L’Europa, lo spettro del fallimento, il rinnovo di Pioli. E DiFra è nuovamente sul mercato

L’Europa, lo spettro del fallimento, il rinnovo di Pioli. E DiFra è nuovamente sul mercato

L’allenatore sondato da Corvino per il dopo-Sousa è nuovamente sul mercato

di Alessandro Nepi

Il legame tra Stefano Pioli, la Fiorentina e Firenze è saldo. Un rapporto umano nei momenti difficili, la bontà del mister nel gestire la rosa, la serenità che la piazza ha promesso fin da subito. E anche un anello a sancire ancor più l’amore tra l’allenatore e la città. Se da un lato tutto sembra filare per il verso giusto, con la proprietà contenta di aver affidato a Pioli la panchina viola, dall’altro la classifica stride a quello che, sulla carta, viene rappresentato come un matrimonio perfetto, senza crepe.

La sconfitta contro l’Atalanta ha messo a nudo ancora una volta i limiti della Fiorentina, autrice di un campionato troppo altalenante – più di quanto non lo sia stato per le concorrenti all’Europa – per poter credere di puntare in alto. La Coppa Italia ha donato una via alternativa, percorribile ma in salita («Do il 51% a loro e il 49% a noi», ha ammesso il tecnico gigliato) e che potrebbe portare al ‘Franchi’ il primo trofeo maschile della gestione Della Valle. La squadra è concentrata sull’obiettivo europeo e, per bocca degli stessi protagonisti, la fiducia nel raggiungerlo non si è estinta. La chiamata con la Lazio, però, sarà verosimilmente l’ultima.

In caso di risultato negativo nella gara in notturna di domenica, i giochi si faranno sostanzialmente impossibili. Soprattutto se tra Atalanta e Sampdoria le cose dovessero mettersi bene per le due formazioni in causa. E il terzo anno senza Europa – Coppa Italia permettendo – avrebbe il sapore di un aspro fallimento. «Vogliamo migliorare il piazzamento dello scorso anno», ripete da inizio stagione la società: la meta non sarebbe raggiunta. Il contratto di Pioli prevede un’opzione per il prolungamento che, senza piazzamento internazionale, potrebbe sfumare. Nella settimana da dentro o (quasi) fuori, Eusebio Di Francesco è stato allontanato dalla Roma. Proprio l’allenatore che la Fiorentina aveva sondato prima di virare su Pioli. Chissà.

Violanews consiglia

Serie A – Classifica: salgono Atalanta, Samp e Toro. La Fiorentina resta da sola al 10° posto

20 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

  1. Gasgas - 2 settimane fa

    Nuovo progetto tecnico cambiando dg e allenatore. Quello devono fare.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  2. massimo_383 - 2 settimane fa

    La squadra difficilmente potrà raggiungere i suoi obiettivi, pertanto confermare Pioli sarebbe l’ennesima provocazione della proprietà.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  3. Mario - 2 settimane fa

    Difra buon allenatore per una squadra di giovani

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  4. Pellegrini - 2 settimane fa

    caro pioli, visto che l’atalanta ha a disposizione 2 risultati su 3, è matematicamente impossibile che ci sia un 51/49%.. forse è piu realistico un 70/30 o 60/40… non ci prendiamo in giro.

    E’ vero che la nostra rosa ha degli ottimi singoli che tutti vorrebbero (chiesa, milenkovic, vertout, pezzella, lafont, ecc ecc) ma manca un gioco da inizio anno che sia diverso dal “palla lunga a chiesa e vediamo che succede” e questo non si può che imputare a pioli.

    io cambierei sia l’allenatore che corvino

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  5. Gariboldi - 2 settimane fa

    La squadra è modesta e figlia di tre anni di ridimensionamento costante, ma ha almeno 5 punti meno di quanto poteva avere con qualsiasi altro allenatore di livello medio. Ricordo che nel girone d’andata lo schema era: palla lunga e speriamo in Chiesa, nel girone di ritorno è diventato, palla lunga e speriamo che Chiesa e Muriel inventino qualcosa.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  6. tonipilat_1415134 - 2 settimane fa

    cambiare pioli con difra non mi sembra si vada poi a migliorare granchè. io preferirei Gasp, antipatico ma ottimo allenatore. altrimenti uno che ci faccia giocare a ritmi più alti, anche senza avere grandi giocatori in rosa. più o meno come giocava mazzarri a napoli, ritmi alti e aggressività, non abbiamo niente di tutto questo!!

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  7. Maxpar - 2 settimane fa

    Insistete con Pioli è da tafazzi

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  8. mops - 2 settimane fa

    Me frego dei pollici verso o dei like! Ma io preferisco Semplici! sfv’57

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  9. Lusoviola - 2 settimane fa

    Salve a tutti, non ho mai visto giocare la primavera di Bigica, ma qualcuno mi sà dire se potrebbe essere un buon allenatore per la 1a squadra?
    Su Pioli anche a me sembra um grande motivatore ma é anche vero che ha commesso errori gravi quest’anno su disposizione della squadra sia all’inizio che a partita in corso,
    Grazie

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  10. glomantic - 2 settimane fa

    Ci vogliono i giocatori per ottenere i risultati, fate un bell articolo sul mercato fallimentare , dite che siamo partiti senza attaccante, con un centrocampo disastroso dopo che se ne era andato il nostro migliore e con un portiere Baby che ci fa prendere gol a diritto anche se fra cinque anni farà plusvalenza…. ridicoli

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  11. Ottavio - 2 settimane fa

    Ma è lo stesso che era in panchina quando gliene abbiamo date sette ?

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  12. NOX - 2 settimane fa

    Prendiamo subito Di Francesco!!!!

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  13. folder - 2 settimane fa

    Come siete sdolcinati……Il legame tra Stefano Pioli, la Fiorentina e Firenze è saldo. Un rapporto umano nei momenti difficili, la bontà del mister nel gestire la rosa, la serenità che la piazza ha promesso fin da subito.Pioli è un incompetente.E’ stato esonerato in quasi tutte le piazze dove ha provato a fare l’allenatore non riuscendovi.Credo sia il peggior allenatore che sia mai stato a Firenze e Voi continuate a tirargli la volata:ma dite le cose come stanno:mai una gestione mediocre e deficitaria come quella di Mister Scarsone:
    e il legame tra Pioli e Firenze sarebbe saldo?Piuttosto il legam,e è saldo con gli arpagoni marchigiani: a loro basta non spendere….poi…se si va in B…chi se ne frega….o anche meglio: si pigliano i soldi del paracadute!

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. L'Omino di Ferro - 2 settimane fa

      D’accordo all’80% … Ma Sinisa era peggiore …

      Rispondi Mi piace Non mi piace
    2. mannishboy - 2 settimane fa

      Peggiori di pioli, vediamo… Carosi, Giorgi; Vierchowod; quell’altro pelato in c2 che voleva la Champions, snisa e rossi. Poi a mio parere Terim era un bluff assoluto che puntò su una preparazione ad hoc per fare bene mezzo campionato: soggetto detestabile

      Rispondi Mi piace Non mi piace
  14. ottone - 2 settimane fa

    Siamo sempre qui, non ci si muove di qui. O i DV passano la mano a favore di qualcuno (?!) che investe su Firenze calcistica (specifico calcistica), oppure con questi bellimbusti NON SI VA DA NESSUNA PARTE. DA NESSUNA PARTE. Hai voglia di Di Francesco o simili …

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. L'Omino di Ferro - 2 settimane fa

      Ero un bimbo e s’aspettava qualcuno che investisse nella Fiorentina … Fra poco vado in pensione …

      Rispondi Mi piace Non mi piace
      1. mannishboy - 2 settimane fa

        Vai in pensione? Almeno quello! Beato te

        Rispondi Mi piace Non mi piace
  15. MASSIMO DUBAI - 2 settimane fa

    La partita con la Lazio non è determinante. Fin quando la matematica dice il contrario si combatte. Potrebbero esserci sorprese anche nelle ultime tre giornate. La classifica è corta.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  16. gianni69 - 2 settimane fa

    Mah

    Rispondi Mi piace Non mi piace

Recupera Password

accettazione privacy