Della Valle, c’è una sola strada. Nessun acquirente? Non è vero. Dal 7° posto alla lotta salvezza, ho paura

Della Valle, c’è una sola strada. Nessun acquirente? Non è vero. Dal 7° posto alla lotta salvezza, ho paura

Domenica sfida salvezza col Genoa, ma la battaglia decisiva è un’altra. Non è giusto tenere i tifosi con il cappio alla gola

di Alessandro Rialti

FIRENZE – La verità è che sono rimasto sorpreso. In estate ero convinto che avremmo disputato un campionato da 7°-10° posto, tranquillo. Ho sbagliato, anzi stra-sbagliato. E ora il tempo non passa mai. Ogni ora pare un giorno. Strangolato dalla delusione e dalla paura. Mi ripeto che questa squadra non può perdere al Franchi, pieno, contro un Genoa che non sta meglio di noi. Aggiungo, con imbarazzo, che l’Inter non può perdere avendo in ballottaggio la zona Champions, ma poi mi vergogno. E’ la Fiorentina che deve uscire da questa situazione. Con le sue gambe. Ma poi…torna la paura. E alla fine un’altra certezza. Benché fondamentale, unica, imperdibile, non sarà questa la battaglia decisiva. Perché comunque subito dopo il fischio finale ce ne sarà una ancor più importante: venderanno? Già, perché mai come in questo momento è diventato urgente capire quello che succederà dopo.

Ed è un problema immenso, del quale dovrà occuparsi il sindaco Nardella o chi eventualmente dopo di lui. Perché non vediamo alcuna alternativa a un cambio di proprietà. Quello che è successo e sta succedendo ha definitivamente scavato una distanza insanabile fra una parte, importante, del tifo e i Della Valle. Una rottura che porta alla necessità di un cambio. Si è detto che non c’è nessuno. Non lo credo, c’è sempre qualcuno. Basta crederci e cercarlo, basta non chiedere cifre allucinanti per la cessione. Basta rendersi conto di cos’è la Fiorentina per Firenze. No, non è giusto tenere i tifosi con il cappio alla gola. Tutti devono provare a percorrere tutte le alternative. Perché il matrimonio ci appare evidentemente arrivato al capolinea. Ed è questa l’altra partita fondamentale. Da giocarsi subito, per non costringersi all’ennesima attesa soffocante. TRA OGGI E DOMENICA: LE POSSIBILE MOSSE DEI DELLA VALLE

Violanews consiglia

Nardella: “Nuovi investitori per la Fiorentina? Non mi stupirei. Stadio, tocca a Della Valle”

Patto per la salvezza: dopo l’allenamento squadra in ritiro. Della Valle in arrivo?

21 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

  1. carlo - 3 settimane fa

    Quale sarebbe la parte più importante del tifo quella che applauduva ai gol della Lazio e fischiava nella partita con il Siviglia? Quella che voleva contestare anche quando le cose andavano discretamente e volevano appropriarsi della curva dopo lo scioglimento del collettivo? Quella sponzorizzata dai grandi industriali fiorentini anche mezxi falliti? Quella degli ex calciatori che volevano mangiare in Fiorentina e non sono stati invitati e quelli invitati e mesdi alla porta ora sputano sentenze?

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  2. Massimo - 3 settimane fa

    Grane Rialti. Condivido in toto.
    Massimo

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  3. Lk - 3 settimane fa

    Io dico che ttt queste dichiarazioni non servono a nulla e nn fanno bene. Il primo passo è salvarci, e non è una questione semplice, li avete visti i giocatori… Il 90 % di loro lascerà la fiorentina è se si salvano o meno nn gliene frega nulla, tnt andranno via cmq, questo è il punto. Domenica dobbiamo tifare la viola e basta, al di là dei calciatori direttori etc… Poi si potranno anche lanciare le bombe, parlare di nuovi proprietari, di Marino, Chiesa aereoporto e quant altro.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  4. memento.fabi_356 - 3 settimane fa

    So di andare controcorrente, però secondo me c’e’ troppo disfattismo. E’ vero la stagione sta finendo in modo imprevedibilmente drammatico, anche se sono certo che rimarremo in A, però il futuro non promette male, anzi. Abbiamo già in squadra alcuni giovani di sicuro talento, come Zurkowsky, Traorè, uno almeno fra Dragowsky e Lafont, Castrovilli (a detta di tanti uno dei migliori giovani talenti della serie B), Vlahovic che sta crescendo, e poi Pezzella che viene convocato in nazionale tanto scarso non credo sia, Sottil che rientrerà e anche lui si è segnalato fra i migliori prospetti della B, ed altri ancora. Ci saranno sicuramente partenze illustri, Chiesa Milenkovic e Veretout su tutti, che però porteranno tanti soldi che potranno essere reinvestiti su altri giocatori forti (occasioni se ne trovano, basta vedere come fa ogni anno l’Atalanta. e non farsi affibbiare bidoni …). Ovviamente occorre risanare l’ambiente, restituire tranquillità alla squadra che potrebbe diventare una delle realtà più interessanti per il prossimo futuro, ma io sono comunque ottimista e soprattutto non mi sentirei così tranquillo se la società venisse acquistata da misteriosi faccendieri come è accaduto ad esempio al Milan… Forza Viola

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  5. Nicco - 3 settimane fa

    Ma io mi sentirei solo in imbarazzo a scrivere articoli del genere, come fa questo signore a sapere se c’è qualcuno ( lo dica nome e cognome) e a dire che i della valle chiedono troppo ( hai qualcosa di scritto in mano? Hai fatto te personalmente un offerta e ti sei sentito rispondere voglio tot? ) in questo momento difficile abbiamo bisogno di gente seria che scrive , lavora e tifa Fiorentina se si vuol veramente il suo bene , altrimenti è bomba libera tutti , già in un giorno siamo passati dall’argentino al Qatar all’americano. Un po’ di serietà .

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  6. @VF1926 - 3 settimane fa

    IL PROBLEMA IMMENSO invece sono le “penne” come questa che fomentano ogni situazione (e non se ne capisce il motivo).
    La nostra città, seppur meravigliosa, non ha la forza economica equiparabile a Milano, Roma e Torino. Noi con la proprietà Della Valle gli siamo quasi sempre stati vicini anzi avvolte li abbiamo superati cogliendo gli errori in particolare di Milan e Inter.
    In questa stagione le altre squadre sono state semplicemente più capaci dell’attuale Management della Fiorentina (cosa che ogni tanto può capitare).
    La Juventus quando è ripartita con l’attuale management vi ricordo che aveva come scelto come allenatore Del Neri, e come calciatori su cui puntare Krasic, Martinez e Felipe Melo; Agnelli, Marotta e Paratici in quell’anno furono certamente meno capaci di altri dirigenti di altre squadre.
    Noi eventualmente dovremmo solo contestare ai Della Valle gli errori che sicuramente hanno commesso non andare a cercare di fomentare le situazioni che vanno poi sempre a far riferimento all’espetto economico.
    E cercare di aiutarli invece a non commettere gli errori del passato e del presente.
    Esempio…. Quasi tutte le società di Serie A hanno un centro sportivo per il settore giovanile. Perchè la Fiorentina non lo ha? Risposta: E’ un errore, Si (di chi è la colpa dei Della Valle? forse)
    Collegata a questo aspetto invece un elogio che bisognerebbe fare a questa società (il proprietario è Della Valle) che non viene mai evidenziato: senza strutture adeguate solo nel recente passato il settore giovanile della Fiorentina ha sfornato: Bernardeschi, Chiesa, Babacar, Piccini, Zaniolo e Mancini.
    Su Zaniolo e Mancini non ha beneficiato del lavoro svolo (altra giusta critica da fare).

    E’ così che si diventa forti non facendo stupide critiche che riguardano il denaro!
    Abbiamo una delle proprietà più ricche d’Italia e oltre aiutiamoli a sbagliare di meno.

    PS
    al contrario qualche cenno su valutazioni sbagliate da parte di chi gravita intorno alla società non vengono mai portate in risalto, ad esempio: Ilicic non poteva mettere piede in campo, chi l’ho ha comperato? la società; chi lo criticava maggiormente? le famose “penne” della nostra città aizzando i tifosi a prenderlo di mira.

    Nel calcio tutti sbagliano bisogna essere solo più capaci degli altri. Essere più capaci è sicuramente più facile con una proprietà solida (non che investe) alle spalle. Agnelli non mette un euro nella Juventus è la Juventus che mette denaro nelle casse della Juventus.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. filippo999 - 3 settimane fa

      ci hai capito poco…è inutile che scrivi papiri sorvolando però su quelle poche cose
      essenziali…è da gennaio 2016 che è iniziato il precipizio ( e quindi non quest’anno ) ,
      da allora non siamo mai saliti sopra l’ottavo posto ( tranne un paio di settimane )…
      tre anni e mezzo …ti paiono pochi ? Ovvio che un periodo così lungo , fa pensare a problemi di fondo , struttuarali , non contingenti , il che significa che anche il futuro sarà uguale a questi ultimi 3 anni…se ti aspetti di risollevarti con questa proprietà ,
      forse è bene se ti togli questa illusione…quando una gestione sportiva finisce il
      suo ciclo , lo finisce , punto e basta e ci siamo arrivati dopo 17 anni , che è
      già un periodo molto lungo…stessa cosa fu con Pontello , quando il Conte si stufò ,
      finì , ed anche lì , nel 1990 rischiammo la B . E se continua con questa proprietà , la
      strada è segnata . Altra barzelletta : le potenzialità di Roma . Ma quali sarebbero le
      potenzialità di Lotito ? Guardati un pò i loro risultati e i nostri negli ultimi 15 anni e
      poi fatti delle domande . Fatturati simili , risultati molto diversi . Rifatti delle domande .

      Rispondi Mi piace Non mi piace
      1. @VF1926 - 3 settimane fa

        1) Roma non è Lotito (come Firenze non è Della Valle)
        2) Roma (2,873 milioni di abitanti). Milano ( 1,352 milioni di abitanti), Torino (878.074 mila abitanti)
        Firenze (382.258 mila abitanti)
        Secondo te dove è più facile reperire sponsor o entità che supportino le varie proprietà.
        Per non parlare delle amministrazioni che governano questi Comuni a Tornino in tre secondi hanno concesso l’opportunità di fare Stadio alla Juventus ed il Torino in tre minuti ha potuto ristrutturare il Filadelfia. I risultati sportivi stanno andando di pari passo anche con queste situazioni (vedi la Roma).
        3) Il calcio come tutta la vita in Italia è cambiato dopo la crisi economica. Fatti due conti dal 2008 e verifica chi ha vinto scudetti e coppa Italia e poi vedi.
        Coppa Italia; 2008-2009 Lazio, 2009-2010 Inter, 2010-2011 Inter, 2011-2012 Napoli,2012-2013 Lazio, 2013-2014 Napoli, 2014-2015 Juventus, 2015-2016 Juventus ,2016-2017 Juventus, 2017-2018 Juventus e 2018-2019 Lazio
        Scudetti: 2008-2009 Inter, 2009-2010 Inter, 2010-2011 Milan, 2011-2012 Juventus,2012-2013 Juventus, 2013-2014 Juventus, 2014-2015 Juventus, 2015-2016 Juventus ,2016-2017 Juventus, 2017-2018 Juventus e 2018-2019 Lazio
        Conclusione: Lotito e De Laurentiis sono stati più competenti dei Della Valle, ma non venirmi a dire che hanno investito nella Lazio o nel Napoli (anzi De Laurentiis si autopaga)
        I Della Valle posso essere criticati per le scelte non per altro e sicurante non per questioni riguardanti il denaro. Sono pochissimi i proprietari che investono nel calcio (Moratti e Berlusconi hanno dovuto cedere le società per i debiti che hanno accumulato negli anni); se non ci fossero i diritti televisivi si giocherebbe a ping pong!
        Noi tifosi dovremmo criticare i proprietari per le scelte che fanno punto e basta.

        Rispondi Mi piace Non mi piace
    2. memento.fabi_356 - 3 settimane fa

      Concordo pienamente

      Rispondi Mi piace Non mi piace
  7. violadasessantanni - 3 settimane fa

    Ho la sensazione che Diego non abbia più nessuna voglia di proseguire con la fiorentina. Da tempo immemorabile non va più allo stadio e la distanza dalla squadra, dai tifosi e dalla città di Firenze è ormai abissale; adesso per noi che amiamo la viola c’è la speranza che arrivi qualcuno che metta i soldi (in primi) ma anche la passione ed ai posti di comando gente competente che programmi qualcosa di serio.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  8. bernard - 3 settimane fa

    Rialti ha ammesso di essersi sbagliato , anzi stra – sbagliato nel valutare la Fiorentina in estate . Il che fa sottindendere un giudizio quantomeno non negativo sull ‘ operato in estate della società . Scagliarsi adesso con virulenza contro la stessa è assurdo . La Fiorentina ha fatto un girone di andata discreto , a contatto con lesquadre in corsa per le coppe europee . A gennaio è stato preso Muriel e la squadra ha realizzato 10 punti nelle prime sei gare del girone di ritorno , ha vinto a Torino e con la Roma in Coppa Italia , con 24 reti segnate ( media 3 a partita ). Nelle successive sei ( dalla gara esterna con l ‘Atalanta a quella interna col Frosinone ) i punti fatti sono stati 3 . Nelle sei gare con Montella un punto e una rete segnata . Allora sarà successo qualcosa , ancora prima che venisse Montella , all ‘ interno della squadra , che noi non conosciamo . Cosa c’ entrino i Della Valle , che certamente non possono fare gol , come ha detto Antognoni , francamente non lo capisco . E’ certo invece che il tutto viene strumentalizzato per incitare la massa a dare addosso agli untori . L ‘ affermazione ” tenere i tifosi per il cappio alla gola ” è a dir poco terrificante ,manco fossimo in mano a bancarottieri truffatori .

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. Johan Ingvarson - 3 settimane fa

      Infatti molti si rifiutano di ammettere che la squadra, quantomeno fino a febbraio, stava tenendo un campionato dignitoso, niente di eccezionale sia chiaro, ma quantomeno si poteva aspettarci di tentare di rientrare in Europa League dopo 3 anni. Invece dalla partita con il Cagliari, con le seguenti dichiarazioni di Pioli, il vuoto più totale. Ergo, significa che qualcosa a livello di spogliatoio si è rotto e questa è colpa solo di Pioli e dei giocatori. I DV hanno la colpa che non sono stati abbastanza presenti nel provare a ricompattare lo spogliatoio, ma in campo non ci vanno loro, e se non siamo capaci di battere Parma, Empoli e Frosinone è giusto allora andare in B.

      Rispondi Mi piace Non mi piace
    2. filippo999 - 3 settimane fa

      il senso della tua seconda frase non lo capisco…se Rialti dice che aveva
      sopravvalutato la squadra , significa che nella realtà delle cose la squadra era modesta , e
      se era modesta , chi l’ha costruita così ? Tra l’altro , Rialti parla di sua valutazione
      iniziale di squadra da 7-10 posto…rendiamoci conto di cosa stiamo parlando , di
      una Fiorentina che nella migliore delle ipotesi , sarebbe stata cmq un Fiorentina ai
      minimi termini…ragazzi , vi arrampicate sugli specchi e non capisco perchè ,
      proprio non lo capisco…quest’anno non siamo mai stati sopra la metà classifica , mai…
      cioè , per lo meno 8-9 squadre migliori di noi e davanti le abbiamo sempre avute
      quest’anno…anche senza precipitare ( ma solo dopo l’osceno comunicato contro Pioli e le
      inevitabili dimissioni ) con Montella ( altra scelta sbagliata , chissà da chi ) ,
      saremmo rimasti a metà classifica…come si fa a dire cosa c’entrano i DV ? Ma il
      comunicato in cui si dice che Pioli non è serio ( non si sa perchè ) , l’ho fatto io ?
      Ormai sono svariati gli addetti ai lavori che dicono che quel comunicato è stata una
      follia .

      Rispondi Mi piace Non mi piace
      1. Johan Ingvarson - 3 settimane fa

        Pioli ha dato le dimissioni a metà aprile, non vincendo una gara da 2 mesi ed in casa da dicembre. Dire che la squadra è crollata dopo le sue dimissioni è falso come una banconota da 6 euro.

        Rispondi Mi piace Non mi piace
        1. filippo999 - 3 settimane fa

          ah ah ah…ma ti leggi quando scrivi ? Guarda la classifica quando Pioli
          è andato via , e confrontala con quella di ora…quando Pioli è andato via
          l’Empoli era 11 punti sotto , adesso è a 2 punti sotto…
          da allora abbiamo fatto 1 punto in 6 partite , con un ritmo del genere , dopo
          38 partite avremmo 6 punti…Pioli è scarso , ma fosse rimasto peggio
          non avrebbe fatto e sarebbe bastato un punto in più per tirarsi fuori dai guai..

          Rispondi Mi piace Non mi piace
  9. Johan Ingvarson - 3 settimane fa

    Partiamo dal presupposto che anche io sono d’accordo con il fatto che i DV a Firenze hanno fatto il loro tempo, e che se rimangono l’ambiente rimarrà (per colpa di tutti, non solo loro sia chiaro) sempre sul chi vive, non proprio quindi una situazione ideale. Detto questo, non sono d’accordo con Rialti. Che significa “Andarlo a cercare”? I DV sono 2 anni che hanno detto “Chi vuole la Fiorentina si faccia avanti” e nessuno lo ha fatto (A meno che non consideriamo qualcuno quel fanfarone di Sundas). Di solito uno che vuole una squadra di calcio lo fa per interessi economici o passione, ma lo fa comunque volentieri. Già quindi dover andare con il lumicino a pregare tutti i ricchi della città di prendersi la squadra non mi sembra un buon inizio. E sul prezzo ne sento di tutti colori: Chi dice che chiedono troppo, chi dice che la dovrebbero regalare per rispetto… amenità e fanfaronate. La verità è che i DV (a torto, a ragione questo non sta a me dirlo) hanno valutato un loro bene tot soldi. E troppo? Lo abbasseranno. Non lo fanno? Significa che non hanno fretta di vendere. La cosa non ci piace? Purtroppo no, non mi piace, ma legalmente loro non sono tenuti a cambiare idea, quindi bisogna farcela andare bene e sperare che uno la paghi quanto chiedono loro. Altre soluzioni non ci stanno.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. vecchio briga - 3 settimane fa

      Esistono delle procedure, tipo incaricare una banca di cercare un compratore. Non è che la vendi facendo una sparata con un comunicato strampalato.

      Rispondi Mi piace Non mi piace
  10. fudo77 - 3 settimane fa

    come no … ARCOBALENI CIFRATI … ARCOBALENI VUTURIANI … Rialti vorrei comprare casa sua, però voglio spendere solo 10000 €, sú si impegna e la venda ugualmente, ci metta della buona volontà !!!

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  11. Clarque - 3 settimane fa

    E invece, caro Rialti, per quanto possa non piacerci è assolutamente lecito che i DV vogliano vendere la Fiorentina solo alle cifre da essi desiderate: è un bene di loro proprietà e sono legittimati a comportarsi così. O ce lo facciamo andare bene o ci facciamo rodere il fegato all’infinito

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. lor29 - 3 settimane fa

      E’ chiaro che se vogliono vendere a cifre assurde, vuol dire che NON vogliono vendere.

      Rispondi Mi piace Non mi piace
      1. Johan Ingvarson - 3 settimane fa

        O forse che non hanno la necessità di vendere in fretta? Dopotutto, ad oggi per loro tenere la Fiorentina non costa a livello economico tantissimo, quindi possono anche dire “Per meno di tot soldi non la cedo, e se devo aspettare anni prima che me la comprino a quel prezzo amen.”

        Rispondi Mi piace Non mi piace

Recupera Password

accettazione privacy