N. Pontello: “I Della Valle stanno imboccando la nostra strada, è quella giusta”

N. Pontello: “I Della Valle stanno imboccando la nostra strada, è quella giusta”

“Suggerisco di esplicitare il prima possibile le loro reali intenzioni. La chiarezza fa bene alla squadra e alla città che è passionale e intelligente”

9 commenti

Niccolò Pontello, ex consigliere viola e nipote del conte Flavio Callisto, ha parlato anche di Fiorentina nel corso dell’intervista concessa a stamptoscana.it: “La strada che la Fiorentina ha intrapreso è quella giusta. Bisognava farlo prima. Oggi le società ambiziose e di buon livello puntano sui giovani per competere con i grandi club. Ai Della Valle raccomando di essere più chiari possibile con la città e le istituzioni. Suggerisco di esplicitare il prima possibile le loro reali intenzioni. La chiarezza fa bene alla squadra e alla città che è sì passionale ma, non scordiamolo, anche molto intelligente.

E capisce che oltre all’aspetto calcistico c’è quello dell’investimento immobiliare per il nuovo stadio. La strada che loro stanno percorrendo fummo costretti a imboccarla anche noi. Anche noi affidammo il club a manager e poi entrammo nell’ordine di idee di vendere. Avevamo capito che la nostra Fiorentina non l’avrebbero mai fatta vincere e che era meglio ritirarsi, chiudere. Cosa che facemmo anche se io con la Fiorentina non ho mai chiuso e mi diverto a vederla”.

9 commenti

9 commenti

Inserisci qui il tuo commento

  1. kk53 - 2 mesi fa

    Il bello è che in questo strano paese,chi ha fatto i soliti giochi delle tre car
    te non sparisce ,anzi,te lo trovi in televisione al Salotto Viola a riempirsi la
    bocca con la fiorentina,anestetizzando i locchi presenti,ma chi vuole avere memo
    ria,non si lascia incantare,ricorda Baggio e altro ancora,quindi lo ripeto i DV
    possono imboccare la strada che vogliono,anche l’autostrada,ma basta con il riav
    vicinamento,e tutti i redazionali di questo tenore,li rivedremo solo se si pre
    senterà l’acquirente,o la costruzione dello stadio,quindi…..mai più!!!!

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  2. nisci - 2 mesi fa

    Ma i permessi a costruire Sollicciano mi pare ai Pontello non fu fatto proprio grazie alla vendita di Baggio??

    bon Pontello stanno alla chiarezza come Brunetta all’altezza

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  3. mops - 2 mesi fa

    Per favoreeee……. Togliete la parola a chiunque di cognome fa Pontello! Hanno venduto la mia ultima bandiera nel modo più vergognoso e vile che si possa immaginare!!!!!!!!! SFV’57

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. Valdemaro - 2 mesi fa

      Con questi invece le bandiere non nascono nemmeno, come arriva l’offerta vendono chiunque a chiunque.

      Rispondi Mi piace Non mi piace
      1. fornamas63 - 2 mesi fa

        Come se fossero gli stessi tempi. Adesso per un giovane promettente del livello di Baggio chiedono cifre che manco ti avvicini se ti chiami Fiorentina.
        Contestualizzare per onesta intellettuale please.

        Rispondi Mi piace Non mi piace
        1. Valdemaro - 2 mesi fa

          Il leccavalliano indefesso! Ma ce la fate a non commentarmi una volta? Sempre a difendere questi signori che ci hanno messo in vendita e stanno liquidando la società…

          Rispondi Mi piace Non mi piace
          1. Tagliagobbi - 2 mesi fa

            E te riesci a cambiare il tuo solito ritornellino?

            Mi piace Non mi piace
  4. Tagliagobbi - 2 mesi fa

    Un rapporto talmente chiaro che venderono Baggio in modo trasparente nei confronti della città… Io mi ricordo la radio che anticipò, dopo un Viola/gobbi 3-3, che Baggio sarebbe andato a Torino e loro tutti a smentire… Questi sono i fatti… A volte la storia andrebbe almeno riletta…

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  5. Valdemaro - 2 mesi fa

    Visto da questo punto di vista tutti torti non hanno. Nel 1982 fu veramente uno scandalo. Basxardi gobbi di me.da!

    Rispondi Mi piace Non mi piace

Recupera Password

accettazione privacy