Semplici: “Punto prezioso, il segreto è la difesa”. Poi parla di Lazzari e Viviani

Semplici: “Punto prezioso, il segreto è la difesa”. Poi parla di Lazzari e Viviani

“Lazzari ha attirato le attenzioni di tantissime squadre e mi auguro per lui che dai dilettanti possa raggiungere grandi traguardi”

di Redazione VN

Il tecnico della Spal Leonardo Semplici, ieri avversario della Fiorentina, ha parlato stamattina durante Radio Anch’io Sport, programma in onda su Radio Rai Uno: “Punto prezioso? Ieri eravamo in grande emergenza a centrocampo e poi sulla fascia con gli stop di Mattiello e Costa. Abbiamo affrontato la squadra più in forma e il punto conquistato è stato molto importante. Miglior difesa delle ultime 4 gare? E’ questo il segreto per salvarci. Quando riesci a prendere meno gol conquisti risultati positivi.

Chi è già pronto per una grande squadra? Meret senza ombra di dubbio. Entro un paio d’anni sarà nel giro della Nazionale. E’ stato fermato da un infortunio ma è rientrato, sta bene e sta dimostrando i suoi valori tecnici e morali. Lazzari e Vicari sono meno conosciuti al pubblico ma possono avere una carriera importante. Lo stesso Viviani, come regista, potrà farsi valere in futuro. Sono tutti giocatori che oltre alle qualità tecniche hanno mentalmente le caratteristiche per fare una carriera superiore. Lazzari ha attirato le attenzioni di tantissime squadre e mi auguro per lui che dai dilettanti possa raggiungere grandi traguardi.

Futuro? Il contratto scade nel 2019. Sono tre anni che sono qua e sono legato in modo particolare a questi colori. Abbiamo fatto cose straordinarie, riportando una società gloriosa in Serie A. Mi auguro che questo percorso continui ancora a lungo, perché la società è seria e mi auguro che si possa andare avanti di comune accordo”.

Violanews consiglia

Super Chiesa non basta, con la Spal piccolo passo indietro. La volata Europa League…

Tante occasioni sprecate e tanti rimpianti: la Fiorentina non centra il bersaglio

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy