Muriel: “Grazie al pubblico e… a Chiesa. La punizione con l’Inter? A volte entra”

Muriel: “Grazie al pubblico e… a Chiesa. La punizione con l’Inter? A volte entra”

Le parole di Muriel in zona mista dopo il 3-3 con l’Atalanta

di Iacopo Nathan

Intervenuto in zona mista dopo il match con l’Atalanta, l’autore del 3-3 Luis Muriel ha parlato in zona mista: “Oggi per noi era importante non prendere gol e non ci siamo riusciti. Per come si era messa il pareggio ci dà morale, poteva andare peggio ma siamo riusciti ancora una volta a ribaltare un risultato negativo come con l’Inter. Non ci arrendiamo mai, anche oggi ne abbiamo dato dimostrazione, adesso andremo a Bergamo a giocarci il passaggio del turno”.

Sui 5-10 minuti di black out: “Rimaniamo sempre dentro la partita. Oggi siamo stati sorpresi dai primi due gol,  dobbiamo evitare prendere gol su azioni che non sembravano pericolose, lavoriamo sui particolari e lottiamo sempre”.

Intesa con Chiesa? “Ci troviamo bene, è un ragazzo splendido. Balla e canta, gli piace quando metto il reggaeton nello spogliatoio. Mi trovo bene con tutti e anche oggi ha dimostrato di essere un grande giocatore”.

Il pubblico fiorentino? “E’ un pubblico che come a Genova che ti trasmette calore e affetto, ti senti amato e benvoluto da tutti. Per noi è una forza per noi, è normale che il pubblico si emozioni e trascini la squadra, non ti lascia mai da solo. Sia in casa che fuori c’è sempre tanta gente, in campo puoi solo far bene quando senti questo amore”.

La punizione con l’Inter? “Ho cercato di calciare lì, quando sei lontano cerchi la potenza, a volte riesci a volte no”.

vnconsiglia1-e1510555251366

Ancora Pioli: “Hugo? L’avevamo preparata così. Gasperini? Chiesa è ammirato in tutti gli stadi”

Coppa Italia – A Bergamo serve vincere, ma il bilancio esterno nella gestione Della Valle non è positivo…

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy