“L’ultima barricata” – l’editoriale di Alessandro Rialti per Violanews.com

“L’ultima barricata” – l’editoriale di Alessandro Rialti per Violanews.com

“E’ quasi…finito il bicchiere mezzo pieno. Di fatto rimane l’ultima barricata, quella di Europa League”

di Alessandro Rialti

FIRENZE – E’ quasi…finito il bicchiere mezzo pieno. Di fatto rimane l’ultima barricata, quella di Europa League. Il campionato è in gran parte andato (ma è vietato arrendersi prima delle gare con il Torino e poi la trasferta di Bergamo), la Coppa Italia è stata tumulata e quindi adesso rimane la battaglia con il Borussia e poi la speranza di un sorteggio non impossibile. Forse è giusto così, battersi per la Coppa, mobilitandosi al Franchi. Trentamila? Forse, nonostante la delusione di San Siro, nonostante le scelte di Sousa e le conseguenti polemiche. Una battaglia per cercare di restare aggrappati a qualcosa. Sperando che siano i «ragazzi» a rappresentarci. Bernardeschi e Chiesa, l’unica vera nota positiva di una stagione dove tutti hanno sbagliato qualcosa. Ne parleremo, sicuramente, dopo l’ultima barricata. Ma almeno fino a giovedì notte che Firenze resti unita. Intorno appunto ai due Federico, per cercare di allungarsi la vita e la stagione. Convinti che sia ancora possibile vincere. Prima di allora non avrebbe senso iniziare un processo che comunque è solo rimandato. Tutti al Franchi, nonostante le troppe delusioni, per sostenere proprio Bernardeschi e Chiesa, protagonisti comunque. Due ragazzi da applausi, i fischi li meritano altri. Ma non adesso, perché proprio loro, i ragazzi che non mollano, meritano di essere i protagonisti dell’onda viola che spera ancora di tenere in vita l’Europa. Per loro e per la maglia, perché in Coppa è ancora possibile e arrendersi sarebbe inaccettabile. Poi si parlerà dei Della Valle, dei loro collaboratori, di Sousa, di Ilicic e di altri compagni. Poi, non adesso che è ancora il tempo di Chiesa e Bernardeschi.

21 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

  1. Gasgas - 2 anni fa

    Caro Rialti più avanti non direte nulla come al solito. Ve la prenderete con l’allenatore ma a società e ds (il vostro amico) non direte niente. Tutti zitti per paura di ripicche.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. vecchio briga - 2 anni fa

      Quella pseudo intervista a Cognigni, senza alcuna domanda nemmeno di fronte alle affermazioni più assurde e distanti dalla realtà, è stata veramente il punto più basso toccato dalla stampa fiorentina. Rialti poi, uno che è cresciuto in curva. Delusione totale. Così come sono deludenti i gruppi che oggi guidano la curva, totalmente inermi, presi pure loro dalla ridicola sindrome di Gubbio, fanno inutili battaglie a fianco dei romani invece di avere a cuore la tradizione di Firenze. E’ chiaro che la società fa quello che vuole.

      Rispondi Mi piace Non mi piace
  2. ViolaLuke - 2 anni fa

    Il primo a meritarsi i fischi è proprio Rialti, in compagnia di diversi altri giornalisti (o presunti tali).

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  3. Barsine - 2 anni fa

    caro gianni69 la posizione dei tifosi veri ormai è stranota. Ce l’avete con la proprietà e vorreste di meglio. Anche a Napoli hanno contestato AdL e a Roma contestano Lotito e Pallotta. Ok Welcome to the Club. Pensa che a Leicester contestano la proprietà che gli ha fatto vincere la Premier l’anno scorso. Il problema è un altro. Ok contestare ma ormai tutti stanno diventando NOIOSI. E’ palese che attorno allo stadio ci siano tanti interessi. Attorno allo stadio di Roma ma anche attorno a quello di Firenze e gente che passa tutto il giorno solo a dire la stessa cosa ha due risposte: a) non fa una mazza dalla mattina alla sera (cosa per altro logica visto il tasso di disoccupazione) b) viene pagata per dire sempre le stesse cose. Nel primo caso mi chiedo perché non usciate un pochino che magari vi fa bene, nel secondo caso … beh che dire. Sono anni che continuate a insultare chiunque non la pensi come voi. Chi ha il coraggio di dire una cosa diversa dalla vostra entra nei vostri commenti deliranti. Parli delle rivolte per Baggio? E infatti andò alla Juventus, come sono andati i Batistuta, i Rui Costa. Se c’è qualcuno che ha rifiutato di cedere i giocatori alla Juventus o all’Inter si chiamano Della Valle con i vari Toni, Mutu, Jovetic. Ma voi di queste cose ve ne siete già tutti dimenticati. Per voi conta solamente vincere. Beh se sei del 69 sai benissimo che è da tutta la vita che non si vince mai. Non si vince mai. Solo qualche coppuccia italia quando anche quella non contava niente e il sorteggio ci era favorevole (andate a vedere contro l’atalanta e contro il parma come fu il nostro cammino!). I cari giornalisti sono solo alla ricerca di qualche clic in più perché il loro mondo non funziona più. Instant article, adblocker e company stanno distruggendo l’informazione di qualità. Ma lorsignori invece di seguire la scia del NYT iniziando a fare giornalismo di qualità continuano a dire una boutade alla settimana, sparando oggi a destra e domani a sinistra … tanto prima o poi ci beccano! Ah p.s. non si vince una beata motosega perché da quando il calcio è diventato un business in mano a degli affaristi vincono sempre le solite squadre, in Italia come in Europa e la riforma della CL dell’anno prossimo direi che è abbastanza chiara o sbaglio? Pensi che ci sia posto per una squadra come la Fiorentina nella prossima CL? O forse è fatta tutta per Milan, Inter, Juventus e una tra Roma e Napoli?

    p.p.s. quelli che parlano ancora di speculazione di castello vadano a vedersi la speculazione di Torino e dei terreni regalati dal Comune alla Juventus ma negati al Torino e poi parliamone!

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. gianni69 - 2 anni fa

      no caro mio,dissentire non significa insultare.io esco e parecchio,mi godo la vita, guardo il calcio con i miei occhi e dico ciò che penso.non ho la presunzione di avere la verità assoluta per carità.,ma che te lo dico a fare,per fortuna ho una splendida famiglia,dedico solo qualche decina di minuti a scrivere qui su vn,mi pagano per fare altro ,non certo per insultare (se pensarla diversamente )significa insulto allora si insulto e volentieri.cmq nel mio piccolo modo di essere tifoso viola ho goduto anche senza i dv,penso che i dv hanno fatto una gran cosa a salvarci dall’anonimato questo si,ma il potrei ma non voglio io non lo accetto,non accetto che a gennaio si comprino giocatori tanto per fare numero,non accetto che salah sia rimasto qui solo per sei mesi,non accetto che la proprietà si defili dopo ogni sconfitta come contro la roma,ci sono tante cose di questi qua che non mi vanno ,ma come diceva una battuta in un vecchio film:non tutti quelli che ti tolgono dalla cacca lo fanno per farti un favore.saluti e forza viola.sempre

      Rispondi Mi piace Non mi piace
      1. Antonio da Papiano - 2 anni fa

        Condivido al 100%. Chi difende questa proprietà non vuole capire o forse finge d non capire oppure lo …pagano per non capire….

        Rispondi Mi piace Non mi piace
        1. ViolaLuke - 2 anni fa

          Ti sei mai posta la domanda che, forse, potresti essere tu a non capire ?
          (Non mi permetto di dire che sei pagato).

          Rispondi Mi piace Non mi piace
    2. ViolaLuke - 2 anni fa

      Condivido ogni parola.
      Ma è come parlare al vento….

      Rispondi Mi piace Non mi piace
    3. Tagliagobbi - 2 anni fa

      Barsine, sono d’accordo con te al 100%.

      Rispondi Mi piace Non mi piace
    4. Turco - 2 anni fa

      A mio parere i tifosi sono divisi in parti più o meno uguali (come succede da sempre a Firenze) tra chi critica e chi difende la società..solo che la parte critica emerge di più, ma è sempre così. Io sono dalla parte della società perché parto dal presupposto che la nostra dimensione é questa, è sufficiente andare a consultare la nostra storia. Però capisco i tifosi che vogliono veder vincere e criticano per stimolare, non capisco chi critica offendendo la società, ma soprattutto non capisco e non condivido coloro i quali offendono chi la pensa in modo diverso, ce siano pro o contro la società. Bisognerebbe avere un po’ più rispetto delle idee e una volta esposta la propria opinione bisogna sostenere la nostra squadra. FORZA VIOLA SEMPRE

      Rispondi Mi piace Non mi piace
    5. Ghibellino viola - 2 anni fa

      Grande Barsine!!!!!!! Condivido al 100%. E pensare che qualcuno favoleggia ancora dell’epoca Cecchi Gori… Da ricovero in psichiatria.

      Rispondi Mi piace Non mi piace
  4. Bob - 2 anni fa

    I Della Valle non sono imprenditori ma solo dei piccoli amministratori concentrati a far tornare i conti a fine mese. Non gli interessa altro e non vogliono sapere altro. È questa la differenza fra loro e un imprenditore tipo per fare un esempio il presidente del Napoli che ha soldi meno di loro ma investendo ha una squadra forte e costosa. Perché ha saputo vedere oltre il suo naso

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. Barsine - 2 anni fa

      e infatti i tifosi del napoli la pensano proprio come te. DE LAURENTIS VATTENE c’era scritto l’altro giorno in Curva B!!! Non so di quale naso tu stia parlando!

      Rispondi Mi piace Non mi piace
  5. gianni69 - 2 anni fa

    per i tanti barsine che riempiono le vie,i bar, le piazze di firenze è la società la prima colpevole di questo scempio.scempio calcistico per carità,c’è di molto ma molto peggio ma qui per fortuna si scrive (a bischero) di un gioco chiamato calcio che ci appassiona come nessuno specie a firenze.lo scempio è iniziato a giugno con la riconferma di p.sousa,errore già fatto con sinisa.quindi recidivi,ignari dei rischi sportivi che saremmo andati ad incappare durante il campionato.la colpa non può essere di chi dissente in maniera sciocca e pacifica come me su un pc ,peraltro anche inutile nessuno ci ascolta per giunta. anni orsono, tanti oramai chi è vicino ai cinquanta come me ben ricorda che cosa succedeva per la cessione di baggio. qui ci siamo fatti assopire dalla sindrome di gubbio,stampa in primis ,però vedo che qualcuno incomincia ad andare alla radice del problema :la conduzione societaria che se ne infiaschia del risultato sportivo ma ha in mente solo un’obbiettivo :la speculazione in quel di castello.ancora catri giornalisti siete troppo indulgenti verso questa proprietà.cmq sempre forza viola consapevole di non vincere mai una beata motosega

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. ViolaLuke - 2 anni fa

      “La speculazione in quel di Castello”: tu non sai di cosa parli.

      Rispondi Mi piace Non mi piace
      1. gianni69 - 2 anni fa

        lo sai tu ?bravo.tuttologo???

        Rispondi Mi piace Non mi piace
  6. Gerber - 2 anni fa

    L’ultima sigaretta prima del plotone d’esecuzione.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  7. Barsine - 2 anni fa

    Ma di voi che sparlate da anni ne parleremo mai? Soloni senza decenza …

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. Antonio da Papiano - 2 anni fa

      Perché dicono la verità devono tacere ? Invece fanno benissimo a scrivere come stanno le cose che comunque sono evidenti perché parlano i risultati.

      Rispondi Mi piace Non mi piace
      1. ViolaLuke - 2 anni fa

        La “verità”: è proprio vero che l’ignoranza va a braccetto con la presunzione.

        Rispondi Mi piace Non mi piace
      2. Turco - 2 anni fa

        Confronta i risultati otteuti da questa società con quelli delle società precedenti e poi parliamo ..se poi sei interessato a fare 6/7 anni a livelli un po’ più alti, continuando peralto a non vincere niente o quasi, come é successo nell’era Cecchi Gori, per poi precipitare in c2 a causa di una gestione fallimentare allora hai ragione te e la ‘tua verità’ ..io preferisco questa società ..é soltanto iI mio parere ..FORZA VIOLA SEMPRE

        Rispondi Mi piace Non mi piace

Recupera Password

accettazione privacy