Badelj su Paulo Sousa: “Il migliore mai avuto in carriera. Se farò l’allenatore lo dovrò a lui”

Badelj su Paulo Sousa: “Il migliore mai avuto in carriera. Se farò l’allenatore lo dovrò a lui”

Badelj ha le idee chiare su cosa fare da grande: e soprattutto chi seguire

di Redazione VN

Prima il ricordo sincero di Davide Astori, ieri l’applauso del Franchi all’ingresso in campo: Milan Badelj non ha dimenticato Firenze e la Fiorentina, e nemmeno il suo ex allenatore Paulo Sousa. Al quotidiano francese L’Equipe il croato ha parlato di cosa ha significato il tecnico portoghese nella sua carriera: “È semplicemente il miglior allenatore che abbia avuto. Ha portato nuove idee e tutti erano pronti a seguirlo. La cosa interessante è che è riuscito a far assumere alla Fiorentina una maggiore responsabilità divertendosi. Facevamo possesso, mettevamo parecchia pressione sugli avversari, e soprattutto avevamo una vera identità di gioco. Ha avuto una grande influenza per ciò che vorrei fare una volta appesi gli scarpini al chiodo. Quando eravamo in possesso di palla, giocavamo con tre dietro e con quattro centrocampisti, due ali offensive e un attaccante. Quando difendevamo tornavamo al 4-4-2. Penso di diventare un allenatore e lui mi ha dato molte idee”.

vnconsiglia1-e1510555251366

Due mesi decisivi? Meglio dire anonimi. Undici amichevoli alla fine del tunnel

La Polonia convoca Drągowski e Żurkowski: gli impegni dei viola in prestito

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy