Valcareggi difende Corvino e Della Valle: “Come si fa a dare le colpe a loro?”. Su Badelj…

Valcareggi difende Corvino e Della Valle: “Come si fa a dare le colpe a loro?”. Su Badelj…

“Maxi Olivera, ad esempio, aveva giocato 5 anni nel Penarol: il curriculum dava ragione a Corvino, ma se poi lui non trova neanche la strada per lo stadio…”

di Redazione VN

Il procuratore e tifoso viola Furio Valcareggi è intervenuto ai microfoni di Lady Radio. Queste le sue parole sul momento della Fiorentina: “Badelj? Rosico ancora ma non si può attaccare la Fiorentina che aveva offerto 1,6 milioni per farlo rinnovare. Era la guida di un gruppo arrivato ottavo, non poteva chiedere più soldi dopo un risultato così. Io me la prendo più con i giocatori, con chi arriva qui con un curriculum incredibile e poi è un altro.

Come si fa a dare le colpe a Corvino e Della Valle? Maxi Olivera, ad esempio, aveva giocato 5 anni nel Penarol: il curriculum dava ragione a Corvino, parliamo di un club che in Sudamerica è sul livello di Boca e Flamengo. Se una volta arrivato a Firenze non trova neanche la strada per lo stadio, allora la colpa è sua”. CALAMAI, INVECE, PENSA ALL’ATALANTA: “CI VUOLE LA FEROCIA DELLA JUVE CON L’ATLETICO”

Violanews consiglia

Fondo York, trattativa per la Sampdoria. Ma spunta anche il nome della Fiorentina

L’editoriale di Rialti: “Lottare in campionato per arrivare a Bergamo vivi”

20 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

  1. Purple Mind - 2 mesi fa

    Questoq
    è veramente indigesto a livello di simpatia supera anche Galbiati

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  2. vecchio briga - 2 mesi fa

    Su Badelj ha ragione, ma resta il fatto che la Fiorentina si è fatta trovare impreparata, non si può giocare col 433 senza un mediano vero e infatti si vede. Sul resto delle cose che ha detto meglio stendere un velo pietoso. Da quando è tornato Corvino facciamo ogni anno un passo indietro. Corvino non ha colpe? Ma di che si parla..

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  3. Bob - 2 mesi fa

    Semplicemente insopportabile e poi lui con Corvino e Dell’anima valle ci lavora…che dovrebbe dire?

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  4. Up The Violets - 2 mesi fa

    Caro il mio Valcareggi, sarebbe opportuno che prima di proferire parola Lei s’informasse un pochino.

    Dunque, cominciamo con il dire che il beniamino Suo e del Suo direttore generale, Maxi “curriculum incredibile” Olivera, NON HA GIOCATO CINQUE ANNI NEL PEÑAROL MA SOLO UNO E MEZZO, DAL 2015 ALL’INIZIO DELLA STAGIONE 2016/2017, quando il Suo direttore sportivo ebbe l’eccellente (sic.) pensata di prenderlo insieme a un altro “curriculum incredibile” come Milic per sostituire Marcos Alonso, appena venduto a peso d’oro al Chelsea.
    La società nella quale ha giocato cinque anni è semmai IL MONTEVIDEO WANDERERS, squadretta che vale una nostra modesta Serie B (tre titoli nazionali, l’ultimo nel 1931!) esattamente come tutte quelle del campionato uruguaiano ad eccezione dei quattro club storici di Montevideo, appunto il Peñarol, il Nacional, il Racing e il Defensor. Ah, e comunque, anche da questo punto di vista sarebbe opportuno che il suddetto procuratore si aggiornasse un po’: se infatti da un lato è vero che il Peñarol è uno dei club di maggiore blasone del Sudamerica, è altrettanto inoppugnabile che tale blasone ormai risalga a decenni e decenni or sono. IL PEÑAROL NON VINCE UNA COPPA LIBERTADORES (E, IN GENERALE, UN QUALSIASI TITOLO INTERNAZIONALE) DAL 1987 E NEGLI ULTIMI VENT’ANNI NE HA SUPERATO LA FASE A GIRONI SOLO TRE VOLTE. Si badi bene che la Libertadores è una competizione molto diversa rispetto alla Champions: ci sono molti meno soldi e anche le super-big sono costrette a vendere i migliori; sebbene quest’anno la finale sia stata un classico come Boca-River, dunque, non è affatto inusuale veder arrivare fino in fondo (e talvolta perfino vincere) squadre di seconda fascia. Tre anni fa, per dire, la finalissima vide prevalere i colombiani dell’Atlético Nacional de Medellin (che prima d’allora avevano vinto solo nell’89, pompati dai soldi di tale Pablo Escobar) sugli ecuadoregni dell’Independiente del Valle, esordienti assoluti nel torneo. Nonostante ciò, i risultati del Peñarol sono stati così mediocri.
    Ebbene, in cotanta “corazzata” del calcio sudamericano di oggi, il nostro eroe dal “curriculum incredibile” ha totalizzato LA MISERIA DI VENTITRÉ PRESENZE E UN GOL IN UN ANNO E MEZZO. Serve altro per farle capire che le pessime prestazioni del medesimo Olivera in Italia potevano essere considerate una sorpresa solo da qualcuno che non conoscesse a fondo il giocatore?

    Quanto al Suo direttore generale, mi limiterò ai freddi dati collezionati dal suddetto a cominciare dalla stagione 2010/2011, ossia dalla prima annata seguente alla triste fine dell’era Prandelli e all’avvento dell’autofinanziamento dellavalliano:

    – STAGIONE 2010/2011: 9° posto in campionato, eliminazione agli ottavi di Coppa Italia, fuori dalle coppe europee.
    – STAGIONE 2011/2012: 13° posto in campionato (salvezza ottenuta solo alla penultima giornata, con due cambi di allenatore), eliminazione agli ottavi di Coppa Italia, fuori dalle coppe europee.
    – STAGIONE 2016/2017: 8° posto in campionato, eliminazione ai quarti di Coppa Italia e ai sedicesimi di Europa League, fuori dalle coppe europee dopo che con le precedenti gestioni tecniche (Pradè-Macia e Rogg-Angeloni-Pereira) avevamo giocato ininterrottamente in Europa League dal 2013, raggiungendo pure una semifinale.
    – STAGIONE 2017/2018: 8° posto in campionato, eliminazione ai quarti di Coppa Italia, fuori dalle coppe europee.
    – STAGIONE IN CORSO: fuori dalle coppe europee per il terzo anno di fila (mai accaduto nella gestione Della Valle), salvo improbabili miracoli in Coppa Italia.

    In sintesi, con il Suo direttore generale alla guida tecnica la Fiorentina non ha più giocato una partita di coppa europea dal 9 marzo 2010, NOVE ANNI FA, ossia da quel 3-2 al Bayern, negli ottavi di ritorno di Champions al Franchi, reso in precedenza inutile dalla truffa dell’Allianz Arena firmata Ovrebo. Siccome sono buono, ho volontariamente tenuto fuori i dati sulla breve e non certo memorabile esperienza di Bologna, dove oggettivamente anche un d.s. di maggiore bravura avrebbe potuto fare poco meglio.

    La presunta ricostruzione tecnica post-Sousa operata dal Suo direttore generale ha prodotto due squadre mediocrissime che sono arrivate ad anni luce da quelle posizioni europee che dovrebbero competere alla Fiorentina, nel frattempo nettamente sopravanzata non solo da Napoli e Lazio, che hanno saputo programmarsi molto meglio di noi, ma perfino da club di media fascia come Atalanta, Torino e Sampdoria. Tutto ciò è stato pagato (dati Transfermarkt) 129,5 milioni, a fronte di 132,75 milioni di entrate. Ciò significa che per ottenere un ottavo e un probabile “-esimo” posto negli ultimi due campionati, non vincendo alcun trofeo e (quel che è peggio) rimanendo fuori dalle coppe europee per tre anni di fila, il Suo direttore generale ha ottenuto sì un attivo di mercato, ma a dir poco risibile: tre milioni e duecentocinquantamila euro in due stagioni. Almeno avesse portato dei bei soldoni in cassa… Le ripeto la domanda: ha bisogno d’altro?

    Le colpe dei Della Valle? Due. Prima l’averlo ripreso, e poi l’essersi totalmente disinteressati di questo (ennesimo) disastro tecnico.

    Non credo serva altro. Un saluto cordiale.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. Capitano Ferrucci - 2 mesi fa

      Chapeau…
      Quando parlano i numeri per onestà intellettuale si tace

      Rispondi Mi piace Non mi piace
    2. Capitano Ferrucci - 2 mesi fa

      Chapeau

      Rispondi Mi piace Non mi piace
    3. Fantero - 2 mesi fa

      Grande!…. io avrei fatto anche una lista dei bidoni clamorosi che hanno calpestato il Franchi nell’ era di questo individuo e poi avrei fatto delle comparazioni del tipo il tanto vituperato Gomez non sarà mica stato peggio di Simeone? Oppure è meglio Alonso a parametro zero o spendere 8mln per Milic e Oliveira? Aquilani o Cristoforo? Maganijc o Zaniolo? Mancini o Vitor Hugo?… e non parliamo delle plusvalenze tanto i soldi vengono tutti spesi malissimo.

      Rispondi Mi piace Non mi piace
  5. Axel - 2 mesi fa

    Questo è la dimostrazione di come si possa lavorare nel mondo del calcio pur non sapendo nulla. Olivera nel Penarol ha giocato un solo anno. Cinque anni li ha fatti nel Wanderers. Se questo è il curriculum del campione…

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  6. glomantic - 2 mesi fa

    Di fori ed in malafede

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  7. Tato - 2 mesi fa

    Ma Olivera lo aveva visto giocare?. Anche Padoin è Marrone hanno fatto qualche stagione alla Juve, adesso però dove giocano?

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  8. Fantero - 2 mesi fa

    Infatti la colpa è di quelli che la pensano come te, invece di contestare questa società d’ incompetenti, perchè io non credo che si tratti d’ avarizia ma d’ incompetenza!

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  9. unial5_10119788 - 2 mesi fa

    Indovina un po’ come si riesce a dare le colpe ai due marchigiani? Dopo sedici anni tu pensi che non si riesce a capire di chi sono le colpe? Vedi, non ho citato il mago di Vernole, perchè lo reputo un impiegato, che fa quello che gli dice il padrone, come farebbero tutti gli impiegati. Fino a quando i due non toglieranno il disturbo, per la Fiorentina, non c’è nessun avvenire.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  10. woyzeck - 2 mesi fa

    Sentite voi che discorsi allucinanti…! Quindi adesso i giocatori si scelgono attraverso il CV!!! “Ah, buongiorno. Lei vuol giocare con noi? Ci lasci il suo CV e le faremo sapere…..!” PS. Siccome questo poi difende anche i DV, per lui la responsabilità è del Fantasma Formaggino…

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  11. Gasgas - 2 mesi fa

    A me fa pena.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  12. perorin - 2 mesi fa

    pazzesco.. come si fa a non incolpare anche corvino???
    Chi ha deciso di scommettere su prestiti falliti di Gerson e Pjaca??
    chi ha sostituito Badalj con Noorgard?
    chi ha scommesso su Simeone unica punta senza sostituto (fino a gennaio)?
    Maxi oliveira cosa?? è venuto e nessuno lo conosceva, ha giocato poco e male..ed è andato via che era meglio non conoscerlo prchè non l’hanno voluto nemmeno in serie B, s’è pagato 5 mln e ridato via in prestito…
    di cosa si ragiona?

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  13. Sbroz - 2 mesi fa

    Bravo Furio! continua così e il Giacchero sarà il primo acquisto dell’estate.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  14. Unsenepoppiu - 2 mesi fa

    È chiaramente una provocazione cio’ che dice lo spettatore non pagante, “ Nessuno sano di mente e disinteressato potrebbe pensare quanto sopra”.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  15. Alan1971 - 2 mesi fa

    …dopo Calamai e Rialti, mi chiedevo dove fosse finito il terzo del trio.. pensavo fosse sparito come il baffo dei Ricchi & Poveri.

    Sopravvissuto a tutte le ere, pontelliano quando c’erano i Pontello… cecchigoriano quando c’era il cecco grullo, scarparo d’alta classe durante l’Era della Sòla…. si chiama “salire sul carro” ed è uno degli sporti nazionali preferiti.
    Sarà divertente vedere – se mai un giorno ci fosse qualcun altro come si spera – quale ennesima metamorfosi dialettica farà per giustificare il nuovo arrivato..

    ps.
    per comprendere il livello del parlante, trattasi di colui che disse che “i numeri danno ragione a Corvino (…) la Fiorentina è andata 8 volte su 13 in Europa”
    http://www.violanews.com/news-viola/valcareggi-a-gennaio-prendere-balotelli-fossi-in-corvino-me-ne-andrei/

    quando, senza che nessuno bloccasse sul nascere il delirio, gli dicesse che è andata 6 volte su 13 (14, se sta fuori pure quest’anno) di cui 3 con Pradè….
    Nei 10 anni di Corvino (11 con questo) è andata 3 volte in Europa (annate 2007-2008-2009)…. altro che 8.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. 29agosto1926 - 2 mesi fa

      Fenomeno

      Rispondi Mi piace Non mi piace
  16. user - 2 mesi fa

    Io che riesco a essere ironico con tutti,con questo non ci riesco,quello che dice mi irrita troppo.Forse è meglio non commentare.

    Rispondi Mi piace Non mi piace

Recupera Password

accettazione privacy