L’esperto di calcio ceco a VN: “Slovan ottimo collettivo, non arrivano al meglio ma la Fiorentina deve giocare come sa”

L’esperto di calcio ceco a VN: “Slovan ottimo collettivo, non arrivano al meglio ma la Fiorentina deve giocare come sa”

Per scoprire quali sono i segreti della prossima avversaria della Fiorentina abbiamo ascoltato il parere di Massimo Tanzillo, esperto di calcio ceco

La prossima avversaria della Fiorentina in Europa League sarà lo Slovan Liberec, squadra ceca che ospiterà la formazione di Sousa nella terza giornata del girone J della competizione: per conoscere meglio questa realtà, ViolaNews.com ha intervistato in esclusiva Massimo Tanzillo, osservatore ed esperto di calcio ceco.

Salve, cosa dobbiamo aspettarci dallo Slovan Liberec e come arriva la formazione di Trpišovský a questa gara?

“Non arrivano bene: sono arrivati terzi lo scorso anno in un campionato competitivo, ma questa stagione non stanno rendendo come previsto. Hanno conquistato nove punti in nove partite, avrebbero potuto fare meglio. E’ una squadra ostica, hanno un ottimo allenatore che ultimamente i media cechi hanno avvicinanto a società come lo Sparta Praga. Hanno molti giocatori brevilinei e tecnici sulla trequarti che possono mettere in difficoltà difensori di statura come quelli della Fiorentina.”

E’ Milan Baros il giocatore più pericoloso per la formazione di Sousa?

“E’ sicuramente il più conosciuto, ha un appeal internazionale. E’ la punta a cui si affidano, a mio avviso il più pericoloso è a centrocampo: Sýkora, classe ’93,  gioca nei due centrali nel 4-2-3-1, ha qualità offensive, è mancino ma forse ancora un po’ leggerino, ha esordito anche in Nazionale maggiore.”

Lo Slovan Liberec ha segnato nelle prime due gare al primo minuto di gioco: può sorprendere questa Fiorentina e poi difendere il risultato?

“Le italiane sono più forti sulla carta, se la Fiorentina gioca come sa non ci dovrebbero essere problemi. Se prendi la gara sottogamba fai una figuraccia, sono squadre organizzate, imparano molto anche da noi a livello tattico: in difesa, per esempio, anche se non so se sarà in campo, c’è Nitrianský, ex Avellino. Un altro elemento interessante è Dúbravka, portiere slovacco cresciuto nello Zilina ed arrivato dopo l’esperienza in Danimarca: insieme a Sikora sono questi i nomi di livello, anche se va detto che sono un ottimo collettivo.”

La Fiorentina ha affrontato il PAOK nel “Toumba Stadium”, anche l’U Nisy può considerarsi importante nel fattore campo?

“Non è tra i più famosi ma il fattore campo in Repubblica Ceca conta: hanno stadi abbastanza piccoli dove il tifo è caldo, anche se quella dello Slovan Liberec non è una delle tifoserie più famose.”

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy