“Tra punti interrogativi e incertezze, abbiamo una risposta” Rialti scrive per Violanews

Alessandro Rialti fa il punto sulla Fiorentina il giorno dopo il pareggio di Udine

8 commenti

di Alessandro Rialti

La prima risposta è arrivata. La Fiorentina è piena di punti interrogativi, di incertezze, ma c’è. Avevamo indicato quattro gare, le trasferte in Grecia e a Udine, la gara interna con la Roma e quella con il Milan. Manca il confronto con Vincenzino Montella, ma ci sono elementi che valgono una riflessione. Primo: Sousa continua, incalzato dalle gare, a cambiare, ma ci sono delle certezze che stanno conquistando un posto di privilegio. Intanto Sanchez. Mica poco, trasfusione di sangue per il centrocampo che ha dovuto, per infortunio, fare a meno di Vecino. Secondo: Babacar e Bernardeschi al di là dei tempi di maturazione sono importanti.

Gli «scappellotti» di Sousa hanno fatto bene? Possibile, però penso che gli scappellotti vadano bene se poi ai giocatori si offre la possibilità di dimostrare di essere cresciuti e migliori del sospettato. Terzo: Meno male che Corvino ha tenuto strenuamente Badelj, che è bravo, magari non campione, ma collante sicuro. Idem per Kalinic, Astori e Gonzalo. Manca Borja? Su questo io dissento. Lo spagnolo non sarà spumeggiante ma contro la Roma, nel secondo tempo, con Sanchez e Badelj ha imbrigliato e fatto soffrire uno dei reparti più forti del campionato italiano. Diamogli tempo, per non fare le brutte figure rimediate con Badelj, Sanchez, Bernardeschi e Babacar.

Tre indizi fanno sicuramente una prova, aspetto il Milan e Montella ma mi sento di rischiare un primo commento: Corvino non ha portato campioni (con i soldi che aveva a disposizione neppure nostro Signore che moltiplicava pani e pesci) ma buoni giocatori penso proprio di sì. Bastanti per dare a Sousa la possibilità di costruire un gruppo solido e omogeneo. E’ vero, tocca a lui provare, come lo scorso anno, a «imporre le mani».

Ho proprio l’impressione che adesso le «uova» le abbia, poche forse, non tutte di «cova notturna», ma per fare, come ho già detto, una buona «omelette» ci può provare. Magari non da ristorante «stellato» ma da buona trattoria toscana sì. Ci basta? Per adesso sì. Anche perchè io credo nei giovani, dopo Baba e Bernardeschi, aspetto anche Chiesa e Hagi. E non solo loro. Non è tutto, ma non è nemmeno poco.

8 commenti

8 commenti

Inserisci qui il tuo commento

  1. iG - 4 giorni fa

    io darei un ultima possibilita’ a VALERO ma lo farei giocare la’ davanti accanto alle punte ..fosse per me con il MILAN giocherei come segue
    3 -5 – 1 – 1

    SALCEDO GONZALO ASTORI
    BERNARDESCHI SANCHEZ BADELJ VECINO OLIVERA
    VALERO
    KALINIC
    …………………………………
    inizierei la partita cosi’ per poi nel secondo tempo vedere che ha fatto e le condizioni di Valero pronti a metter dentro BABA al suo posto per andare a vincerla nel finale

    io ovviamente iG il piu’ grande intenditore di calcio vivente …ma che fara’ il nostro un po rintristito e ingobbito Paulo.Ci rifilera’ Tomovic? oppure peggio Tello dall’ inizio?

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  2. Dellone68 - 4 giorni fa

    Diamo fiducia ai giocatori ed a Sousa. Sono convinto che disputeremo un buon campionato. In ogni caso è ancora troppo presto per criticare. Il commento di Rialti è condivisibile. Sempre Forza Viola.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  3. Bobo - 4 giorni fa

    Approfitterei di far riposare un turno Borja Valero e provare il 433, chissà!

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  4. GianBurrasca - 4 giorni fa

    Rialti s’e messo a fare l avvocato di Corvino, c ha sempre la giustificazione pronta

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  5. Gaetano - 5 giorni fa

    La squadra è la stessa dell’anno scorso, tolto Alonso con Olivera. Ma con alternative migliori rispetto all’anno scorso. Vedi Salcedo per Roncaglia, Sanchez per Fernandez, Milic per Pasqual e con in più Cristoforo, Chiesa, De Maio. Borja ha la caviglia acciaccata da mesi, un po’ di riposo gli farà bene, il suo ruolo è il terzo del centrocampo, da trequartista non ha il tiro.Ieri Babacar gli ha preparato un tiro comodo da fuori area ma non ha tirato, ha preferito tentare il passaggio.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  6. andrea_fi - 5 giorni fa

    Ma tutte le volte che la Fiorentina è arrivata quarta era una buona trattoria toscana? O un ristorante stellato?
    Questo Rialti mi ricorda un vecchio film: l’erba del vicino è sempre più verde

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. fornamas63 - 4 giorni fa

      io preferisco la trattoria toscana sempre e comunque. I masterchef sono da gobbi.

      Rispondi Mi piace Non mi piace
  7. gracemarian_967 - 5 giorni fa

    Concordo sui giovani senz’altro il futuro della Fiorentina, mi sento di dissentire su Borja Valero perché il sistema di gioco del mister non combacia con le sue caratteristiche, per il proseguo del campionato ho fiducia nella squadra.

    Rispondi Mi piace Non mi piace

Recupera Password

accettazione privacy