Corvino: “Antognoni merita di tornare. Gonzalo? La trattativa è un po’ come l’elezione di un Papa…”

Corvino: “Antognoni merita di tornare. Gonzalo? La trattativa è un po’ come l’elezione di un Papa…”

Le parole del direttore generale della Fiorentina a margine della presentazione di un libro

6 commenti

Durante la presentazione del libro “La Fiorentina è molto più di una bistecca”, che si è svolta oggi pomeriggio alla libreria universitaria, Pantaleo Corvino ha avuto modo di parlare della sua storia con Firenze: “L’autore mi ha detto che racconta l’evoluzione dei fiorentini, ma io ho detto di no perché leggendo la Firenze del 1200 e vivendo quella di oggi credo che siano rimasti uguali: belli, orgogliosi e critici. Antognoni? E’ stato un calciatore unico nella storia, che si è incarnato in questa città. Se non ci fossero state delle incomprensioni reciproche con la proprietà il suo inserimento nel nostro club sarebbe arrivato prima. È giusto che chi aveva incarnato quel colore sul terreno di gioco lo facesse anche successivamente. Lo merita per la sua carriera, non solo a Firenze. Nella sua storia la Fiorentina annovera tantissimi campioni, ed anche nei miei otto anni, che sono tanti, mi sento orgoglioso di aver portato una Scarpa d’Oro come Toni, che molti ricorderanno anche in futuro parlando della storia viola. Vincere come il Leicester? In Inghilterra è successa una cosa che non accadeva da 35 anni, cioè da quando sono stati introdotti i diritti tv. Quell’impresa dimostra che sognando e lottando si possono ottenere grandi successi, ma è una cosa molto difficile. Sousa? Ci vuole da parte di tutti l’unità per raggiungere i risultati. Ho detto qualche parola, che aveva un altro significato ma può far capire che da parte di tutti, compreso l’allenatore c’è l’unità di raggiungere i risultati”.

Pantaleo Corvino ha parlato anche della trattativa per il rinnovo di Gonzalo Rodriguez: “Per me è una trattativa. Quando uno si siede per arrivare a un accordo significa che uno vuole rimanere e l’altro lo vuol far rimanere ma non è possibile trovare un accordo immediato. Quando si elegge un Papa si elegge una persona importante, e chi lo elegge è altrettanto importante, i cardinali. Eppure è difficile avere un Papa alla seconda fumata del Conclave. Una trattativa ha bisogno del suo tempo”.

6 commenti

6 commenti

Inserisci qui il tuo commento

  1. daddo - 1 giorno fa

    forza CORVO prima o poi una quest’anno l’azzeccherari!troppi flop quest’anno al mercato conditi tutti dalla ciliegina TELLO ,vaia vaia fai spendere i due pidocchini a gennaio se vuoi rimediare,con la politica del risparmio si va poco lontano e la classifica parla

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  2. gianni69 - 1 giorno fa

    cmq domenica si gioca,l’altra volta si parlava di f.bernardeschi e in coppa sappiamo come è andata,ora g.rodrigo ,ma che ci si concentra sul campo o è solo un dettaglio???

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  3. silvio - 2 giorni fa

    questo va al milan,in coppia con romagnoli,alla faccia della viola,con un contratto di 2 anni piu il terzo a 2 mln all’anno-

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. rudy - 2 giorni fa

      Se fosse così non si sarebbe nemmeno seduto al tavolo. Se ha in mano un’offerta è solo di poco superiore alla nostra.

      Rispondi Mi piace Non mi piace
  4. Marco Chianti - 2 giorni fa

    Vanno al ribasso così dopo potranno dire: “Colpa del giocatore!” E a gennaio intanto lo vondono e intascano i vaini. Credeteci ancora nei Della Valle mi raccomando.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  5. tommasopapin_825 - 2 giorni fa

    Eeeeeeehh?

    Rispondi Mi piace Non mi piace

Recupera Password

accettazione privacy