L’iniziativa Quarta Categoria prima di Fiorentina-Bologna: tanti fondi raccolti grazie ai tifosi viola

L’iniziativa Quarta Categoria prima di Fiorentina-Bologna: tanti fondi raccolti grazie ai tifosi viola

Fiorentina ancora protagonista nel progetto promosso dalla FIGC

di Redazione VN

Tornano ad incontrarsi al Franchi le due squadre “adottate” dalla Fiorentina nell’ambito del Progetto Quarta Categoria, il Torneo di calcio a 7 per ragazzi con disabilità cognitivo-relazionale promosso dalla FIGC e sostenuto dal Centro Sportivo Italiano, grazie alla collaborazione di tutte le componenti del mondo del calcio.

La Fiorentina, attraverso la sua Fondazione, ha ospitato la rappresentativa dell’AC Ossona per visitare il centro tecnico di Coverciano e il Museo del Calcio. Poi, insieme agli amici della Quarto Tempo Firenze, i ragazzi hanno visitato l’Artemio Franchi con un tour esclusivo dello Stadio che è culminato con l’incontro con la prima squadra alla vigilia di Fiorentina – Bologna. La serata è proseguita con una cena insieme nel segno dell’amicizia e del gemellaggio tra le due Fiorentina For Special impegnate nei rispettivi gironi regionali del Torneo Quarta Categoria.

Domenica mattina invece, le due squadre sono scese in campo per una partita dimostrativa sul prato del Franchi. Gara vera, con tanti goal e molte esultanze ‘da grandi’, e alla fine una premiazione speciale con protagonista il club manager e bandiera della Fiorentina, Giancarlo Antognoni. I ragazzi hanno vissuto una giornata da campioni all’insegna del motto #iovogliogiocareacalcio. Grande la generosità dei tifosi viola che con le loro offerte hanno permesso di raccogliere quasi 3.000 Euro che verranno destinati ai progetti speciali delle due società sportive.

Quarta Categoria è il primo torneo nazionale di calcio a 7 riservato ad atleti con disabilità intellettivo- relazionale e patologie psichiatriche promosso dalla Federazione Italiana Giuoco Calcio con il sostegno del Centro Sportivo Italiano, grazie alla collaborazione di tutte le componenti del mondo del calcio. La caratteristica unica del torneo è la formula dell’adozione: la maggior parte delle squadre Special coinvolte sono state “adottate” in tutta Italia da Club di Serie A, Serie B, Lega Pro e Lnd, che hanno fornito agli atleti i kit tecnici ufficiali manifestando grande sensibilità e vicinanza al progetto fin da subito.

(Violachannel.tv)

Violanews consiglia

Né 3-5-2 né 4-3-3: ecco il modulo scelto ieri da Montella [GRAFICO]

Batistuta consiglia Chiesa: “A volte è meglio restare dove si vive bene”

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy