La Fiorentina stregata da Loiodice, il centrocampista che sogna di fare l’aviatore

La Fiorentina stregata da Loiodice, il centrocampista che sogna di fare l’aviatore

Un esordio quasi per caso e le attenzioni delle grandi squadre: Enzo Loiodice è la nuova promessa del calcio francese

di Giacomo Brunetti, @gia_brunetti

È aprile e il suo Dijon è ormai salvo. Olivier Dall’Oglio nel proprio ufficio conta gli infortunati insieme allo staff e si vede costretto a convocare una folta rappresentanza della squadra giovanile. Seduto nello spogliatoio c’è un ragazzino: sogna di diventare aviatore, non ama i social network ed è concentrato sullo studio. Ha lasciato casa presto, tra il padre accondiscendente e la madre restia: “È lontano da casa, capisco che non sia facile da accettare”, spiega il figlio. Trecento chilometri lo separano dalla natia Parigi: scappato dalla capitale per inseguire il proprio sogno grazie all’intuizione di un educatore. Sì, Enzo porta avanti gli studi parallelamente al calcio, passando dall’ombra della Tour Eiffel alla graziosità della nuova dimora.

“È un ragazzino di diciassette anni, ma ti sembrerà di parlare con uno di venticinque”, ammicca il tecnico Dall’Oglio, che gli fa assaggiare il campo per tre minuti contro il Bordeaux. È l’esordio assoluto per Loiodice, classe ’00 che la Fiorentina sta trattando con la società francese: costo di cinque milioni e un asse transalpino sempre più battuto. Il centrocampista non si ferma, guadagnandosi il rinnovo del contratto in estate e un ruolo da protagonista. “Ho provato a fare quello che posso fare – ricorda il millenial sull’esordio – senza strafare. Per me era già straordinario giocare in Ligue 1″: sogno realizzato, sono già quindici apparizioni, undici in questa stagione.

Figlio di un agente immobiliare e di una ricercatrice, aveva le idee ben chiare. “Sono professionista, ma non ho cambiato le mie abitudini, perché ero già rigoroso in termini di dieta, riposo, stile di vita“, mentre nel tempo libero legge e ascolta musica. Rap americano e francese, per la precisione. Corre, corre tanto: un po’ come il suo alter ego viola, Jordan Veretout. E chissà che il nuovo compagno di reparto non possa essere proprio il giovane aviatore. “Spero di prendere la patente di pilota”: intanto, però, vola in campo.

LA SCHEDA DEL CALCIATORE DEL DIJON: RUOLO E CARATTERISTICHE TECNICHE

Violanews consiglia

La Fiorentina vuole il primo millenials: sta trattando Loiodice del Digione. Costo e profilo

4 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

  1. mops - 1 settimana fa

    Questo alla Fiorentina rivede il campo quando di anni ne ha 25 :( sfv’57

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  2. The Count of Tuscany - 1 settimana fa

    Sconcerti ha ragione, chi ha chiesto di avere una squadra di ventenni? Perché ci viene venduto come pregio cioè che sul campo è un difetto? Oggi De Zerbi in conferenza stampa lo ha detto, fiorentina squadra troppo giovane.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. daniele - 1 settimana fa

      ……e se lo dice De Zerbi, tutti zitti eh!….

      Rispondi Mi piace Non mi piace
      1. DecaInViola - 1 settimana fa

        Intanto é davanti a noi, e sinceramente mi sembra che riesca a esprimere un gioco migliore di Pioli con una squadra di qualità inferiore alla nostra.

        Rispondi Mi piace Non mi piace

Recupera Password

accettazione privacy