All. Lech Poznan a VN: “Kownacki? In due-tre anni al top in Europa: ricorda Lewandowski. La Fiorentina…”

All. Lech Poznan a VN: “Kownacki? In due-tre anni al top in Europa: ricorda Lewandowski. La Fiorentina…”

“E’ giovane ma da tre anni gioca con la prima squadra. E’ diverso da Kalinic, nell’uno contro uno è formidabile. In poco tempo sarà tra i primi in Europa”

La Fiorentina continua a lavorare per il futuro. L’ultimo nome, uscito nella serata di ieri, è quello di Dawid Kownacki. Attaccante classe 1997 del Lech Poznan, è molto stimato in patria e dagli addetti ai lavori. Violanews.com ha contattato Nenad Bjelica, allenatore del club polacco, per parlare del giovane talento.

 

Mister, sta circolando il nome di Kownacki in ottica Fiorentina. Ce lo presenta?
“In questi giorni stiamo svolgendo la preparazione a Cipro, staremo qui ancora per qualche giorno. Su Dawid posso dire che è un classe 1997 che da tre anni gioca con la prima squadra. Nella prima parte dell’anno scorso ha avuto qualche guaio fisico. Io sono arrivato a settembre e l’ho trovato sulla via del recupero: adesso è molto importante per noi. E’ un giovane con già tante partite coi professionisti sulle gambe. Lo utilizzo come punta centrale, è il miglior talento del calcio polacco ed è nel giro della Nazionale Under 21”. 

Allora se la società dovesse venderlo per lei sarebbe un bel guaio…
“(Sorride ndr) Beh sì, sarebbe un bel problema. La società sa che il ragazzo potrebbe andare via, sappiamo che ha molto richieste. Nel caso in cui dovesse essere ceduto faremo una scelta diversa, punteremo su un giocatore maggiormente esperto. Se invece resterà con noi saremo molto felici perché è un titolare. In questi giorni comunque è molto sereno, sta lavorando bene”.

Qualcuno dice che somiglia a Lewandowski: è un paragone calzante?
“C’è una somiglianza. Non so come fosse Robert alla sua età ma Dawid sa creare le occasioni da solo, non è solo un finalizzatore. Calcia bene con entrambi i piedi ed è veloce, è superiore a tutti i suoi colleghi qui in Polonia. Vedremo cosa succederà nei prossimi giorni, ripeto che per me è una punta centrale che può migliorare visto che ha solo diciannove anni. E’ un ragazzo posato con la testa a posto”.

Alla Fiorentina troverebbe uno come Kalinic, suo connazionale…
“Sì, anche se devo dire che sono diversi fra loro. Nikola è bravissimo, mi piace molto come giocatore ed è un ottimo goleador. Dawid sa creare le occasioni uno contro uno e poi concretizzarle. Oggi non è al livello di Kalinic ma ci potrà arrivare lavorando bene. Ha davanti a sé tutto il tempo per raggiungere livelli alti. Sono convinto che nel giro di due o tre anni sarà un giocatore di primissimo livello in Europa”.

10 commenti

10 commenti

Inserisci qui il tuo commento

  1. Etrusco - 3 mesi fa

    Guarda caso, la Viola insegue (forse) un giocatore e subito la notizia si diffonde in Europa e come mai? Forse la voglia di alzare il prezzo?

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  2. The Count of Tuscany - 3 mesi fa

    Sì certo fa tanti gol come Rebic (4,5) e’ veloce come Gilberto (2,5) ha il dribbling di Wolsky (2,5) e il fisico di Dragowsky (3) e Dicks (2,5) . Vaia

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  3. Lallero - 3 mesi fa

    ragazzi, questo è buono davvero… e quindi dubito si riesca a prendere. la storia di salcedo spiega bene in che mani siamo.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  4. Enzo2 - 3 mesi fa

    …Per fare i precisino…Kalinic è croato, questo è…polacco. È un sono connazionali…

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. Ross - 3 mesi fa

      Connazionale dell’allenatore

      Rispondi Mi piace Non mi piace
  5. Lk - 3 mesi fa

    Il fatto sta sempre su chi li allena i giovani, Sousa ha fatto crescere Chiesa e Berna, Vecino deve dire grazie a Sarri…. C è sempre un pò di rammarico per Wolski, che in pratica è stato bruciato.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  6. ELROND - 3 mesi fa

    Ma quale top e top? La polonia non ha mai avuto una grande tradizione calcistica e ora pensano di sfornare fenomeni come il pizzaiolo sforna le pizze

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. gabriele.nell_693 - 3 mesi fa

      Giusto per curiosità la Polonia del 74 del 78 e dell’82 di Boniek ti dice niente? Poi politicamente anche loro hanno avuto i loro problemi ma la tradizione calcistica credo che sia l’unica cosa che non gli manca.

      Rispondi Mi piace Non mi piace
    2. Ross - 3 mesi fa

      per elrond: mai sentito questa formazione?Andrzej FISCHER (1), Jan TOMASZEWSKI (2), Zygmunt KALINOWSKI (3), Antoni SZYMANOWSKI (4), Zbigniew GUT (5), Jerzy GORGON (6), Henryk WIECZOREK (7), Miroslaw BULZACKI (8), Wladyslaw ZMUDA (9), Adam MUSIAL (10), Leslaw CMIKIEWICZ (11), Kazimierz DEYNA (12), Henryk KASPERCZAK (13), Zygmunt MASZCZYK (14), Roman JAKOBCZAK (15), Grzegorz LATO (16), Andrzej SZARMACH (17), Robert GADOCHA (18), Jan DOMARSKI (19), Zdzislaw KAPKA (20), Kazimierz KMIECIK (21), Marek KUSTO (22). E nel mondiale 82 chi abbiamo battuto in semifinale??

      Rispondi Mi piace Non mi piace
    3. claudio62 - 3 mesi fa

      La Polonia ha una tradizione sportiva inversamente proporzionale alla tua conoscenza del calcio mondiale!

      Rispondi Mi piace Non mi piace

Recupera Password

accettazione privacy