Della Valle, riflessioni e attesa. A breve l’ora delle scelte

Della Valle, riflessioni e attesa. A breve l’ora delle scelte

Per i Della Valle è necessaria un’analisi a mente fredda. Massimo rispetto per la città. I fratelli non vogliono sfruttare i sentimenti di commozione per annunci a sorpresa

di Redazione VN

Su La Nazione si parla dei fratelli Della Valle. Il ritorno di Diego a Firenze ha fatto notizia, più ancora di quello di Andrea la cui passione calcistica – da sempre – nessuno ha messo in discussione.

La tragica scomparsa di Astori ha azzerato distanze e rancori durante i giorni del dolore, quando il comportamento della proprietà è stato ineccepibile e coordinato.

Quali saranno le prossime mosse? La proprietà non vuole sfruttare la sensibilità del momento per annunci o mosse che non siano programmate. Sono giorni di attesa e riflessione, i Della Valle vogliono ripresentarsi con una posizione netta. Molta cautela e pensieri che potrebbero riguardare anche un assestamenti nei ruoli da far scattare a giugno. Inutile fare previsioni sull’operatività formale di Andrea, né ipotizzare riassetti eventuali all’interno dei vertici dirigenziali. Qualcosa succedere, almeno in termini di rapporto con Firenze. Ma tutto questo sarà preso in considerazione tra qualche giorno.

vnconsiglia1-e1510555251366

Lettera aperta di un lettore: “Cari Della Valle vi scrivo”

4 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

  1. ultravioletto - 7 mesi fa

    Emilio di calcolato c’è solo la tua meschinità

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  2. ultravioletto - 7 mesi fa

    Emilio falla finita

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  3. emilio - 7 mesi fa

    … SICURAMENTE MOSSE CALCOLATE …SFRUTTANDO TUTTO ANCHE IL MOMENTO DI TREGUA CONCESSO DAI TIFOSI….PIU’ “TENERI DI CUORE”….

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. DavideAstori13 - 7 mesi fa

      Vede Sig. Pestuggia, credo che sia giusta la libertà d’espressione e di critica proprio come Lei con il suo sito ci permette di fare ma questo “signore” da quando lo leggo scrive sempre e solamente ingiurie, frasi sempre contro e soprattutto maiuscolo come a voler gridare la propria ignoranza a tutto il mondo.
      Questo “signore” non merita di stare in queste discussioni, merita di essere emarginato proprio come si farebbe con qualcuno che a tutti i costi vuole boicottare qualcosa di bello che Astori ci vuole lasciare.
      E’ possibile che quando tutta l’Italia ci loda per il nostro comportamento, ci riconosce doti di sensibilità e di umanità incalcolabili ci sia UN IDIOTA come questa persona che ci fa vergognare di essere Fiorentini?
      Cancelli il suo nome direttore, non gli permetta di fare quello che tutti vogliamo che non faccia, emarginiamo questa gente dalla nostra comunità e andiamo a riprenderci tutti insieme la nostra Fiorentina.

      Rispondi Mi piace Non mi piace

Recupera Password

accettazione privacy