“Non sarà mai una gara normale”. Rialti per VN sulla partite delle partite

“Non sarà mai una gara normale”. Rialti per VN sulla partite delle partite

Difficile? Terribile, perchè gli uomini di Allegri «devono» vincere, ma la Fiorentina di Pioli non ha, pure lei, alternative. Deve giocare appunto la gara delle gare.

di Alessandro Rialti
Alessandro-Rialti

Non sarà mai una partita normale. Non varrà mai tre punti, bensì molti di più. Ed è giusto che sia così. Perchè lo dice la storia, il ricordo di tanti se non di tutti. Perchè le sconfitte storiche fanno ancora male e le vittorie diventano leggende metropolitane. Si gioca Fiorentina-Juventus, silenzio, a Campo di Marte la tensione salirà come fosse un sipario. Meno male che i viola, pur faticando, hanno battuto a Bologna la squadra di Donadoni. Questo rende tutto meno drammatico, meno incombente.

Meno male che è successo dopo l’incontro fra squadra e ultrà. Un abbraccio che è servito. Ma la gara rimane tesa come la corda di un violino. Il sogno è l’impresa, come quando Pepito Rossi e Cuadrado vestivano viola e aprivano in due il campo verde del Franchi. La paura è la manita bianconera, a stringerci alla gola. La normalità, si fa per dire, è la battaglia. Promessa, quasi giurata, dai giocatori della Fiorentina.

La partita delle partite, che aiuterebbe una stagione fin qui grigia, senza veri bagliori, ad allontanare la paura di una classifica ancora non serena ma più di ogni altra cosa riporterebbe il cuore al centro di tutto. Finalmente. Niente coreografia? Limitazioni? Polemiche? Tutto quello che si vuole. Il caos fra una parte importante della tifoseria e i Della Valle è ben lontano dall’essere stato rimosso.

Ma adesso conta la partita, adesso conta la gara con la Juve, la partita delle partite. Difficile? Terribile, perchè gli uomini di Allegri «devono» vincere, ma la Fiorentina di Pioli non ha, pure lei, alternative. Deve giocare appunto la gara delle gare.  Poi si penserà ad altro.

4 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

  1. viola47 - 4 mesi fa

    Vincere venerdi’non e’ vincere solo una partita ma e’ come abbattere un elefante con una fionda perche’ in Italia e’ questo il rapporto fra la Giuve e tutte le altre squadre.Ha provato il Berlusca ad offuscare lo strapotere della famiglia Agnelli pero’ e’ stato una meteora perche’ anche lui ha dovuto mollare Quindi faccio tutti gli auguri del caso al Napoli che abbia la fortuna e qualche santo in Paradiso per vincere lo scudetto. Detto fra me e voi ho qualche dubbio perche’ forse alla fine la VARR si spengera’inspiegabilmente al 90° dell’ultima partita per dare un rigore inesistente alla Giuve.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  2. Luismi - 4 mesi fa

    Comunque se non vinciamo,avremmo vinto il nostro scudetto.Ma a parte questo,i ladri,non vinceranno lo scudo perché sarà il Napoli a vincerla quindi il sapore di vincere conta molto anche per loro.Forza Fiorentina Sempre

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  3. manita - 4 mesi fa

    Amo questi colori, amo questa società, con questi nobili proprietari di cui sono proprio contenta…venerdì promette bene…quasi meglio che vincere la Champions! Una manita sul muso a tutti i viola! ciao ciao

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. Farfromsober - 4 mesi fa

      Meglio di vincere la champions??? Ahahahahah

      Rispondi Mi piace Non mi piace

Recupera Password

accettazione privacy