Mauro: “La Nazionale e il Mondiale coronamento della mia carriera. Quando giocavo coi maschietti..”

Mauro: “La Nazionale e il Mondiale coronamento della mia carriera. Quando giocavo coi maschietti..”

L’attaccante della Fiorentina Women’s Ilaria Mauro racconta la sua carriera ripercorrendo ricordi del passato e alcuni più recenti come la vittoria dell’Italia al Franchi

di Redazione VN

L’attaccante della Fiorentina Women’s Ilaria Mauro ha rilasciato un’intervista ai microfoni della FIGC ripercorrendo la sua carriera calcistica da quando era una bambina fino ad oggi, pronta a disputare il Mondiale per l’Italia:

“Essere una calciatrice è dedizione e passione. Ricordo di quando avevo 3 anni e giocavo col pallone, che era più grande di me, con mio fratello in cortile e scappavo per il giardino con la palla da sola. Se sono arrivata dove sono ora è grazie a mio padre che mi ha sempre chiesto qualcosa di più, anche quando mi diceva brava. Io non mi accontento mai e se sono così e grazie a lui. Quando avevo 11 anni, giocavo coi maschietti, e il mister mi diede la fascia da capitano. Prima di entrare il capitano dell’altra squadra ebbe da ridire perché ero l’unica ragazzina in campo. A fine partita però venne da me, che avevo segnato due reti, e mi chiese scusa per quel che aveva detto. Quando penso al calcio penso all’unione. Una cosa che mi da molto coraggio e forza è quando la squadra si riunisce prima della gara, si abbraccia e si guarda negli occhi. Lì si capisce quanta voglia di vincere la partita c’è nel gruppo. La maglia azzurra è tutto, cuore, grinta, sacrificio perché ci sono tanti anni di lavoro dietro. Indossarla è un sogno realizzato.

Italia-Portogallo è stata molto sentita perché sapevamo che vincendo, come è stato, si andava ai Mondiali. Poi si giocava al Franchi che è lo stadio della Fiorentina e questa è stata una grandissima emozione anche grazie all’atmosfera e al pubblico meraviglioso. È un ricordo indelebile. La prima cosa che mi viene in mente è il fischio dell’arbitro e tutti gli abbracci in mezzo al campo, ricordo un abbraccione con Aurora Galli e poi l’arrivo di tutte le altre. Mondiali? È la ciliegina sulla torta della mia carriera, ho fatto due Europei e ora ho l’opportunità di giocare questa manifestazione. Siamo fra le squadre più forti al mondo ed è la cosa più bella dopo tanto sacrificio”.

 

Violanews consiglia

 

ADV, stasera a Firenze: domattina seguirà la rifinitura, poi al Franchi per la partita

VIDEO VN – Il Napoli è arrivato a Firenze: folla alla stazione, entusiasmo azzurro

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy