FOCUS VN – Diks e l’esame Napoli: “serataccia” contro Insigne e compagni

FOCUS VN – Diks e l’esame Napoli: “serataccia” contro Insigne e compagni

Prestazione insufficiente per il terzino olandese, di proprietà della Fiorentina, che soffre molto le accelerazioni dei partenopei e regala la palla del 2-0 momentaneo

di Leonardo Vignozzi, @VignozziLeonard

Il terzino olandese Kevin Diks, di proprietà della Fiorentina ma in prestito al Feyenoord, ieri sera era chiamato all’appuntamento Champions League assieme alla sua squadra attuale e, per il giovane difensore, l’esame era sicuramente impegnativo vista la marcatura obbligata su Lorenzo Insigne.

La gara di Diks ieri sera al San Paolo contro il Napoli è stata sicuramente insufficiente, dovuta sicuramente ai suoi errori determinanti, e in parte dovuta anche alla prestazione generale del Feyenoord. Il terzino aveva il compito di contenere le accelerazioni di Insigne, che si aggirava sulla sua fascia, cosi’ come quelle di Mertens e gli inserimenti di Hamsik. Una gara molto contratta, al fine di privilegiare la fase difensiva piuttosto che quella offensiva.

Il gioco del Feyenoord non lo ha aiutato di certo, visto che si sviluppava prevalentemente sulla fascia sinistra a cercare le invenzioni di uno spento Vilhena. L’assenza del centravanti titolare della squadra olandese e il pressing del Napoli costringono la squadra di Van Bronckhorst a schiacciarsi totalmente nella propria metà campo, per poi ripartire in contropiede o con lanci lunghi per Boetius.

Gara non semplice per il giovane olandese, il  quale è costretto quasi sempre a rincorrere Insigne. Il primo gol del Napoli lo vede abbastanza incolpevole, poichè nell’azione Insigne si era spostato sulla trequarti andando a realizzare centralmente dal limite dell’area. Suo invece l’errore che ha portato al 2-0 i partenopei ad inizio ripresa. Da una ripartenza difensiva, Diks  scarica male la sfera sui compagni regalando così il pallone ai partenopei che servono direttamente Mertens per il 2-0 momentaneo.

Sulla fascia sinistra, quando non c’è Insigne, a preoccupare il terzino olandese c’è Dries Mertens. Con il belga il risultato non cambia e spesso il Napoli sfonda proprio dalla fascia di sua competenza. Il bel gioco e la superiorità del Napoli di Sarri la fanno da padrone. Il Feyenoord produce davvero poco in fase offensiva fino al 68′, quando si procura un calcio di rigore fallito però da Toornstra. Sulla ribattuta di Reina è proprio Diks a cercare di arrivare per primo sulla sfera ma la difesa partenopea gli impedisce la conclusione a rete.

In conclusione, l’esame Napoli, o meglio l’esame con il calcio italiano, non è stato certamente superato dal giovane terzino destro. L’avversario era sicuramente ostico ma gli errori e la sua prestazione hanno certamente influito, purtroppo in negativo. C’è ancora molto su cui lavorare e migliorare per Kevin Diks. La stagione appena iniziata, nonostante sia in Eredivisie, servirà comunque per maturare calcisticamente e trovare una buona continuità di gare e minutaggio.

La Fiorentina punta sul ragazzo per il futuro, tanto che quest’estate ha concluso la trattativa proprio con il club olandese solo ed esclusivamente per un prestito secco, senza possibilità di riscatto. Un segnale importante e di fiducia in attesa della crescita dello stesso Diks.

 

2 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

  1. davidebaso@gmail.com - 2 anni fa

    Non ha giocato così male per me

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  2. 29agosto1926 - 2 anni fa

    Oggi è dura per tutti contro Insigne e Mertens…………..

    Rispondi Mi piace Non mi piace

Recupera Password

accettazione privacy