“Ciclo finito”. L’editoriale di Alessandro Rialti per Violanews.com

“Ciclo finito”. L’editoriale di Alessandro Rialti per Violanews.com

“Il ciclo della Fiorentina di Pauolo Sousa è finito. inutile provare a rianimarla praticandole anche la respirazione bocca a bocca, non si riprende”

20 commenti

FIRENZE – Il ciclo della Fiorentina di Pauolo Sousa è finito. inutile provare a rianimarla praticandole anche la respirazione bocca a bocca, non si riprende. Questo non vuol dire che dalle «spoglie» di quella squadra viola non sia ancora possibile rintracciare una stilla di energia per tentare un ultimo aggancio alla zona-Europa o che al suo interno non ci siano i cromosomi per una rinascita. Ma la struttura di questo gruppo violo si è totalmente sfasciato. Resta il ricordo della sua nascita, con Montella, quando i tempi li dettava Pizarro, quando verticalizzavano Aquilani e un Gonzalo ancora fresco e motivato, quando all’ala c’erano Pasqual e Cuadrado (poi Joaquin e Salah), quando ancora resistevano sogni e speranze. Da due anni quella Fiorentina è stata picconata. Nesssun investimento dai Della Valle, anzi solo rientri economici. Nessun potenziamento tattico considerato che Sousa (esperienza zero) si è limitato a gestire quel che restava. Sì, fine di un ciclo che poteva essere davvero importante se solo la Proprietà c’avesse creduto completamente. Fine di un ciclo parzialmente mascherata grazie ai ragazzi ex-pianticelle, Bernardeschi e Chiesa su tutti e a qualche intuizione sul mercato (da Alonso a Kalinic). Fine, a Roma la cosa è stata trasparente. Sousa che da uomo solo al comando è diventato uomo solo al disarmo. Badelj, Gonzalo, pure Borja ammutoliti, ex eroi che passeggiano tristi sul campo. Fine per inaugurare cosa? Eccolo il vero tema, verificata la «dipartita» che cosa intendono fare i Della Valle? Aspettare il progetto esecutivo del nuovo stadio e poi vendere? Oppure inaugurare il varo della nuova Fiorentina yè yè? Comunque che dopo il constatato decesso si muova qualcosa. Iniziando dal muovo allenatore che sarà deciso da Corvino. Da prendere prima possibile, perché ci sarà da ricostruire moltissimo. Assolutamente necessaria la chiarezza, anzi la trasparenza. Saluti ai partenti? Sì, forse, certo che la gara di Roma, senza dignità, non incoraggia festeggiamenti.

20 commenti

20 commenti

Inserisci qui il tuo commento

  1. fedebart56 - 1 settimana fa

    Io non mi ritengo un esperto di calcio come la maggior parte degli opinionisti,giornalisti,tifosi,ecc. Ma dall’alba dei tempi che se vuoi vincere qualcosa,non devi prendere goal,o almeno farne più degli avversari,vedi il Napoli. Magari non vinceranno niente pure loro (vincano sempre le solite)ma almeno si possono godere qualche bella partita in Europa e sperare in un tricolore che per sbaglio del sistema,non lo vinca una squadra a strisce. Ma bisogna farsi trovare pronti,ma tornando alla questione goal presi,la difesa nostra è quella che è. E quindi? Mai un difensore di qualità nel mercato,in attacco aspettiamo ancora un Babacar che dopo il 4 a 0 se la rideva a bordo campo con un suo connazionale della Roma. Ma la società ,realmente quali sono i suoi obbiettivi? Io un Po mi girano le scatole vedere passare gli anni e aver la consapevolezza che non c’è volontà di migliorare. Ma non è che se facciamo una seconda maglia a strisce viola e bianche magari ci fanno vincere qualcosa con una squadra mediocre?comunque se il calcio è un business,più hai visibilità,più guadagni,e se i Della Valle vogliano guadagnare,che vincano qualcosa,sennò avanti ai cinesi o arabi che siano,perché un sistema tipo Barcellona la vedo dura……Che si vinca o che si perda,forza Viola e ………………

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  2. Antonio da Papiano - 1 settimana fa

    Gianburrasca ha perfettamente ragione. Il commento di Barsine, come al solito, è indirizzato a giustificare l’operato di una proprietà che con un tempo lungo a disposizione (15 anni) non ha vinto nulla è collezionato un bel l’album di figurine di m..da come quella di Roma. L’argomentazione giustificatoria di Barsine “sono proprietari e fanno quello che vogliono” si scontra con il fatto che la squadra di calcio (unica in questo caso) di una città nota e prestigiosa come Firenze non può essere trattata come un qualsiasi bene di cui esclusivamente è proprietario l’azionista di maggioranza Della Valle. Una squadra di calcio è un sodalizio sportivo tra città, tifosi e club, non è una merce equiparabile ad una automobile. Per gestire una squadra come la Fiorentina ci vuole attaccamento al club, passione e anche denari. Il problema è che questa proprietà nel tempo ha perso, soprattutto negli ultimi tre anni, questi tre ingredienti. Per questa ragione scrivo da un po’ di tempo che devono vendere e andarsene. Temo invece che grazie agli importanti guadagni degli ultimi mercati non hanno alcuna intenzione di farlo perché comunque il calcio oggi è più redditizio di altri settori merceologici (pochi investimenti e grandi plusvalenze). Barsine dovrebbe smetterla di difendere questa proprietà che, per esempio, ha richiamato Corvino dopo una stagione disastrosa che si concluse all’ultima giornata con la salvezza acquisita a Lecce grazie a Cerci. Basterebbe questo fatto per dimostrare che questo club ha bisogno di una ventata di aria fresca, nuova e rigenerante.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  3. desolati - 1 settimana fa

    O Barsine ti s’è scoperto tu sei Cognigni in incognito, fai una cosa gioca in borsa e tifa per qualche multinazionale farmaceutica.Se non l’hai capito ai tifosi importa vincere qualcosa e non avere ii bilanci a posto. Uno i conti li fa tutta la settimana per far quadrare i budget familiari, il tifo è una passione, un hobby.Io dovrei essere grato a un miliardario spocchioso come Delle Fave che non solo ha preso la squadra per due lire facendola fallire d’accordo con i suoi compari, ma oltre ad aver beneficiato di pubblicità e benefit dalle varie amministrazioni locali sta anche facendo delle plusvalenze che fanno arrossire Empoli e Udinese. Mi raccomando compra anche un paio di Tods al mese sennò il Nostro Salvatore non arriva a fine mese.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  4. Barsine - 1 settimana fa

    caro Giamburrasca ti rispondo perché quando qualcuno si ostina a fare il mio nome senza alcun motivo allora mi sento in diritto di dire la mia.

    Volevate la chiarezza? Ecco la chiarezza c’è. Puntano al 10 posto. E quindi? Non vi va bene? Amen. La proprietà è loro. Se vogliono vendono, se non vogliono non vendono. Vendono Bernardeschi, Vecino, Badelj, Chiesa, Astori, Tatarusanu, Kalinic, Ilicic … ed incassano 100 milioni e se vogliono portano la Fiorentina in serie B e poi in Serie C … dove ci hanno trovato.

    Se tu compri una macchina nuova e la vuoi sbattere contro il muro, il concessionario non ti può dire nulla. E’ tua la macchina e ne fai quello che vuoi, con buona pace di tutti! Non ti va bene la politica della ACF Fiorentina? I proprietari della medesima se ne faranno una ragione. Con buona pace di tutti i tifosi, se da domani giocano a porte chiuse non perderanno un centesimo. Forse non ti è chiaro che gli incassi delle partite e gli abbonamenti incidono per meno del 10% … al netto del costo di affitto dello stadio, possono vendere un Tomovic ogni anno e hanno fatto pari. HAI CAPITO CHE QUESTO NON E’ PIU’ UNO SPORT MA UN BUSINESS? UNO SPETTACOLO?

    Se vuoi lo sport ti consiglio di andare a vedere altri sport … forse ce ne sono ancora alcuni che sono veramente sano agonismo e merito! Il Calcio non è più nemmeno un gioco, sono solo soldi, a cominciare da Rialti e compagnia cantante che con una Fiorentina in 11 posizione non hanno nulla da dire per tutta la settimana!

    p.s. pensa che sui siti dei gobbi sono tutti a lamentarsi che questa stagione per colpa della proprietà non stanno stravincendo lo scudetto e martedì lo stadio a Roma era deserto e stanno lottano per il famoso titolo che tanto agognate!

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  5. massimo_383 - 1 settimana fa

    Il Corriere dello Sport, così come molti giornalisti fiorentini sono dei somari. La squadra ha perso male con la Roma, ma la Roma ci è superiore in tutto, come tecnica, come fisicità e come società. La Fiorentina quest’anno ha alternato ottime partite, non solo con la Juventus, ad ogni modo era tanto tempo che non si vinceva con la Signora, con partite scadenti, ma tutto ciò rientra nelle aspettative. Con un mercato fallimentare di Corvino, con zero investimenti che cosa vi aspettavate. Manderei via Corvino se si potesse e soprattutto cambierei proprietari.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  6. ELROND - 2 settimane fa

    “Ciclo finito”: la frase che ogni vero uomo vorrebbe sentir dire dalla moglie quando torna a casa. e invece tocca ascoltare i “grandi progetti per il futuro”.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  7. Brando - 2 settimane fa

    La parola ciclo mi pare usata a sproposito. E’ un termine di spessore, che i risultati degli ultimi anni di certo non giustificano.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  8. SHAKEN NOT STIRRED - 2 settimane fa

    Ciclo finito?
    Allora e’ per questo che martedì ci hanno trombato..

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  9. fabrizio.antonett_922 - 2 settimane fa

    Ciclo finito, andate in pace, amen.
    Lotteremo fino alla morte innanzaldo i nostri color, ma ai delleballe rompiamo i maron, ale, ale, viola alè…
    Dai, Stiamo uniti con la squadra e il tecnico e contestiamo duramente e civilmente la proprietà!Sono loro i maggiori responsabili di questo sfacelo, non cadiamo nei soliti arcinoti tranelli e gichini architettati dai delleballe, “quelli che… la colpa è sempre degli altri”
    #rompiamoleballeaidellavalle

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  10. Mercurio - 2 settimane fa

    Io credo che ormai tutti sanno tutto, tutti hanno capito. Non so se sperare che lo stadio si faccia, perché questo significherebbe dare a DDV l’occasione dell’ennesima plusvalenza, la condizione molto, molto vantaggiosa (per loro) per andarsene. La discussione deve ruotare intorno a questi temi: come fare a mandare via questa proprietà? Anche i pro DV hanno cambiato strategia, accusando ferocemente la proprietà di essere troppo buona e di non licenziare Sousa, contro cui si accaniscono forsennatamente, accusandolo di ogni cosa. E’ vero che non ne ha voglia e si vede benissimo. Ma non ce l’ho neanche io! Ho cominciato a guardare la partita svogliatamente, sull’1-0 stavo per spegnere e ho rimandato, sul 2-0 mi sono dato un’altra chance e sul 3° gol ho cambiato canale. Questo aspettarsi il peggio succede ad ogni partita!

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  11. Aristoteles - 2 settimane fa

    Tutto vero e le colpe della società sono evidenti,resta il fatto che questa squadra è messa in campo in maniera RIDICOLA.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  12. Leonard_21 - 2 settimane fa

    Rialti chiede chiarezza. ma si è accorto solo ora di come stanno le cose? la chiarezza non è necessario dichiararla ma la evince anche dai fatti. e i fatti dalla vendita di quadrado dicono che: si venede e si sostituisce con prestiti che poi non si riscatta, si prendono tutti prestiti con riscatto e poi la formazione la fanno le clausole contrattuali (salcedo e tello su tutti), zero investimenti, l’ultimo giorno di mercato del 2015 sono stati regalati i cartellini a due difensori centrali (hegazy e basanta) senza rimpiazzarli, si dice che le cose cambieranno con lo stadio quando sappiamo tutti che per vederne gli effetti passeranno 10 anni. se la proprietà (la terza o quarta più ricca della serie A) dice che lottiamo per la salvezza è contento?

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  13. The Count of Tuscany - 2 settimane fa

    Rialti , hai difeso gonzalo e Valero fino all’altro ieri e adesso ci si sveglia con queste considerazioni… tardi

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  14. GianBurrasca - 2 settimane fa

    Caro sig Rialti, le sue premesse e considerazioni sono tutte giuste e condivisibili ma mi chiedo come mai lei e i suoi colleghi giornalisti tirate le somme solamente oggi 9 febbraio???
    Le sempre più povere e scialbe campagne di mercato non sono di oggi, sono almeno 3-4 sessioni che mancano investimenti, si vende e si compra giocatori da 1-2 mln.
    Inutile fare queste considerazioni oggi quando in estate avete “avallato” le loro scelte senza mai fare una domanda su questa sciacallaggio tecnico che è fatto alla rosa che appunto dai vari Salah, Joaquin, Cuadrado, Savic, Alonso, Pizarro ecc ecc oggi si ritra questa accozzaglia di giocatori mediocri e senza nemmeno valore sul mercato.
    Avete steso un bel tappeto rosso a Corvino, forse memori di come lo avete trattato dopo gli arrosti che fece prima di andare via facendo terra bruciata su tutti i fronti, e non vi siete azzardati a porre mezza domanda scomoda!! ..altro che “sudditanza psicologica”!!
    quindi di cosa ragionate??!!?
    Una società che da 2 anni ad inizio stagione non si fissa nemmeno degli obiettivi da raggiungere!! ma scherziamo!??! obiettivo: fare bene! ma che obiettivo è??
    Prima si parlava di provare a raggiungere la champions, poi l’uefa…. ora come ha detto Antognoni “facciamo la corsa sull’Atalanta”… ma ci rendiamo conto o no!?!?
    Se non fosse per Bernardeschi e Chiesa, i cui meriti sono solo ed esclusivamente di Sousa, che che hanno dato un pò di verve alla rosa… mi dite quali giocatori abbiamo di valore? Kalinic e Vecino, poi? Quindi oltre che scarsa non vale neppure!
    Quindi cari giornalisti non fate come il Pellegrini da Porto Santo e Barsine che d’estate anche loro “avallano” tutto, gli va bene persino Verdù o Milic credendosi tifosi migliori di altri, per poi arrivare a dicembre e come bandierine al vento passare a dare la colpa all’allenatore !

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. lor29 - 2 settimane fa

      Sono d’accordo su tutto. Ma accadrà come al solito che sabato sera se battiamo l’Udinese, tutto passerà nel dimenticatoio, e ritorneranno a dirci quanti punti ci manca per il quinto posto…Spero che, una volta presentato il progetto dello stadio, i Della Valle si tolgano delle scatole, e vendano a qualcuno che porti un po’ di passione in una piazza morta ed assuefatta al pareggio di bilancio.

      Rispondi Mi piace Non mi piace
    2. Elmauri - 2 settimane fa

      Perfetto. Commento da incorniciare. Concordo al 1000 x 1000

      Rispondi Mi piace Non mi piace
  15. Paolo - 2 settimane fa

    Stadio o non stadio, cittadella o non cittadella, vedo un’unica soluzione possibile per tentare di far rinascere la Fiorentina e l’entusiasmo dei tifosi: che i DV vendano al più presto a qualcuno che almeno ci metta passione e anima per una squadra lasciata ormai per troppo tempo alla deriva.

    Ma i DV non si rendono conto che anche per loro stessi sarebbe una liberazione vendere la Società, visto che non ci sentono più niente da troppo tempo?

    Oltretutto, mi pare che questo voler insistere a restare al timone senza alcun progetto valido, sia anche un serio danno d’immagine per loro e per le altre aziende che gestiscono con ben altro impegno e dedizione!

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  16. iG - 2 settimane fa

    finito l’ ennesimo ciclo da 15 anni di NULLA e di sconfitte

    sai chi sono finiti …..i tifosi viola ….FINITI MARCI di sopportare i 2 ridicoli BUGIARDINI

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  17. Kewell - 2 settimane fa

    Finalmente i nostri giocatori potranno togliersi l’assorbenti…

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. desolati - 1 settimana fa

      Bellissima

      Rispondi Mi piace Non mi piace

Recupera Password

accettazione privacy