Mercati disastrosi ed equivoci tattici: Roma-Fiorentina è il festival del non calcio. Ma Monchi e Di Francesco…

Mercati disastrosi ed equivoci tattici: Roma-Fiorentina è il festival del non calcio. Ma Monchi e Di Francesco…

Logiche lontane dal mondo del calcio e tante, troppe scelte sbagliate alla base delle crisi vissute da giallorossi e viola

di Alessio Crociani, @AlessioCrociani

Stasera all’Olimpico andrà in scena il festival del fallimento tecnico. Classifica canta (e per i viola non solo quella attuale). Due squadre, Roma e Fiorentina, nate male e cresciute peggio, vittime di mercati con poca logica e delle alchimie tattiche di allenatori costretti a fare di necessità in virtù. O almeno a provarci. Senza successo. Mezzali incartate in compiti di regia, fantasisti reinventati in mediana, colossi centro-difensivi piazzati sulle corsie laterali e così via. Eppure, per i giallorossi, è passato meno di un anno dalla semifinale di Champions contro il Liverpool. Nel mezzo la rivoluzione della scorsa estate firmata Monchi, arrivata dopo che il dirigente spagnolo aveva sostanzialmente ereditato in blocco la spina dorsale della squadra costruita nelle stagioni precedenti al suo arrivo nella capitale. Nzonzi, Pastore, Cristante, Olsen e Santon: tutti acquisti sbagliati. Senza contare buona parte degli arrivi dell’anno prima, tra i quali Karsdorp, Schick, Juan Jesus, Gonalons, Bruno Peres, e i discussi addii di Strootman e Nainggolan.

Bilancio negativo anche quello dei suoi colleghi a Firenze, Corvino e Freitas: non bastano Milenkovic, Pezzella, Veretout e Muriel a cancellare la lunga lista nera degli acquisti messi a segno negli ultimi tre anni, nella quale figurano qualche onesto mestierante da 5,5/6 e tanti flop conclamati. A proposito, tornano in mente le parole pronunciate qualche giorno fa da Beppe Marotta, non un campione di simpatia ma certamente un dirigente che negli ultimi anni ha dimostrato con i fatti di saper fare calcio: “Con il tempo ho imparato che i bilanci sono importanti, bisogna stare attenti, ma ciò che conta sono le vittorie. Quando si vince, in qualche modo le perdite si riescono a ripianare. Quando non si vince, ti mandano a casa anche se i bilanci sono a posto”. Già, Di Francesco e Monchi a casa ci sono andati… E la Roma, nonostante tutto, è ancora a cinque (con una gara in meno) rispetto al Milan quarto in classifica. A PROPOSITO DI MONCHI: I SUOI PIANI POTREBBERO ESSERE UN PROBLEMA PER LA FIORENTINA…

Violanews consiglia

Corvino a caccia di talenti: stasera sarà a Spalato per una classica del calcio croato

Cerruti: “Roma, situazione gravissima. Il problema non era Di Francesco”

7 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

  1. ilRegistrato - 3 settimane fa

    Beh vorrà dire che Firenze fa eccezione rispetto alla regola di Marotta. Qui non si vince ma il direttore generale dell’area tecnica è saldamente in sella. PS Prima che mi facciano l’obiezione, vincere non vuol dire arrivare primi in campionato ma centrare determinati obiettivi fissati a inizio stagione, il settimo posto per esempio.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  2. bernard - 3 settimane fa

    Gazzetta dello Sport 18 agosto 2018 :
    BILANCIO : ROMA : SPESE 127,6 ENTRATE 118,4 SALDO – 9,2 .

    FIORENTINA :SPESE 34 ENTRATE 7,7 SALDO – 26,3

    VOTI al Mercato : ROMA 8 FIORENTINA 7

    SALDI NEGATIVI : 1. JUVENTUS -144,9 2. TORINO – 51,1 3. FIORENTINA – 26,3

    GRIGLIA DI PARTENZA : 3° ROMA 7° FIORENTINA

    Facile sparare sentenze adesso !!! L’ operato delle società termina con la chiusura sel mercato estivo e va considerato il giudizio espresso dalla critica sportiva in quel momento . Poi è l ‘ aleatorietà del gioco del calcio a determinare gli esiti .
    Mi piacerebbe conoscere il giudizio espresso dal sig. Crociani il 18 agosto 2018 e penso che voi della Redazione possiate reperirlo .

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. ilRegistrato - 3 settimane fa

      Io avevo espresso un giudizio largamente negativo. C’è chi deve ingraziarsi i DV e chi no. Io sono fra quelli no e dunque se fanno un bel mercato do 7 se fanno un brutto mercato 4. Inoltre a me interessa solo il bilancio sportivo, mi dispiace deludere gli amatori della partita doppia.

      Rispondi Mi piace Non mi piace
    2. 29agosto1926 - 3 settimane fa

      Mi hai preceduto, anche io volevo scrivere la stessa cosa con i commenti per i voti dalla Gazzetta ai mercati di Roma e Fiorentina.
      Questi pseudo giornalisti hanno i potere di scrivere tutto ed il contrario di tutto e poi non hanno nemmeno la dignità di dire “Avevo sbagliato”. Personalmente ho sentito solo Rialti ammettere i propri errori.
      Questa Redazione ha dei fenomeni cpeggiati da un altrettanto fenomeno che scrisse che RODRIGO BATTAGLIA ERA SICURAMENTE UN GIOCATORE DELLA FIORENTINA salvo poi non chiedere minimanete scusa.
      Categoria scarsa e pericolosa!

      Rispondi Mi piace Non mi piace
    3. vecchio briga - 3 settimane fa

      Caro Bernard, l’altro giorno ho letto e apprezzato molto il tuo post su Antognoni, i furti arbitrali che ci costarono il terzo scudetto e la sfiga con gli infortuni sempre nei momenti decisivi. Quindi ti stimo. Ma su questo argomento sbagli. I giornalisti, gli opinionisti, i tifosi, non sono tenuti a indovinare il giudizio a monte, ma è ovvio che poi alla fine sentenzino in base ai risultati. Ci sono professionisti pagati fior di soldi per fare le scelte giuste o, come dicono sempre, meno sbagliate possibili. Sono loro che vanno giudicati perché la Fiorentina che è ciò che ci interessa, dipende da loro. E se fanno disastri si dice!! La Fiorentina è decima perché i giocatori sono scarsi tranne alcuni, pochi. Non perché sono aleatori.

      Rispondi Mi piace Non mi piace
    4. Alessio Crociani - 3 settimane fa

      Spara sentenze senza conoscermi e già questo la qualifica. Per il resto, visto che le interessa, la invito ad andare a rileggere i miei articoli da agosto 2018 fino ad oggi, altrimenti le sue restano chiacchiere al vento. Saluti.

      Rispondi Mi piace Non mi piace
  3. user-2073653 - 3 settimane fa

    Mercati disastrosi? O se Valcareggi dice che Corvino è un genio? Chi è che ci racconta bischerate?

    Rispondi Mi piace Non mi piace

Recupera Password

accettazione privacy