Fiorentina-Inter, cosa tenere e cosa lasciare in vista della Coppa Italia

Fiorentina-Inter, cosa tenere e cosa lasciare in vista della Coppa Italia

Analizziamo i numeri della sfida del Franchi, terminata 3-3

di Redazione VN

Inevitabilmente l’aspetto tecnico e tattico di Fiorentina-Inter è passato in secondo piano. E il motivo sappiamo quale è. Proviamo ad andare oltre, perché, a differenza dei nerazzurri, la squadra di Pioli mercoledì avrà una semifinale di Coppa Italia da giocare.

Dal punto di vista della produzione offensiva la Fiorentina ha concluso dieci volte: due volte in porta (e due gol, entrambi su palla inattiva) e otto fuori, creando quattro occasioni da gol. Di contro, sono stati concessi sei tiri in porta su sette totali della squadra di Spalletti.

La Fiorentina ha tenuto palla per 18’10” (46%), con una leggera propensione nella metà campo avversaria (9’22” contro 8’48” nella propria). Sul fronte dei passaggi, i viola hanno avuto una percentuale di riuscita discreta (75%, Inter 77%), prediligendo i tocchi corti (158) e medi (106) a quelli lunghi (14). Sostanziale equilibrio anche tra azioni manovrate (14) e ripartenze (19).

Cosa significa tutto ciò? Che la squadra di Pioli ha saputo occupare con buona continuità la metà campo avversaria, tessendo bene una trama volta ad arrivare con rapidità negli ultimi venti metri, non perdendo tempo in inutili ghirigori. L’altra faccia della medaglia è la facilità con cui si è concesso all’Inter di arrivare alla conclusione e colpire, segno che la fase di non possesso è ancora migliorabile e non perfettamente oleata, ma anche l’imprecisione in zona gol.

Quanto ai singoli, Muriel ha calciato una volta e pescato l’incrocio su punizione. Chiesa e Gerson con le polveri bagnate (rispettivamente 4 e 3 tiri fuori). Veretout e Ceccherini primeggiano per palle giocate (76 e 52), passaggi riusciti (44 e 41) e, nel caso del difensore, percentuale di passaggi riusciti/tentati (87%). Vitor Hugo invece domina sui recuperi (8) e sui falli commessi (3).

Violanews consiglia

La Fiorentina è ancora affetta da pareggite. E resta in corsa per un triplo record

Amoruso: “Prendiamoci questo rigore inesistente. Pjaca dentro per disperazione”

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy