Diks: “Ho un bel rapporto con Chiesa e gli do dei consigli. Sto aspettando la mia chance”

Diks: “Ho un bel rapporto con Chiesa e gli do dei consigli. Sto aspettando la mia chance”

Il terzino olandese racconta il suo momento con la Fiorentina e sulla gara di ieri dice: “Il rigore per l’Inter non c’era”

di Simone Bargellini, @SimBarg

Nella Fiorentina di questo inizio stagione, che sta riaccendendo l’entusiasmo della tifoseria, c’è chi è ancora in attesa di trovare spazio. Tra questi Kevin Diks, il terzino olandese rientrato in viola dopo il prestito al Feyenoord, che ha rilasciato alcune dichiarazioni all’ELF Voetbal, anche sulla gara di ieri sera: “Credo che il tocco di mano di Vitor Hugo fosse discutibile, l’arbitro non l’aveva visto e ha deciso dopo la chiamata del Var, non mi sembrava rigore” ha detto Diks che poi ha parlato anche del suo rapporto con Chiesa: “Abbiamo un ottimo rapporto, lui parla inglese e questo ha favorito i nostri contatti fin dai primi tempi che ero a Firenze e lui veniva dal settore giovanile. Ho un anno più di lui e cerco di dargli i consigli e di incitarlo a continuare così. E’ davvero cresciuto tanto negli ultimi due anni, può arrivare lontano. Questo vale per tutta la squadra, siamo giovani e abbiamo margini di crescita. In questo momento io sto aspettando la mia occasione, al momento sono una seconda scelta per l’allenatore che, però, questa estate ha dimostrato voglia di tenermi qui alla Fiorentina. Mi sento bene qui e credo sia l’ambiente giusto per esprimermi al meglio, dovrò lavorare duro e spero prima o poi di avere una possibilità”. LEGGI ANCHE: “BIRAGHI ARRANCA, E’ PRONTO HANCKO”

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy