Eysseric, Saponara e il rebus del numero dieci: la palla passa a Pioli

Eysseric, Saponara e il rebus del numero dieci: la palla passa a Pioli

Nove i milioni di euro investiti in Saponara, cinque quelli necessari a portare Eysseric a Firenze in estate. Ma nessuno dei due sta rispettando le attese

Commenta per primo!

Pioli ha iniziato la stagione con due trequartisti più o meno ko. Il primo è Saponara, 9 milioni al presidente Corsi dell’Empoli e un infortunio malvagio che lo tiene lontano dal campo. L’altro è Valentin Eysseric, francese, arrivato dal Nizza per 5 milioni e la fama di assist man dai piedi molto dolci. Problemi anche per lui, che c’è, non c’è e poi di nuovo c’è. Vabbè, tanto all’inizio il posto ci sarebbe (nel 4-2-3-1) ma non ci sono loro. Poi loro (più o meno) ci sono, ma il posto non c’è più, perchè il 4-3-3 è stato messo in gioco da Pioli per dare un senso compiuto alla presenza di Benassi. Finché non tornano quei due. Infatti la Fiorentina senza numero dieci lavora moltissimo sulle fasce. Si va poco per vie interne: Chiesa è il grimaldello che salta l’uomo, crea superiorità numerica, spacca le difese. Anche i terzini salgono e crossano. Per un po’ a centrocampo funzionano gli inserimenti di Benassi, che poi, insieme a Thereau, si appanna un po’. Ma il fatto è che Eysseric non è stato un grande investimento, e comunque è sì un rifinitore ma sa farlo (in teoria) anche da esterno sinistro, il che significa che potrebbe prendere il posto di Thereau, che a 35 anni non può sempre brillare come ha fatto a inizio stagione, Saponara ha l’otto sulle spalle ma l’anima del vero numero dieci: piedi, visione, creatività, fantasia.

Leggi l’articolo integrale su La Repubblica in edicola oggi!

Violanews consiglia

Cinque cose da aspettarsi dalla Fiorentina al rientro dopo la sosta

Il profilo giusto: Tomáš Souček, da plasmare per la regia sulle orme di Barak

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy