Ag. Mancini: “Piace a Roma, Inter e altre big. Nella Fiorentina ci sono tre giovani promesse”

Ag. Mancini: “Piace a Roma, Inter e altre big. Nella Fiorentina ci sono tre giovani promesse”

L’agente di Mancini parla del suo assistito e indica tre giovani talenti della Fiorentina

di Redazione VN

L’ex viola Gianluca Mancini sta conquistando tutti per prestazioni e gol realizzati. Il suo agente Stefano Castelnovo ha parlato del suo futuro a Gazzetta.it:

Giocare con continuità fa la differenza per chiunque, soprattutto per un ragazzo di 22 anni. È felice, non molla di un centimetro e vuole disputare un’annata super con l’Atalanta. L’obiettivo, considerando il valore della rosa, può essere la terza qualificazione consecutiva all’Europa League. A gennaio resta a Bergamo? Sicuro, al 100%. In Italia, per un giovane come Gianluca, non esiste ambiente migliore per crescere. Inoltre c’è Gasperini, un maestro anche per i difensori. In estate? È ancora presto per parlarne, anche perché ha un contratto lungo con l’Atalanta, valido fino al 2023. Ciò che posso dire è che tra aprile e maggio parleremo con la società per prendere una decisione: rinnovo o cessione, sceglieremo per il bene di tutti. Piace a Inter, Roma ma anche alle altre big e all’estero. Altri giovani in rampa di lancio? Tre 2000, tutti della Fiorentina: Ferrarini, terzino, Lakti, centrocampista e capitano, e Meli, trequartista. Hanno ottime qualità, ma stiamo calmi. La strada è ancora lunga.

VISITA NUMERICALCIO.IT PER TUTTE LE OPERAZIONI CONCLUSE DAI CLUB DI SERIE A

Violanews consiglia

Martorelli rivela: “Corvino prenderà un centrale che conosce. Diawara il suo pallino”

7 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

  1. frigo - 2 mesi fa

    Riusciranno quei 3 a giocare nella Fiorentina “dei grandi”?

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  2. Pepito4ever - 2 mesi fa

    un tifoso ha scritto una cosa importante che mi è rimasta impressa, l’Atalanta vende a fior di milioni giocatori a squadre come Inter o Milan o altre che poi si manifestano non così all’altezza dei milioni spesi….e così si paga campionati da parte sinistra della classifica con vista europa ma se deve andar fuori ai preliminari come la samp l’ultima volta tanto vale che lasci spazio alle altre, tipo Fiorentina che ha sempre onorato le coppe europee tant’è che è sempre in classifica nei primi posti tra le italiane per le competizioni europee

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  3. Sblinda - 2 mesi fa

    La serie A è piena di primavera venduti e poi esplosi. Mancini e Zaniolo, fossero rimasti a Firenze avrebbero fatto la fine di Carraro.
    Zaniolo è forte e forse si poteva intuire, ma Mancini non ditemi che è un fenomeno. È un buon difensore giovane in una nazione che non sforna più talenti da un pezzo.
    Milenkovic è un prospetto, Mancini è un Caldara o un Romagnoli. Buoni giocatori.
    Però direi che, appurati i fatti, si possa anche guardare avanti e consigliare a Pioli di fare quello che a suo tempo fece Sousa: tirare fuori le palle e buttarne alcuni nella mischia, che magari esce qualcosa di importante.

    Vorrei ricordare che la Fiorentina ha prodotto più giocatori professionisti dell’atalanta negli ultimi anni. Da merdardeschi, a chiesa, a babacar, venuti, mancini, zaniolo, capezzi, piccini, castrovilli e altri che sicuramente dimentico. Quindi direi che almeno il buon lavoro da questo punto di vista andrebbe riconosciuto.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. Axel - 2 mesi fa

      Castrovilli comunque non è un prodotto del nostro vivaio.

      Rispondi Mi piace Non mi piace
  4. lollonovoli - 2 mesi fa

    Ma un DS che si fa scappare Mancini e Zaniolo..che si fa scappare Badelj per pochi centesimi e non lo sostituisce..che non prende un vice centravanti e quello che ci s’ha è scarso non dovrebbe essere rispedito al sud?

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. vecchio briga - 2 mesi fa

      Con Piccini, Mancini e Zaniolo secondo me Corvino si è giocato il posto, a giugno lo cambiano. Il danno è grande a livello tecnico, ma anche finanziario visto che tra tutti e tre siamo già oltre 50 milioni di valutazione. Più quelli spesi per coprire quei ruoli, per altro male visti i risultati del campo. Una società normale, una Udinese, un Bologna, mica chissà chi, lo cambia un direttore che fa un danno del genere!

      Rispondi Mi piace Non mi piace
  5. Luigi Barzini - 2 mesi fa

    A me piace moltissimo Lakti, ha la grinta di Gattuso con una bhuone tecnica, speriamo bene.

    Rispondi Mi piace Non mi piace

Recupera Password

accettazione privacy