Quell’incertezza che rischia di compromettere una stagione

Quell’incertezza che rischia di compromettere una stagione

La Fiorentina ancora oggi non sa se dovrà partecipare all’Europa League e l’attesa rischi di essere lunga

di Saverio Pestuggia, @s_pestuggia

Abbiamo superato la metà di giugno e ancora la Fiorentina non conosce una parte importante della propria stagione: il Milan sarà escluso o meno dall’Europa League con conseguente ripescaggio della Fiorentina? Martedì dovrebbe, e sottolineo il condizionale, essere il giorno della sentenza dell’Uefa in merito al caso Milan, ma se i rossoneri dovessero essere esclusi avrebbero sempre la possibilità di ricorrere al TAS. La sentenza dell’Uefa potrebbe anche slittare di 48 ore ma poi se si dovesse ricorrere al Tas servirebbero come minimo un’altra decina di giorni.
Serie A B C 2018-19
In tutto questo tempo la Fiorentina non saprebbe tante cose molto importanti per la stagione 2018/19: quando inizierà la stagione, se potrà contare o meno sulle entrate dall’Europa League e di conseguenza quale tipo di campagna acquisti potrà essere impostata. Allestire una rosa per una squadra che gioca in Europa con più abbondanza e nomi magari più importanti, oppure per la solita stagione all’insegna del Made in Italy. Senza contare che qualche calciatore (ma questo vale per tutte le società) subordina l’acquisto alla presenza o meno della squadra nelle coppe europee.
Per ora Corvino traccheggia portando a Firenze calciatori di secondo piano oppure giovani, si spera, di belle speranze. Ma non è quello che Pioli e i tifosi della Fiorentina si aspettano da lui. Della Valle tipo fa ha parlato di rilancio (ma da qualche settimana c’è da Casette d’Este un silenzio assordante), Corvino di poter finalmente tornare ad aumentare il monte ingaggi e quindi la qualità della squadra. Ma senza le certezze di cui sopra tutto questo diventa difficile. Già il ritardo nella preparazione di una squadra è notevole, l’aspettativa della situazione Milan la complica ancora di più.
Ecco perchè mi spingo a dire provocatoriamente che per la Fiorentina sarebbe meglio un’ammissione diretta del Milan all’Europa League già da martedì senza aspettare che il Tas, che ha criteri economici più morbidi, ai primi di luglio lo riporti in Europa. A quel punto la preparazione della stagione della Fiorentina sarebbe quasi irrimediabilmente compromessa e passerebbe solo da seconde o  terze scelte ammesso che Corvino abbia la possibilità economica di scegliere qualche giocatore indicato da Pioli come il preferito.

 

21 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

  1. Tagliagobbi - 4 settimane fa

    Oltre a quanto scritto dal buon Saverio e dai vari commentatori qui sotto, acidi e non, sarebbe importante sapere se sì o no anche per gestire la quantità di giocatori che la Viola dovrebbe acquistare. Trovarsi una rosa sovradimensionata (avanti con le facili battute dei soliti noti) sarebbe deleterio sia per il bilancio che per gli equilibri nello spogliatoio.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  2. Unsenepoppiu - 4 settimane fa

    Effettivamente e’una disdetta che l’ Uefa ci penalizzi cosi’ con questa incertezza .
    Noi la stagione siamo in grado di comprometterla anche da soli.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  3. Gianluca - 4 settimane fa

    Commento di Valdemarameo a parte ( che ormai non considero più ), la EL ci appartiene eccome, se come sembra, e visto che le regole parlano chiaro, verrà tolta una società che spendeva senza ritegno e senza tener conto del FPF ( spendere, bisogna spendere per vincere la la la la……) sostituita da una società che ha fatto del bilancio chiaro e pulito il suo primo obiettivo, perché nel calcio di adesso, che vi piaccia o no, le regole Uefa vanno rispettate e noi lo abbiamo fatto alla grande. Quindi se si va in EL al posto del Milan è merito della Società e di giocatori che hanno fatto un campionato egregio visto le premesse tutt’altro che positive ( “meglio pensare a salvarci quest’anno” cit. vari ). Il mercato ? Per adesso si è riscattato un certo Pezzella per 11 mln, preso uno dei prospetti più interessanti del panorama giovanile difensivo europeo per 3,5 mln e purtroppo perso Badelj il quale, per sua stessa ammissione, avrebbe rifiutato qualsiasi contratto. Personalmente a un giocatore come lui non avrei dato più di 1,5 all’anno, non è un fuoriclasse, ha già una certa età e non è affatto un giocatore che ti cambia la partita, quindi grazie tante Milan e buona fortuna. Per il resto, credo sia un mercato difficile con il mondiale di mezzo, in difesa siamo a posto, il terzino destro lo abbiamo eccome e si chiama Milenkovic, a sinistra ci sono Biraghi o Hancko, al centro Pezzella e Hugo per quanto riguarda i titolari. Mancano ancora il regista ( Battaglia ? Nandez ? Pires ? ) un esterno d’attacco sinistro ( Pjaca ? Edmilson ? Lazzari ? ) e un portiere e punto molto su Meret, anche se le alternative non mancano. Dei big non verrà venduto nessuno quest’anno, a meno che di qualche clamorosa richiesta di cessione da parte del giocatore, ma non credo. Bisogna solo avere pazienza, EL o non EL, la squadra competitiva per tornare fissi in Europa sarà fatta.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. mario - 4 settimane fa

      Il terzino destro non l’abbiamo

      Rispondi Mi piace Non mi piace
      1. Gianluca - 4 settimane fa

        Questo è un sito che parla di calcio e non di ippica.

        Rispondi Mi piace Non mi piace
      2. Aoi_Haru - 4 settimane fa

        Siamo pieni di terzini destri. Con dei centrali di riserva vedrei bene anch’io Milenkovic, altrimenti al momento ci sono pure Laurini e i rientranti Diks e Venuti.

        Rispondi Mi piace Non mi piace
    2. Gio79 - 4 settimane fa

      Scusami….. Ma abbiamo la stessa squadra dello scorso anno, che ha avuto un extra prestazione dopo lo shock di Astori, e senza Badely e senza un’alternativa al portiere; e te dici che siamo competitivi???? Ci vuol coraggio. Anche perché i pochi nomi buoni fatti per ora, son quasi tutti iti…. Stanno arrivando bambini X la primavera e nessun titolare; però siam competitivi. Secondo me siam competitivi per guardare gli altri in Europa un’altro anno!

      Rispondi Mi piace Non mi piace
  4. kk53 - 4 settimane fa

    Mi sembrano falsi problemi chi deve decidere non si priverà certo di una società come il Milan in EL,poi saranno caz…della società di Lì di Elliot di chi sarà
    a far fronte alla situazione economica.ma a noi non interessa e non deve interes
    sare,acquistino chi devono se hanno le capacità economiche di prendere qualche
    nome importante altrimenti saranno sempre a ravanare nel sudicio tra stronchi e
    belle speranze come al solito,niente alibi ne strumentalizazioni,l’EL non ci ap
    partiene,e non ci spetta cerchiamo di essere realisti!!!!!!

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  5. Paolo - 4 settimane fa

    Dopo quel brutto 4 marzo e vedendo il modo impeccabile, in cui la società si era mossa, speravo e ne ero convinto, che potessero tornare quelli di prima, forse mi sbagliavo. Andrea a viola Channel dichiarava, che la Fiorentina doveva lottare sempre per l’Europa, Corvino che i conti permettevano di non dover sempre vendere e l’allenatore avrebbe voluto, non tanti giocatori, ma che fossero di un certo target e non l’eterne scommesse di Corvino. Siamo arrivati a poco più di due settimane dal ritiro e il nostro direttore e’ impegnato a comprare forsennatamente per la primavera. Ma qualcuno glielo dirà in viale Fanti, che avremmo urgentemente bisogno d’un portiere, va bene anche se costa meno di 20 milioni, d’un terzino destro assenza che si protae da qualche anno, d’un regista al posto di Badelj e da un esterno d’attacco, che giochi insieme a Simeone e Chiesa, ma ne parleranno mai?

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  6. Valdemaro - 4 settimane fa

    I grandi patronni si sono visti solo durante la tragedia Astori. In cuor mio speravo che qualcosa fosse cambiato. Invece tutto come prima o peggio di prima. Solite poche idee ma confuse ma sprattutto zero euro da investire. Solito film: a moena con giocatori che ad agosto saranno rimpiazzati da altri scarsoni. Almeno il mister l hanno scelto giusto…senza prestese..

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  7. Ghibellino viola - 4 settimane fa

    Tanto il mercato è sostanzialmente fermo fino alla fine del mondiale. Purtroppo aspetteremo comunque metà luglio per i movimenti più importanti. Capisco che abbiamo tutti da scrivere ma tanto fino a che non parte il mercato delle grandi meret (per dirne uno) non lo vendono. E fanno bene.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  8. Babbo Viola - 4 settimane fa

    È abbastanza evidente che la partecipazione alle competizioni europee incide anche sulla volontà dei giocatori di accettare una squadra piuttosto che un’altra. Noi siamo svegli. Mi pare che sia tu con il prosciutto sugli occhi per dare contro e solo cobtro.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  9. Omar - 4 settimane fa

    il campionato è finito a maggio e già da da prima, quindi si parla di 2-3 mesi, si sapeva che Sportiello non sarebbe stato riscattato, che mancano i terzini titolari, che Badelj non avrebbe rinnovato, che Falcinelli sarebbe tornato a casa e non abbiamo una punta di riserva, che manca un attaccante esterno a sinistra, che Astori deve essere rimpiazzato…
    in tutto questo Corvino cosa sta facendo? dorme?? tra 2-3 settimane inizia il ritiro a Moena e già è in ritardo.. alla grande!!! aveva affermato che le casse sono in attivo, che non era necessario vendere per acquistare ma qui non si vede nessuno se non giovani per la primavera. svegliaaa!

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. Giambo - 4 settimane fa

      Ma se Sportiello sono andati avanti fino alla fine, parlando di Sportiello sì/Sportiello no, cosa dici? Terzini? Pioli ha già scelto che i titolari saranno Biraghi e Milenkovic, e infatti Corvino sulla sinistra ha già preso Hancko come riserva. Può piacere o meno, ma molte scelte le hanno già fatte. Basta solamente avere occhi e cervello per intendere.

      Rispondi Mi piace Non mi piace
      1. Omar - 4 settimane fa

        queste scelte gia fatte le hanno dette a te Pioli e Corvino?? no perche se intendi quel che s i legge i siti e giornali non azzeccano una notizia di mercato da secoli, non riescono nemmeno a prevedere la formazione titolare da una settimana all’altra…

        Rispondi Mi piace Non mi piace
  10. vecchio briga - 4 settimane fa

    Scusate, ma a parte il discorso sulla preparazione estiva, economicamente parlando la partecipazione all’ Europa League comporta entrate per 10 milioni. Dico male? Non credo che la cosa incida molto sul mercato, si tratta di un giocatore in più o in meno ingaggio compreso! Allora non capisco di che si parla. Spero che siano solo speculazioni giornalistiche, non vorrei che una sentenza in ritardo poi vi faccia scrivere che Corvino non ha il tempo per acquistare giocatori!

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. Saverio Pestuggia - 4 settimane fa

      Caro amico è esattamente il contrario di quello che scrivi e pensi. Ho scritto che sarebbe bene avere da subito una sentenza definitiva per non dare alibi a nessuno di non aver potuto costruire per mancanza di tempo una fiorentina competitiva.

      Rispondi Mi piace Non mi piace
      1. vecchio briga - 4 settimane fa

        Io invece penso che la Fiorentina non dovrebbe farsi condizionare e mi riferisco al mercato. Ci hanno detto che vogliono rilanciare, che rilancino!! 10 milioni non spostano gli equilibri se i proprietari sono realmente ambiziosi!!

        Rispondi Mi piace Non mi piace
    2. Giambo - 4 settimane fa

      Dal punto di vista economico no, ma dal punto di vista dell’appetibilità le cose cambiano parecchio. Moltissimo giocatori scelgono di spostarsi solo se hanno la certezza di disputare una competizione internazionale. Sapere se giocheremo l’EL o meno direi che aiuterebbe non poco la società a capire se potranno attrarre determinati target di giocatori o meno. Penso che il problema sia principalmente quello.

      Rispondi Mi piace Non mi piace
      1. vecchio briga - 4 settimane fa

        Questo è vero in parte, perché comunque la Fiorentina non è che compra dei campioni se deve fare i preliminari di EL. Tra una squadra che deve tornare in Europa (ripetuto più volte anche dai proprietari) e una che deve fare l’EL non cambia molto. Quindi spero che vengano comunque fatti acquisti coerenti con l’obiettivo sbandierato e che Pioli a Moena ci vada con la squadra fatta! Non troviamo alibi che non esistono!!

        Rispondi Mi piace Non mi piace
        1. fa_774 - 4 settimane fa

          Secondo me, cambia molto.. Devi giocare 10 – 15 partite in piu. Per un giocatore vuole anche dire piu chance di giocare partite da titolare. Con solo il cammpionato l’allenatore puo fare giocare sempre li stessi 13 o 14 giocatori. Con l’EL hai bisogno di almeno 16 giocatore validi.

          Rispondi Mi piace Non mi piace

Recupera Password

accettazione privacy