Milenkovic e un’inversione di marcia: cosa succede al difensore serbo?

Milenkovic e un’inversione di marcia: cosa succede al difensore serbo?

Il difensore è calato nel rendimento ed è diventato un problema per la Fiorentina

di Redazione VN

Le ultime prestazioni di Nikola Milenkovic non sono state all’altezza delle aspettative. Da gennaio, quando la difesa ha iniziato a perdere pezzi e colpi, il difensore serbo è entrato in un vortice di insicurezze e imprecisioni che, tra posizione centrale e laterale, hanno condizionato il reparto arretrato viola. Certo, anche i compagni non hanno brillato e, più di una volta, Stefano Pioli ha dovuto lottare contro una coperta davvero corta. Restano, però, alcuni errori pesanti, come quello di Cagliari, quando sul cross a rientrare indirizzato verso il secondo palo di Fabrizio Cacciatore, Joao Pedro è sfuggito a Milenkovic battendo Pietro Terracciano. Che le voci di mercato possano averlo distratto? Chissà, ma la colonna vista fino a dicembre al momento latita.

Violanews consiglia

Nessuna rivoluzione fino a fine stagione: i profili dei possibili sostituti di Pioli e Freitas

7 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

  1. alesquart_3563070 - 2 giorni fa

    Mah….durante il mercato di gennaio girava la voce che un difensore aveva chiesto di essere ceduto. E non era Laurini….può essere Fantacalcio. Ma di strategie per abbassare il prezzo di vendita se ne sono viste e se ne stanno vedendo (Cannavaro, Icardi…)

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  2. pino.guastell_9534945 - 2 giorni fa

    Quante colpe ha la Redazione di Violanews su Milenkovic. Dal giorno in cui avete pubbicato la notizia che in Inghilterra stavano impazzendo per avere subito il giovane serbo della Fiorentina aggiungendo che la società aveva rifiutato l’offerta di 60 milioni euro il giovane difensore è calato improvvisamente al punto che oggi vale sì e no dieci milioni di euro. La sua valutazione è calata paurosamente in linea comunque con le sue oscene prestazioni dall’inizio del girone di ritorno. Riflettete voi della Redazione di Violanews prima di bruciare sul nascere un potenziale talento che è sfotunato di per sé in quanto ad allenarlo c’è l’attuale scarsone mister della Fiorentina Stefano Pioli. Con un altro allenatore Milenkovic sarebbe tra i migliori difensori del campionato italiano. Invece è stato già bocciato prima ancora di germogliare. Grazie Pioli: un’altra perla da aggiungere alla sua corona di spine.

    —-

    Quindi se Milenkovic gioca male è colpa nostra?
    La Redazione

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  3. glomantic - 2 giorni fa

    Si fanno diventare fenomeni troppo alla svelta , girano voci che vale 40 milioni ed allora è un fenomeno, Milenkovic al momento nell arco di una stagione vale la sufficienza , sicuramente ha potenzialità, si ritorna lì ha 21 anni in prospettiva è forte visto che mediamente un calciatore specialmente difensori e centrocampisti raggiungono il massimo verso i 25 anni, noi dobbiamo crescerli avere pazienza e vederli giocare bene da altre parti, al momento rende meglio da terzino perché le magagne si vedono meno….

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  4. Alan1971 - 2 giorni fa

    Giocatore al massimo discreto, preso per fare una plusvalenza e nient’altro e che, se fosse stato lontanamente un fenomeno, non sarebbe mai approdato da queste parti per 5 milioni.
    E questo lo dico dall’anno scorso, quando, con tale fenomeno, si arrivò 8° e ora siamo 10°.

    Ma dura è farlo capire a cervelli ottenebrati dalle balle dei media paraculi, sodali di Vernole, esaltatori di fenomeni quali Saponara, Hugo, Eysseric, Gil Dias, Zekhnini, Simeone, Cristoforo, Sanchez, Maxi Oliveira, Biraghi, Sportiello, Dabo, Gerson e Pjaca…. tutti fenomeni, a sentir loro e a sentir la Volpe del Salento.

    L’unico ottimo giocatore – prospetto di campione – è naturalmente Chiesa che, altrettanto naturalmente, non è stato certo comprato dalla Volpe, che se l’è ritrovato pronto in tavola e tra un po’ lo venderà a tranci.
    La Volpe non riconoscerebbe un talento neanche se gli palleggia sul divano, come ampiamente dimostrato dalla sua carriera tra Casarano e Lecce e dai casi Zaniolo e Mancini.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  5. The Count of Tuscany - 2 giorni fa

    I contestatori di Milenkovic sono gli stessi contestatori di Alonso. Milenkovic giocatore di livello superiore al nostro, andrà a giocare in premier league e noi ci cuccheremo rasmussen.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. Alan1971 - 2 giorni fa

      Potresti avere ragione ma ne dubito.
      Per amore di conversazione, potresti citare 4-5 partite di questo anno e dello scorso, in cui Milenkovic ha dimostrato di essere un “giocatore di livello superiore al nostro”….?….

      Per “giocatore di livello superiore al nostro” io ad esempio intendo uno come Chiesa, cioè uno che, nel proprio reparto, fa davvero la differenza.
      Non per intenderci un buon giocatore o discreto, per capirsi. E neanche 1 o 2 partite, perchè anche Ceppitelli o Falcinelli avranno fatto 2 partite da fenomeni in carriera….
      Per favore ricordami quali partite così straordinarie avrebbe fatto, perchè io non ne ricordo neanche una.

      Rispondi Mi piace Non mi piace
  6. Gasgas - 2 giorni fa

    Non è successo niente, semplicemente è un giovane, il problema è che qui per coprire-giustificare la mediocrità in cui siamo era già diventato un fenomeno.

    Rispondi Mi piace Non mi piace

Recupera Password

accettazione privacy