Calcio & Finanza: plusvalenze da record, mai incassi così alti nella gestione Della Valle

Calcio & Finanza: plusvalenze da record, mai incassi così alti nella gestione Della Valle

Le cessioni di Bernardeschi, Vecino, Borja Valero, Milic, Tatarusanu e Ilicic hanno portato nelle casse viola 78,5 milioni di euro, che si sono tradotti in 71,1 milioni di euro di plusvalenze

di Redazione VN

L’estate da porte scorrevoli della Fiorentina ha già permesso incassi da record nelle cessioni. Il club viola si è infatti garantito notevoli plusvalenze, con quasi un mese di mercato ancora davanti.

Le cessioni di Bernardeschi, Vecino, Borja Valero, Milic, Tatarusanu e Ilicic hanno portato nelle casse viola 78,5 milioni di euro, che si sono tradotti in 71,1 milioni di euro di plusvalenze, secondo le stime di CF – Calcio e Finanza.

tabella plusvalenze

In attesa di ulteriori sviluppi di mercato (Kalinic, ad esempio, è a bilancio a circa 4 milioni di euro: una cessione da 30 milioni potrebbe portare altri 26 milioni circa di plusvalenza), si tratta di una novità per la Fiorentina: mai infatti nella gestione Della Valle le plusvalenze avevano raggiunto una tale portata.

tabella plusvalenza 2

Probabilmente a spingere la società verso le cessioni c’è stata anche la volontà della proprietà di lasciare il club ad altri, come affermato dagli stessi azionisti di maggioranza solo poche settimana fa. Sta di fatto che nel corso della gestione Della Valle le plusvalenze hanno raggiunto complessivamente quota 193 milioni di euro: in un solo anno, la Fiorentina ha fatto (secondo le stime di CF – Calcio e Finanza) più di 1/3 delle plusvalenze degli ultimi 15 anni.

La cessione di Bernardeschi alla Juventus, inoltre, può rappresentare un record per la gestione della Valle, in quanto maggiore plusvalenza incassata dalla Fiorentina durante la proprietà del patron di Tod’s, mentre quella di Vecino all’Inter dovrebbe salire sul podio, alle spalle dell’affare che portò Juan Cuadrado al Chelsea nel 2015.

tabella plusvalenza 3

Completano la top 10 delle plusvalenze della storia viola le cessioni di Alonso al Chelsea, Jovetic e Nastasic al Manchester City, Felipe Melo alla Juventus, Adem Ljajic alla Roma, Giampaolo Pazzini alla Sampdoria e, infine, Luca Toni al Bayern Monaco.

LEGGI ANCHE – Fiorentina, il Contamercato

29 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

  1. viola da lontano - 2 anni fa

    Espertoni, i soldi incassati verranno restituiti alla Diego della valle e c. Srl proprietaria maggioritaria della Fiorentina, di Italo treno ed altre amenità. Giocoforza, il valore della acf Fiorentina si abbassa.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  2. vecchio briga - 2 anni fa

    Ma se non abbiamo ceduto nessuno…

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  3. Stenterello - 2 anni fa

    Son soddisfazioni … vuoi mettere …

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  4. Popeye FVS - 2 anni fa

    Ma le plusvalenze di Ilicic e Borja sono calcolate rispetto a cosa, al loro ingaggio? Perché io mi ricordo che all’epoca si parlava di circa 10 milioni per l’acquisto di Borja e 10-15 per Ilicic. Forse ricordo male

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. Saverio Pestuggia - 2 anni fa

      Il metodo per calcolare le plusvalenze è sempre lo stesso. Non cambia per i due giocatori in questione.

      Rispondi Mi piace Non mi piace
      1. Popeye FVS - 2 anni fa

        Ok, io ho sempre pensato che fosse la differenza tra il prezzo di vendita e quello di acquisto del giocatore. Può spiegarmi come invece viene calcolato?

        Rispondi Mi piace Non mi piace
        1. Saverio Pestuggia - 2 anni fa

          Quello è il punto di partenza, ma da quello viene scalato il costo dell’ingaggio secondo calcoli finanziari. Questo in soldoni poi ci sono altro artifici contabili ma il grosso è questo

          Rispondi Mi piace Non mi piace
  5. frigo - 2 anni fa

    Plusvalenze si, però alla fine dell’anno hanno rimesso 150 milioni in totale. certo fa 10 milioni all’anno di media, in termini pubblicitari, hanno speso anche poco, adesso però la pubblicità è diventata negativa.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  6. Barsineee - 2 anni fa

    Vendere bisogna vendere bisogna vendere per cedere per cedere!!! Meno male che si è incassato così tanto almeno il DV niteout è alle porte (coi sassi!). Speriamo che adesso Corvino non rovini tutto comprando giocatori da qui alla fine di agosto anzi speriamo venda un po’ che secondo me c’è ancora tanto da attendersi incassare

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. Gio79 - 2 anni fa

      Devono vendere e rimetterci più soldi possibili, quegli spilorci foulardati!

      Rispondi Mi piace Non mi piace
  7. Antonio da Papiano - 2 anni fa

    Oltre alle plusvalenze che ammontano a oggi per circa 272 milioni (193,7 + 78,5) vanno sommati gli incassi, in 15 anni, dei diritti TV tra campionato e coppe, i contributi degli sponsor, la quota abbonati e gli introiti del merchandising.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. Barsineee - 2 anni fa

      Certo perché gli stipendi ai giocatori li hai pagati tu vero? Secondo il tifoso i soldi per fare andare avanti una squadra di calcio si stampano. Ah no quello è il Milan!

      Rispondi Mi piace Non mi piace
      1. bati - 2 anni fa

        non ti sgolare qui c’è gente che non ci arriva. C’è qualche pensatore che interpreta plusvalenza con arricchimento del proprietario. Ci sono dei commenti spassosi.

        Rispondi Mi piace Non mi piace
      2. Ark88 - 2 anni fa

        Gli stipendi dei giocatori sono coperti dalle entrate delle TV,almeno per l’80% negli anni di Pradè dove sono saliti a 70 mln annui, una perdita di 10 mln l’anno non sono pochi ma neanche enormi (si parla di calcio).

        Rispondi Mi piace Non mi piace
      3. Antonio da Papiano - 2 anni fa

        Ci vuole più trasparenza sui numeri. Sarebbe interessante conoscere la differenza tra quanto hanno incassato e quanto hanno speso in 15 anni.

        Rispondi Mi piace Non mi piace
      4. vecchio briga - 2 anni fa

        Il calcio è così. Nessuno li ha obbligati a starci, di sicuro non lo hanno fatto per farci un piacere. Avranno avuto il loro tornaconto, quindi finitela di parlarne come se fossero dei benefattori che siete veramente patetici.

        Rispondi Mi piace Non mi piace
  8. Nunzio - 2 anni fa

    Forse ricordo male, ma non mi pare che con Ilicic si sia fatta una plusvalenza.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  9. 29agosto1926 - 2 anni fa

    Provo a riscriverlo visto che è stato censurato.
    Non c’era da aspettarsi altro per una società in liquidazione in quanto, se i Della Valle vogliono veramente andarsene l’unica possibilità che hanno di cedere la Fiorentina è quella di abbassare i costi cedendo i giocatori più cari.
    Una volta fatto qualcuno, forse, potrebbe farsi vivo e sborsare un centinaio di milioni che potrebbero accontentare i Della Valle.
    Personalmente spero che sia stato tutto un bluff e che ritornino al timone della società. Mi diverto di più ad andare 4 volte su 5 in Europa che dover giocare a Empoli o a Palermo (anche perché ci abbiamo perso!)

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. filippo999 - 2 anni fa

      certo…tolgono valore a quel che devono vendere , così incassano meno…sei
      proprio un genio della finanza….a meno che non si pensi che i soldi delle
      cessioni se li mettano in tasca , cosa che è impossibile…
      quanto allo sperare che ritornino….mi son cascate le braccia….
      te lo hanno fatto capire da anni ( specialmente gli ultimi 2 ) in tutti i modi…ma se uno non lo vuole vedere , non lo vede , c’è poco da fare…i quarti – quinti posti sono
      un’altro mondo , finito ormai , da un bel pò…e non certo per la baggianata delle
      contestazioni , quella è roba da dare in pasto ai pesci che hanno voglia di abboccare…

      Rispondi Mi piace Non mi piace
      1. 29agosto1926 - 2 anni fa

        Lo spiego ancora una volta per i cervelli poco flessibili come hai tu.
        Hanno chiesto 250 milioni, nessuno la compra.
        Vendono giocatori per 100/120 milioni e abbassano il valore d’acquisto.
        Si fanno un compenso ai soci e ritirano QUANTO VOGLIONO.
        Se sei abituato al pallottoliere non è colpa mia.

        Rispondi Mi piace Non mi piace
        1. wasosk_567 - 2 anni fa

          Ora, QUANTO VOGLIONO non è proprio esatto, questo lo fece VCG e fù fallimento.

          Rispondi Mi piace Non mi piace
  10. Violentina - 2 anni fa

    boia..

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. bati - 2 anni fa

      boia cosa?

      Rispondi Mi piace Non mi piace
  11. 29agosto1926 - 2 anni fa

    Il mio commento?

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. Dellone68 - 2 anni fa

      Stai tranquillo, non te l’hanno cassato…

      Rispondi Mi piace Non mi piace
  12. Dellone68 - 2 anni fa

    Meno male che ci hanno rimesso. Vaia vaia vergognosi.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. 29agosto1926 - 2 anni fa

      Non è che le persone usano solo il 10% del loro cervello, è che solo il 10% delle persone usano il loro cervello.

      Rispondi Mi piace Non mi piace
      1. bati - 2 anni fa

        non solo il calcio, a questi livelli di ragionamento qualsiasi altro aspetto della vita quotidiana può diventare un problema insormontabile.

        Rispondi Mi piace Non mi piace
    2. wasosk_567 - 2 anni fa

      Guadgnare, economicamente parlando, no di certo. Hai visto l’ultima colonna della tabella “risultato netto”, c’è un bel meno.

      Rispondi Mi piace Non mi piace

Recupera Password

accettazione privacy