L’esperto a VN: “Vi presento Soucek, faceva coppia con Barak. Ma è diverso da Badelj”

L’esperto a VN: “Vi presento Soucek, faceva coppia con Barak. Ma è diverso da Badelj”

Tomas Soucek dello Slavia Praga potrebbe sbarcare a Firenze. L’osservatore Massimo Tanzillo spiega in esclusiva a Violanews.com chi è il nuovo obiettivo della Fiorentina

di Stefano Niccoli, @stefanoniccoli3

Arriva dalla Repubblica Ceca il nome nuovo per la mediana della Fiorentina. Si tratta di Tomas Soucek, dello Slavia Praga. Per conoscere meglio il giocatore classe 1995, Violanews.com ha intervistato Massimo Tanzillo, osservatore professionista abilitato dalla Figc, esperto di calcio dell’est.

“So della conferma di questa operazione anche dalla parte mediatica, anche se non ho conferme da parte del management. E’ uno dei più meritevoli, gioca titolare nello Slavia Praga già da qualche stagione. E’ un centrocampista centrale con una struttura fisica importante (192 centimetri per 86 chilogrammi, ndr). Quando l’ho visionato agli albori della sua carriera, a volte ha giocato anche come difensore centrale. Pian piano è stato spostato di qualche metro perché ha una grossa attitudine all’inserimento. Ha una buona gamba, spezza molto il gioco, recupera tanti palloni e riesce a far ripartire l’azione, in più i suoi 2-3-4 gol all’anno li segna sempre. E’ un classico mediano, gioca in un centrocampo a quattro, in una linea a due di centrali. Per il campionato italiano andrebbe strutturato muscolarmente, essendo alto ha fibre molto lunghe, con la preparazione atletica italiana non potrà che migliorare. Quando visionavo lo Slavia Praga era il giocatore, insieme a Barak ora all’Udinese, che dava più nell’occhio. Può far bene a Firenze”.

Quali sono i suoi principali difetti?
“Il piede debole perché non utilizza il sinistro come utilizza il destro e poi, come dicevo prima, andrebbe strutturato sul piano muscolare. Ha una fibra elastica piuttosto che solida. Essendo alto più di 1,90 m può avere delle difficoltà nello stretto, ma è un centrocampista centrale, non un esterno che deve fare della tecnica nel breve il suo punto di forza”.

Lo vedresti bene nel centrocampo della Fiorentina? Mi par di capire che non sia il vice di Badelj.
“Starebbe bene nel centrocampo viola. Può avere lo stesso ruolo di Badelj, ma ha caratteristiche diverse da quelle del croato. Mi azzardo a dire che potrebbe giocare centrale davanti alla difesa in un centrocampo a rombo. Badelj è più lineare nelle giocate, ha una discreta visione di gioco. Soucek, invece, è un distruttore, ma allo stesso fa ripartire l’azione, chiede l’uno-due e si butta dentro per andare a tirare, anche se con qualità tecniche non eccelse”.

Te la senti di fare un paragone?
“No, il titolo sarebbe quello, si rischiano figuracce. Posso dire che su Barak c’era inizialmente scetticismo, Soucek potrebbe essere un altro caso simile”.

La Fiorentina sarebbe disposta a pagarlo 80 milioni di corone ceche, circa 3 milioni di euro. E’ il prezzo giusto?
“A mio modo di vedere la cifra è giusta, anche se non ho conferme. Ci sarebbero anche i margini per una futura plusvalenza”.

5 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

  1. Mister100 - 3 mesi fa

    Faceva coppia con Barak? Obama??

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  2. batigol222 - 3 mesi fa

    Non mi convince per niente… lento e con fibre lunghe ma che ci incastra nel gioco italiano fatto di pressing e squadre corte? In più non ha nemmeno tecnica, dalla descrizione che gli fa sembra che kurtic sia molto meglio

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  3. purple - 3 mesi fa

    che pacchi!!! nemmeno si fosse da Insinna !!

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  4. Up The Violets - 3 mesi fa

    A me non dispiacerebbe. Fisico, colpo di testa, bel tiro, inserimento, se necessario sa fare anche il difensore centrale, è un po’ lento e non ha grande tecnica ma in Italia può migliorare e ha già una qualche forma di esperienza internazionale, perché è nel giro della nazionale (sebbene la Repubblica Ceca ultimamente sia caduta piuttosto in basso) e con lo Slavia fa stabilmente le coppe, anche se non a grandissimo livello.

    Una volta qui andrebbe visto, bisognerebbe accertarsi che non fosse un secondo Kubik, ma come riserva di Badelj (per adesso) o di un altro mediano titolare (da giugno, si spera) sarebbe una di quelle scommesse che, come dicevo ieri, nel mercato di gennaio puoi fare per cercare di migliorare la squadra senza per forza limitarsi ai soliti italiani economicamente sopravvalutati rispetto all’effettivo valore tecnico come (in questo caso) Cataldi o Viviani.
    Dopotutto ci vuole poco per fare meglio di Sanchez e, in linea di massima, i cechi si sono spesso ambientati alla svelta, da noi: si veda cosa sta facendo a Udine quel Barak che giocava insieme a lui nel centrocampo dello Slavia Praga.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. johan14 - 3 mesi fa

      Up the Violets, per curiosità, quanti anni hai? L’hai mai visto giocare Lubos Kubik? Te lo ricordi bene? Se Soucek valesse la metà di Kubik andrei io stesso in macchina a Praga a prenderlo. Nella Fiorentina di oggi, un Kubik sarebbe il sostituto ideale di Badelj.

      Rispondi Mi piace Non mi piace

Recupera Password

accettazione privacy