Nostalgia canaglia

Nostalgia canaglia

Stasera, per la prima volta negli ultimi quattro anni, la Fiorentina non sarà tra le squadre italiane protagoniste dei gironi di Europa League

Il Milan a Vienna, l’Atalanta con l’Everton di Rooney, la Lazio ad Arnhem. Non saranno le partite dell’anno (neanche del mese, probabilmente), ma sempre meglio di un giovedì sera di fine estate avaro di emozioni a tinte viola. Chiamatela saudade da Europa League, se volete. Fatto sta che stasera, per la prima volta negli ultimi quattro anni, la Fiorentina non sarà tra le squadre italiane protagoniste dei gironi della seconda competizione continentale per club. Con buona pace dei tifosi viola, costretti allo zapping compulsivo.

Certo, per gli irriducibili ci sono sempre le gare delle altre compagini, ma non c’è paragone con l’epopea della Fiorentina di tre stagioni fa, giusto per fare un esempio. Magari in semifinale ci arrivi una volta ogni cinque anni, però intanto ti godi il percorso, anche se passa da Baku, Minsk o da Paços de Ferreira. Meglio concentrarsi sul campionato? Trasferte lunghissime contro squadre improbabili? Punti di vista. Di sicuro c’è che questa stagione senza Europa servirà anche a dare il giusto valore ad una competizione che qualcuno, forse, dava ormai per scontata.

Uno stimolo in più per Pioli ed i suoi ragazzi, che a differenza di Sousa, Montella e le loro squadre non partono con i favori del pronostico per l’aggancio ai primi sei posti in classifica. Potranno essere la fame e la voglia di arrivare a fare la differenza. Intanto testa al Bologna, per dare continuità al 5-0 di Verona. E stasera? Ci accontenteremo di un buon film.

5 commenti

5 commenti

Inserisci qui il tuo commento

  1. kk53 - 2 mesi fa

    C’è poca nostalgia che tenga,se non si sà programmare,stiamo a casa che è meglio visto che c’è qualcuno che vive di ricordi,allora avrà memoria per ri
    cordare che l’anno scorso abbiamo giocato con il Quarabag,nel lontano Azerba
    jan,due giorni di aereo per vedere la partita,non Gubbio nella neve,….
    ecco ora,quella squadra stà facendo la CL,sicuramente il portiere avrà il mal di schiena a forza di raccogliere la palla in rete,ma che importa,ecco per noi il miraggio continua e continuerà ancora,perchè non c’è programmazione di nulla!!!!!!!!!!!

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  2. mops - 2 mesi fa

    Diciamo che io non sono un tifoso di calcio! Io tifo solo Fiorentina, e nessun altra partita di calcio mi interessa, nemmeno quelle della nazionale Italiana! Quindi stasera niente partita. Ne approfitterò per uscire un pò. Rimpiangendo le partite della mia amata Viola in Europa! SFV’57

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  3. massimo_383 - 2 mesi fa

    E’ l’ora di finirla di polemizzare con la squadra dell’anno scorso, dei “campioni” venduti solo perché si è vinta una partita contro un Verona ridicolo dopo averne perse due di fila. resta il fatto che la Fiorentina negli ultimi anni tecnicamente si è indebolita con l’unico scopo di fare casa, vendendo i migliori e tagliando gli ingaggi. Solo un incosciente può pensare che la Fiorentina con questa attuale società potrà avere un futuro radioso

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  4. user-13478585 - 2 mesi fa

    Ma scusate o non avete cominciato tutti a criticare perché non vi bastava più arrivare quarti o quinti e poi consideravi EL una coppetta e ora che grazie a quei CAMPIONI che osannate tanto siamo arrivati ottavi avete nostalgia della COPPETTA?

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  5. Oronzo_Pugliese - 2 mesi fa

    Delle prossime 4 partite, prima della sosta, quella più significativa è quella con l’Atalanta: capiremo di che pasta siamo fatti. Bologna e Chievo sono tosti, ma un gradino più sotto. La Rube è di un altro pianeta oggettivamente…

    Rispondi Mi piace Non mi piace

Recupera Password

accettazione privacy