La Fiorentina adesso cambia vestito… oppure no

La Fiorentina adesso cambia vestito… oppure no

L’arrivo di Muriel apre il dibattito: Pioli modificherà il sistema di gioco o adatterà il colombiano al 4-3-3 visto (quasi sempre) fin qui?

di Alessandro Bracali, @alebracali9

Una cosa è certa: da qui alla prossima gara ufficiale della Fiorentina (il 13 gennaio contro il Torino in Coppa Italia) ci sarà da divertirsi, anche senza partite. Perchè il mercato apre nuovi interrogativi in casa viola. E non solo quello. Già la partita di Genova, l’ultima del 2018, aveva lasciato alcuni spunti interessanti parlando di disposizione in campo della squadra: il ritorno di Milenkovic al centro della difesa (seppur per causa di forza maggiore, ossia la squalifica di Vitor Hugo) così come quello di Veretout nel ruolo di mezz’ala, infine l’utilizzo di Mirallas come trequartista tattico alle spalle di Simeone e Chiesa. E adesso? L’arrivo di Muriel lancia nello stagno gigliato un sasso importante: Pioli con l’arrivo del colombiano giocherà a due punte, affiancandolo al Cholito, oppure li considererà semplici alternative? Difficile dirlo adesso, così come è difficile credere che uno dei due possa finire davvero in panchina. E poi tanti (quasi tutti, in pratica) addetti ai lavori interpellati in questi mesi sulla crisi d’identità di Simeone hanno sempre detto che l’ex Genoa avrebbe potuto dare il meglio di sè con un’altra punta effettiva al fianco, un po’ come succedeva due anni fa nella squadra rossoblù, quando l’argentino per una parte della stagione aveva condiviso l’attacco del Grifone insieme a Leonardo Pavoletti.

Dunque, al momento, l’ipotesi più concreta potrebbe essere quella di un ritorno al 3-5-2 con davanti la coppia Simeone-Muriel e Chiesa relegato sulla fascia, come accaduto contro l’Empoli lo scorso 16 dicembre, quando davanti, accanto al Cholito, aveva giocato Mirallas. Più difficile un 4-3-3 con Muriel esterno, così come il 4-4-2, considerando che Pioli predilige da sempre il centrocampo a tre. Al di là di tutto questo, poi, due sono gli aspetti importanti: con Muriel a cambiare dovrà essere soprattutto il gioco offensivo dei gigliati ma anche il peso dell’attacco viola in termini di numeri. La Fiorentina deve per forza segnare di più se vuol puntare all’Europa.

Violanews consiglia

Ufficiale: ecco Muriel! Arriva dal Siviglia in prestito con diritto di riscatto

 

11 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

  1. iG - 3 mesi fa

    Questo prima di entrare in campo deve dimagrire 20 chili
    Quando ne avra’ persi 5 e avra’ fatto un goal nel girone di ritorno sara’ gia’ tempo di fine prestito.
    Ale’, altro giro altra corsa con la Bracciniiiiiiii e Braccialettiiiiii

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  2. Tagliagobbi - 3 mesi fa

    Secondo me proverà un 4312 o 4321 con Chiesa trequartista (prima versione) o sulla sx a rientrare al tiro.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  3. Fantero - 3 mesi fa

    Premesso che io metterei in panchina Bideone, torneremo sicuramente al 3-5-2 con Biraghi e Chiesa sugli esterni.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. iG - 3 mesi fa

      Pioli il 3 – 5 – 2 nemmeno lo conosce
      Conosce solo il modulo tutti indietro rinvio e corri Chiesa

      Rispondi Mi piace Non mi piace
  4. CippoViola - 3 mesi fa

    Altra storia al Genoa Pavoletti è alto 1.90 più che degno nel gioco aereo, meno dinamico di Simeone che infatti gli trotterellava intorno.. Pioli se sceglie di cambiare e passare a due punte o passa al 352 sfruttando tutti i centrocampisti che ha, oppure un 442 con il centrocampo a rombo (Mirallas, Veretout, Norgaard, Benassi/Edimilso/Gerson) che poi è la degenerazione di un 433. Ma temo che non cambierà nulla invece. Aspettiamo poi di vedere cosa spunta fuori per la regia arretrata, se si innamora di Norgaard arretrato e Veretout nella sua posizione naturale occorrerà un’alternativa al danese.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  5. Violino - 3 mesi fa

    Complimenti per l’articolo. Io avrei un’altra soluzione fantasiosa: vendere Simeone all’atletico madrid. Prendere Gabbiadini da mettere a sinistra con Muriel centrale e Chiesa a sinistra.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. Alessandro Bracali - 3 mesi fa

      Ti ringrazio. Per quanto riguarda Simeone, non credo che al momento sia favorevole cederlo, causa “svalutazione”. Non dimentichiamoci che la Fiorentina ha speso quasi venti milioni per lui…

      Rispondi Mi piace Non mi piace
    2. Violino - 3 mesi fa

      E.C. ovviamente Gabbiadini a destra

      Rispondi Mi piace Non mi piace
    3. ViolaLuke - 3 mesi fa

      Sono d’accordo.
      Se fosse possibile, anche io venderei Simeone e prenderei Gabbiadini.
      Chiesa a sinistra, Gabbiadini a destra e Muriel in mezzo: una soluzione che mi piace moltissimo.
      Purtroppo anche io non credo che Simeone sarà venduto a gennaio, perché attualmente svalutati.
      Opterei quindi per un 352 con Chiesa e Biraghi sulle fasce e due attaccanti che si aiutano fra di loro. Soprattutto 3 centrocampisti in mezzo: il centrocampo di Pioli è il “deserto dei tartari”, non c’è anima viva, con la conseguenza che è difficile costruire e si va in affanno se pressati alti.

      Rispondi Mi piace Non mi piace
  6. didino5_459 - 3 mesi fa

    …su una cosa penso non ci siano dubbi…SE MURIEL E’ ARRIVATO E’ PER GIOCARE TITOLARE ….simeone o non simeone …pjaca o non pjaca…o chi volete voi.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  7. vecchio briga - 3 mesi fa

    Mi sa che Pavoletti è totalmente diverso da Simeone. Comunque è proprio lì la questione, Muriel al meglio è un mezzo fenomeno, ma non è un bomber. A noi ci serve il centravanti..

    Rispondi Mi piace Non mi piace

Recupera Password

accettazione privacy