I soliti noti e una suggestione che deve aspettare

I soliti noti e una suggestione che deve aspettare

dal nostro inviato a Malta

di Giacomo Brunetti, @gia_brunetti

Come preventivato, le novità devono aspettare. Vuoi perché le introduzioni devono essere progressive, vuoi perché c’è una partita importante che incombe e il tempo degli esperimenti non è permesso. Nella prima sgambata al ‘Centenary Stadium’ di Attard, a Malta, Stefano Pioli ha confermato in una seduta di intensità fisica svolta con il pallone il tridente che ormai sta divampando nelle gerarchie viola: Mirallas, Chiesa e Simeone.
Luis Muriel è apparso leggermente indietro di condizione, scattando e si fermandosi, chino sulle ginocchia, per riprendere fiato. Ha giocato poco negli ultimi tempi a Siviglia e il primo obiettivo dello staff sarà recuperarlo dal punto di vista della condizione: calcio nelle gambe e un utilizzo che, almeno nell’undici titolare, è obbligatoriamente rimandato. Nella partitella a chiosa dell’allenamento pomeridiano, il colombiano è stato schierato al centro dell’attacco “di riserva” completato da Pjaca e Sottil.
CLICCA PER LEGGERE TUTTE LE OPERAZIONI DI CALCIOMERCATO CONCLUSE DAI CLUB DI SERIE A

4 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

  1. 29agosto1926 - 3 mesi fa

    Insomma…… non è pronto fisicamente.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  2. Up The Violets - 3 mesi fa

    Quindi voi, da un esercizio di possesso 12 vs. 12 e da relativa partitella al seguito nella prima sgambata, avete già dedotto cosa farà Pioli tra quasi una settimana e nel prossimo futuro. Accidenti! Mi stupisco del fatto che ogni settimana ci siano così tanti errori nel prevedere le formazioni titolari, a questo punto.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. Saverio Pestuggia - 3 mesi fa

      Veramente con Pioli azzeccare la formazione non è poi così difficile…

      Rispondi Mi piace Non mi piace
      1. Up The Violets - 3 mesi fa

        Ciò nonostante, più di una volta scappa qualche Edimilson al posto di Gerson, qualche Mirallas al posto di Pjaca e viceversa… Strano, ripeto.

        Rispondi Mi piace Non mi piace

Recupera Password

accettazione privacy