Corriere di Bologna: Taider, Pioli e l’esonero su richiesta dei giocatori

Corriere di Bologna: Taider, Pioli e l’esonero su richiesta dei giocatori

Un passo indietro in casa Bologna per ripercorrere l’addio di Pioli

Commenta per primo!
Serie A

La stampa bolognese quest’oggi rievoca il passato. Quello in cui Stefano Pioli sedeva sulla panchina felsinea. Il Corriere Di Bologna riporta alle dinamiche dell’esonero del tecnico, legate alla cessione di Taider. Era il 2014 e il Presidente Guaraldi decise di vendere il giocatore – ironia della sorte poi tornato a Bologna – all’Inter, ma la stagione partì male, con quattro sconfitte consecutive e uno spogliatoio sempre più esplosivo. Dopo la sconfitta – anche qui scherzo del destino – con la Fiorentina, il 22 dicembre la squadra, capeggiata da Diamanti, incontra il Presidente e chiede la testa dell’allenatore promettendo in cambio di battere il Genoa. La formazione ligure viene effettivamente sconfitta, ma Pioli resta al suo posto. A farlo saltare definitivamente la successiva sconfitta di Catania, ma è un esonero che ha origini da luglio 2014.

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy