Ronaldo e lo strapotere Juve. Il sistema dello sport “Made in USA”

Ronaldo e lo strapotere Juve. Il sistema dello sport “Made in USA”

L’approfondimento sull’affare che ha portato Cristiano Ronaldo alla Juventus

di Redazione VN

L’arrivo in Serie A di Cristiano Ronaldo se da una parte ha reso strafelici i tifosi juventini sparsi per tutta Italia dall’altra ha dei risvolti meno positivi per il nostro calcio. Cominciamo ricordando che l’esborso totale da parte della Juventus ammonta a 290 milioni per il triennio in cui CR7 è stato contrattualizzato, ma in casa bianconera si conta di recuperare l’investimento in tanti modi cominciando dalla capitalizzazione in borsa (il titolo è salito del 30% in pochi giorni), passando alla gestione del marketing con le magliette targate Ronaldo che già vanno a ruba in tutta Italia arrivando anche, e non solo, a imporre un aumento sensibile del costo degli abbonamenti e dei biglietti per lo Juventus Stadium.

Volete conoscere il sistema americano del Salary Cap che limita lo strapotere economico delle grandi?

L’ARTICOLO COMPLETO A QUESTO LINK SU NUMERICALCIO.IT

Violanews consiglia

LIVE- Quanto divertimento in allenamento, i campioni di tris sono…

3 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

  1. Gamba - 1 settimana fa

    All’inizio non capivo a cosa si riferisse il “made in Usa”, dopo aver letto tutto l’articolo..concordo in pieno! Magari ci avvicinassimo al modello delle maggiori leghe statunitensi, che nonostante siano nel paese più capitalista del mondo hanno delle ferree limitazioni agli ingaggi e alle spese, con le dovute differenze chiaro (regole facilmente aggirabili nell’NBA, decisamente più stringenti nell’NFL) ma non c’è alcun dubbio che sarebbero la strada giusta, poi con le dovute differenze, chiaro: negli USA è un sistema oligarchico di fatto dove per iscriversi a un campionato c’è bisogno di fondi immensi, e questo favorisce la necessità di maggior egualitarismo perchè tutte le squadre hanno grossi investimenti. Allo stesso tempo in generale non c’è alcun dubbio che siano un sistema molto più equo.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. Zinigata - 1 settimana fa

      Io mi son consumato i polpastrelli a scriverlo (ma no, è sempre colpa dei Della Valle , dei Braccini e tutte queste altre bischerate).

      E’ il Sistema Calcio che è sbagliato , iniquo e di fatto vincono sempre e solo le stesse. Andrebbe totalmente rifondato, con salary cap e gestione delle giovani promesse in stile NBA e NFL…Ma no , rifacciamocela coi Braccini (non siete neanche in grado di capire cosa sia più nocivo tra un raffreddore e un tumore, ma non sto neanche a spiegarvi la metafora…)

      Rispondi Mi piace Non mi piace
      1. bitterbirds - 1 settimana fa

        sì, certo, salary cap, draft, luxury tax…ma sarebbe tutto inutile senza due componenti fondamentali – una che attiene alle regole, l’altra alla professionalità e alla competenza dei dirigenti, ma la seconda non potrà mai esistere senza la prima:
        1. i contratti non si discutono fino alla loro naturale scadenza
        2. le squadre si costruiscono un pezzo alla volta, tenendo i migliori e aggiungendo un giocatore alla volta

        infine i giocatori non si vendono, ma si scambiano con altri giocatori

        Rispondi Mi piace Non mi piace

Recupera Password

accettazione privacy