Benassi /2: “Io, maturato in fretta. Prima dell’esordio in A, Zanetti mi chiamò e mi disse…”

Benassi /2: “Io, maturato in fretta. Prima dell’esordio in A, Zanetti mi chiamò e mi disse…”

Le parole del centrocampista della Fiorentina, vice-capitano con l’assenza di Pezzella e la ‘promozione’ di Chiesa

di Redazione VN

Il giocatore della Fiorentina Marco Benassi ha ripercorso i primi passi della propria carriera ai microfoni di DAZN:

L’esordio in Serie A? Ricordo che, tre giorni prima di Inter-Pescara, Zanetti mi chiamò da parte e mi disse: «Guarda che il mister ti fa giocare insieme a me, non preoccuparti, dove non arrivi tu, arrivo io!». Sono andato in campo sereno, facendo il meglio che sapevo fare. Ero un ragazzo, non mi rendevo ancora conto di quello che stavo facendo.

Passi importanti? Oggi sono un ragazzo maturo che vive ogni singola situazione in maniera diversa da come la vivevo da ragazzo. Mi sono ritrovato ad essere capitano in Under 21, poi all’improvviso la fascia a Torino, quindi le esperienze vissute mi portano un po’ a dare consigli e a essere il primo a trovare delle soluzioni ai problemi. Sono diventato genitore a venti anni e poi ho avuto un altro figlio. Mi sono sposato presto, quindi le responsabilità sono aumentate fin da subito”.

Violanews consiglia

Benassi: “A Firenze l’atmosfera è unica, quando esci dal tunnel sembra di giocare in dodici”

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy