarezza, il problema rimane. Non è traspare certo gran professionalità.

      Rispondi Mi piace Non mi piace

Recupera Password

accettazione privacy