Milano, vietato godere: perché? Restano tanti problemi, ma ora la Fiorentina ha un’arma in più

Milano, vietato godere: perché? Restano tanti problemi, ma ora la Fiorentina ha un’arma in più

Dalle ultime due vittorie emerge una novità in controtendenza rispetto al resto delle gare disputate dalla squadra viola in questa prima metà di campionato

di Alessio Crociani, @AlessioCrociani

Brutta, sporca… e vincente. Ci affidiamo alla saggezza popolare per mettere un punto fisso all’inizio del nostro ragionamento: una rondine non fa primavera. E neanche due. La Fiorentina vista contro l’Empoli e a Milano non ha certo dato l’idea di una squadra guarita dai suoi mali. Sarebbe strano il contrario, considerati i limiti strutturali del gruppo a disposizione di Pioli. Quindi? Non godiamo per aver espugnato San Siro? Il tafazzismo d’avanguardia lo lasciamo volentieri ad altri. Ma non solo: sarebbe intellettualmente scorretto non sottolineare le note positive ed i passi avanti mostrati ultimamente dalla squadra sia a livello collettivo che individuale. Un punto di partenza – sia chiaro – non di arrivo.

Tra questi c’è senz’altro la gestione del risultato, tallone d’Achille della Fiorentina nell’estenuante serie di pareggi collezionati tra ottobre e novembre. Nelle ultime due partite dei viola, a questa fragilità congenita dettata non solo dalla giovinezza ma anche dall’assenza in rosa di un metronomo di esperienza e personalità a centrocampo, si è sostituito un altro livello di concentrazione. Tenacia e mentalità: nascono principalmente da qua le vittorie contro Empoli – anche se con qualche rischio di troppo nel finale di gara – e Milan. Un pizzico di fortuna e un Lafont ad alti livelli hanno fatto il resto. Merito anche e soprattutto di Pioli ed il suo staff. Giusto evidenziarlo dopo mesi di critiche (giuste) piovute sulla testa del mister. E SUL MOMENTO DELLA SQUADRA ARRIVA ANCHE IL GIUDIZIO DI GIANCARLO ANTOGNONI

Violanews consiglia

Ufficiale, Maxi Olivera ceduto in Paraguay: formula del trasferimento e cifre

L’ex ministro Lotti: “Ho sentito Andrea Della Valle, mi ha detto che…”

3 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

  1. frigo - 3 settimane fa

    dipende solo se dura e non è stato un fuoco di paglia, le prossime due gare ci diranno di più

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  2. Max13 - 3 settimane fa

    Mi dispiace ma non sono d’accordo. Il vero limite della squadra è la mancanza assoluta di gioco, anche a Milano abbiamo fatto pena con un solo tiro nella porta avversaria. Il vero problema della Fiorentina si chiama Pioli

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  3. SPIRITO VIOLA - 3 settimane fa

    Come diceva Liedholm a Firenze se vinci 3 a 0 ti criticano perché potevi farne 4.
    Io so solo che in 2 anni sono stati recuperati più i 100 Milioni, sono stati fatti degli errori ma la rosa vale di più rispetto a prima dell’epurazione, e il fatto che abbia dei limiti è del tutto normale data l’eta dei giocatori e le limitazioni che una Società come la fiorentina ha e sinceramente sarebbe anormale il contrario.
    Siamo nonostante tutto a 3 punti dal 4 posto sopra a Milan e Roma, che in teoria dovevano aver gia prenotati i posti in Champion, quindi sarebbe eccessivo costruire ponti d’oro ma potremmo smettere di fare i tafazzi.

    Rispondi Mi piace Non mi piace

Recupera Password

accettazione privacy